Congresso - convegno

Debutta il primo evento MACH Alliance Member in Italia. Protagonista, la crescita dell'infrastruttura tecnologica componibile

Durante l’evento "Future Proof E-commerce Experience", che si è tenuto al WPP Campus di Milano, i partner promotori dell’iniziativa hanno presentato l'approccio moderno alle soluzioni ecommerce enterprise attraverso microservizi, API-first, esperienze cloud-native SaaS e headless.

Piattaforme tecnologiche performanti, sistemi di pagamento pensati per la multicanalità, inevitabili mutazioni del brand e dei suoi asset, rinascita della content experience, ridefinizione delle regole dello storytelling e nuove frontiere da varcare grazie all’integrazione con l’AI e la programmazione 3D: questi i temi discussi al WPP Campus di Milano che fa da scenario a "Future Proof E-commerce Experience".

BigCommerce, AKQA, Wunderman Thompson, Storyblok e Adyen, i 5 membri della MACH Alliance hanno raccontato alle aziende italiane come una progettazione basata su un approccio “composable” consenta di creare da subito una migliore esperienza e-commerce, cogliendo le opportunità di mercato e tecnologiche. Al contempo, si è parlato di come tali sistemi, grazie all’elevata flessibilità che caratterizza le soluzioni MACH, abbiano il pregio di seguire con rapidità ed efficienza le evoluzioni interne ed esterne alle imprese, rendendo possibile quella trasformazione continua imposta dal contesto attuale. Presenti aziende leader in molteplici settori operanti nel B2B e nel B2C, prevalentemente del fashion, della tecnologia, della telefonia, dell’automotive e del food: alcune già mature sul fronte e-commerce, altre in fase esplorativa. Tutti gli argomenti trattati hanno fornito una prospettiva del tutto inedita e di grande valore, trasferendo le molte sfaccettature di un e-commerce sempre più rilevante per il business delle imprese e per la loro immagine  capace di ri-progettare una esperienza ancora più ricca, fluida e premiante per l’utente, con un conseguente incremento della conversion.

Cos'è l'Alleanza MACH? MACH Alliance è un ente di settore senza scopo di lucro che sostiene ecosistemi tecnologici aziendali aperti e all'avanguardia che comprendono microservizi, API-first, SaaS cloud-native e principali headless. 

MACH è uno standard tecnologico del settore che descrive la tecnologia moderna. I prerequisiti per raggiungere questo standard sono: SaaS basato su microservizi, API-first, Cloud-native e Headless. La certificazione MACH offre alle aziende la certezza di scegliere i migliori fornitori in grado di fornire una tecnologia a prova di futuro. Le tecnologie MACH supportano un'impresa componibile in cui ogni componente è collegabile, scalabile, sostituibile e può essere continuamente migliorato attraverso uno sviluppo agile per soddisfare i requisiti aziendali in continua evoluzione: Microservizi.

Un'architettura di microservizi fornisce un moderno sistema distribuito e altamente scalabile che suddivide un'applicazione in una serie di servizi distribuibili in modo indipendente che comunicano tramite API. API-first. Un approccio API-first dà la priorità alle interfacce di programmazione delle applicazioni rispetto ad altri componenti, consentendo alle piattaforme di interagire tra loro. Cloud-native SaaS. I sistemi cloud-native sono progettati specificamente per vivere nel cloud. In genere, vengono creati utilizzando microservizi, sono altamente resilienti e più facili da scalare. Le piattaforme SaaS aiutano le aziende a essere più flessibili e a muoversi rapidamente per soddisfare le mutevoli esigenze aziendali.  

Headless. L'architettura headless rende il livello di presentazione front-end di un sito Web indipendente dalla funzionalità di e-commerce back-end, consentendo una struttura tecnologica indipendente dal framework. Separando il lato client dal lato tecnico del sito, il modello headless è in grado di offrire alle aziende un livello di flessibilità e prestazioni senza precedenti che sono di fondamentale importanza nel mercato odierno.

"Le aziende hanno bisogno di architetture meglio attrezzate per il cambiamento. Il commercio componibile costruito attorno allo standard di settore MACH sta diventando il modello preferito per i commercianti B2C e B2B aziendali progressivi per ottenere la flessibilità e l'agilità necessarie per adattarsi a tale cambiamento man mano che il business si evolve, proliferando anche la crescita, ", ha affermato Irene Rossetto, Country Director, Italia di BigCommerce. "Il commercio componibile consente alle aziende di avere la flessibilità di personalizzare e combinare i migliori partner dalla creazione del contenuto e della strategia giusti ai pagamenti all'automazione del marketing per creare uno stack tecnologico solido che possono essere sostituiti man mano che le esigenze si evolvono. L'adozione di un approccio all'e-commerce più adattabile e a prova di futuro consente ai marchi aziendali di rispondere a cambiamenti imprevisti e costruire una resilienza aziendale che rafforzi la loro base competitiva e la loro capacità di resistenza. Noi, insieme ai cinque partner MACH Alliance, dimostrato il valore di questo approccio durante l'evento, che è stato ben accolto dai partecipanti”.