Congresso - convegno

Dal 13 al 16 ottobre il ‘gotha’ dell’Ortodonzia italiana si incontra alla Fortezza da Basso di Firenze per il 52° Congresso Internazionale della Società Italiana di Ortodonzia

Oltre 2000 i partecipanti da 52 Paesi del mondo. Alla quattro giorni no stop saranno presenti i più importanti relatori del settore a livello internazionale. In contemporanea, sabato 15 e domenica 16 ottobre si svolgerà l’8°Congresso del MOIP (Mediterranean Orthodontic Integration Project) che vedrà la partecipazione per la prima volta di delegati delle principali nazioni che affacciano sul Mediterraneo.

Da giovedì 13 a domenica 16 ottobre torna alla Fortezza da Basso il Congresso Internazionale SIDO (Società Italiana di Ortodonzia), giunto alla 52sima edizione: quattro giorni no stop alla presenza delle principali società ortodontiche italiane e con la partecipazione dei più importanti relatori del mondo dell’ortodonzia su scala internazionale. In contemporanea, sabato 15 e domenica 16 ottobre si svolgerà l’8°Congresso del MOIP (Mediterranean Orthodontic Integration Project), che, con la presidenza di Letizia Perillo, junior past president SIDO, vedrà la partecipazione per la prima volta di delegati delle principali nazioni che affacciano sul Mediterraneo.   

“L’ortodonzia italiana ha raggiunto un altissimo livello riconosciuto in tutto il mondo grazie anche alla sua rivista “Progress in Orthodontics”, la più citata al mondo fra le testate di settore – dichiara il Mauro Cozzani, presidente del congresso. “Sono oltre 2.000 gli iscritti provenienti da 52 paesi del mondo che si riuniranno alla Fortezza da Basso per il 52°Cngresso della SIDO per discutere e confrontarsi sulle ultime novità e conquiste in tema di ortodonzia, condividendo momenti molto interessanti e costruttivi”.

“Il lavoro dell’ortodontista – prosegue Cozzani - è sempre più un lavoro di squadra a cui partecipano non solo clinici di diverse branche dell’odontoiatria ma anche tecnici, igienisti e assistenti degli studi odontoiatrici. Superando preconcetti e barriere del passato, abbiamo così deciso di invitare a Firenze anche loro. Non a caso abbiamo scelto come titolo/leitmotiv del congresso “Together with” a sancire l’interdisciplinarietà della nostra scienza medica. Ci sarà spazio anche per i più giovani, ai quali è dedicata la sezione Rising Stars in modo da offrire a tutti l’opportunità di perfezionarsi e migliorare le proprie performance cliniche”.

Info: www.sido.it