Congresso - convegno

MediaWorld ha scelto LFM per il suo primo Retail Media Summit, palcoscenico di un confronto sul futuro della comunicazione omnicanale nel settore tecnologico e dell'innovazione

Durante l’incontro, le soluzioni Retail Media sono emerse come strumenti ad alto tasso di conversione, grazie all'utilizzo di tool dedicati che permettono ai brand di prendere decisioni basate sui dati e di intervenire con azioni mirate e incisive che massimizzano le performance.

Il Retail Media Summit di MediaWorld, tenutosi la settimana scorsa e organizzato da Francesco Sodano, Head of Omnichannel Marketing & Retail Media, ha rappresentato un momento cruciale per l'analisi e la discussione sul futuro della comunicazione omnicanale nel settore tecnologico e dell'innovazione. Questo evento ha riunito oltre 200 stakeholder e decision-maker, offrendo una panoramica approfondita sull'evoluzione di un mercato ad alto potenziale e sulle soluzioni Retail Media omnicanale.

L'agenzia LFM Spa, scelta per la realizzazione dell'evento, ha curato e supervisionato la realizzazione del summit, curandone ogni dettaglio, sotto l'attenta regia di Claudia Uzzardi Event Division Manager.

Durante il Summit, le soluzioni Retail Media sono emerse come strumenti ad alto tasso di conversione, grazie all'utilizzo di tool dedicati che permettono ai brand di prendere decisioni basate sui dati e di intervenire con azioni mirate e incisive che massimizzano le performance. In particolare, è stata sottolineata l'efficacia di queste soluzioni nel raggiungere i consumatori attraverso percorsi ibridi e non lineari tra online e offline, dimostrando la capacità di sviluppare campagne ad alto impatto sia nei punti vendita fisici che online.

I dati divulgati da IAB Europe hanno infatti confermato una rapida accelerazione degli investimenti pubblicitari nei Retail Media network a livello europeo, con una crescita che testimonia l'alto impatto delle campagne e i livelli di conversione garantiti. Il summit è stata l'occasione per mettere in luce l'importanza della visibilità omnicanale e della personalizzazione per ottimizzare il coinvolgimento dei consumatori.

MediaMarktSaturn, leader nel mercato Retail Media omnicanale in Europa, e MediaWorld, hanno presentato una suite avanzata di strumenti e soluzioni integrate, dimostrando un forte interesse per lo sviluppo di questo strumento sul mercato italiano. Questi strumenti hanno permesso di ottenere un significativo overbooking degli spazi pubblicitari in tutti gli 11 mercati di riferimento.

Il summit ha inoltre offerto l'opportunità di valutare i risultati ottenuti da brand leader in Italia che hanno sperimentato le potenzialità delle soluzioni Retail Media a livello omnicanale. Tra i casi di successo presentati, si annoverano strategie di co-marketing per il lancio di prodotti flagship, come il nuovo Galaxy S24 di Samsung, e campagne volte ad aumentare la brand awareness online, come quelle implementate da GroupeSEB per i marchi Moulinex e Rowenta.

L'evento ha evidenziato la sfida della standardizzazione nel Retail Media, con un focus sull'importanza di fornire comprensione in un mercato frammentato attraverso attribuzioni, misurazioni e valute comuni. La partnership con Criteo, co-creatore delle soluzioni Retail Media di MediaWorld, è stata fondamentale per rispondere alle esigenze dei brand verso un'ulteriore ottimizzazione delle campagne.

La scelta dell'Enterprise Hotel e della sua innovativa sala immersiva per la presentazione dell'evento  RetailMedia Summit di Mediaworld, organizzato da LFM, è stata strategica, mirando a offrire un'esperienza coinvolgente e a 360 gradi a tutti i partecipanti. Questo spazio infatti, è noto per l'uso di tecnologie all'avanguardia, che hanno permesso di creare un ambiente dove le proiezioni su più lati e i contenuti digitali si sono fuse perfettamente con l'ambiente fisico, immergendo completamente l'audience nel cuore dell'evento. La sala immersiva, con le proiezioni multi lato e i  sistemi di suono surround, ha trasformato la presentazione in un'esperienza unica, dove ogni dettaglio era pensato per stimolare i sensi e amplificare il messaggio trasmesso. 

L'approccio innovativo adottato per il talk durante il summit ha tratto ispirazione dal celebre format di David Letterman, rivoluzionando il tradizionale schema dei panel di discussione. Questa scelta ha permesso di creare un ambiente più rilassato e coinvolgente, dove relatori e partecipanti hanno potuto interagire in modo più spontaneo e personale. Attraverso un mix equilibrato di umorismo, storie significative e domande incisive, il talk ha facilitato una conversazione fluida e approfondita sui temi del summit, rendendo l'esperienza sia educativa che intrattenente. Questo formato ha incoraggiato una maggiore partecipazione dell'audience, permettendo agli ospiti di esprimere liberamente le proprie opinioni e di condividere esperienze, in un contesto che ha favorito l'engagement e la memorabilità del messaggio. L'approccio "alla Letterman" adottato durante l'evento, ha dimostrato l'approccio fuori dagli schemi dell'evento. 

Claudia Uzzardi, Events&Travels division manager, rappresenta un membro fondamentale in agenzia. In LFM dal 2015, Claudia vanta  una carriera  ricca e diversificata, che le ha consentito di saper trasformare ogni evento in un'occasione unica, testimoniando il suo impegno verso l'innovazione e l'eccellenza. La sua esperienza nel settore, maturata attraverso la gestione di eventi complessi e di grande impatto, si riflette nella capacità di creare esperienze memorabili che trascendono le aspettative del pubblico e degli stakeholder.

La regia di Claudia Uzzardi ha firmato tantissimi eventi, tra cui il recentissimo MediaWorld Retail Media Summit, ma la sua esperienza vanta numerosi successi tra cui il riconoscimento ottenuto dall'evento Fashion Flare in collaborazione con Huawei ai Bea Awards, un progetto che ha brillantemente fuso la moda con la tecnologia, riscuotendo ammirazione sia nel settore eventi che in quello tecnologico. Questo evento ha sottolineato l'abilità dell'agenzia LFM nel combinare elementi diversi per creare esperienze immersive e altamente innovative, consolidando il posizionamento dell'agenzia tra le migliori nel campo dell'organizzazione eventi fuori dalle righe.

Jasmine Ferraris e Giuliano Ferraris, co founder di LFM definiscono Claudia così: "una persona affidabile, determinata ed estremamente concreta, per noi è un pilastro portante in agenzia".

(nella foto, da sinistra, Jill Orr Torsten Ahlers, Vittorio Buonfiglio, Francesco Sodano e Guido Monferrini)