Evento culturale

Dolce&Gabbana e IMG scelgono Filmmaster e Civita Mostre e Musei per il coordinamento della mostra "Dal Cuore alle Mani: Dolce&Gabbana"

Un percorso espositivo immersivo, in equilibrio tra scenografie ed installazioni digitali che accompagnano il visitatore in un viaggio tra cultura e costume. Un viaggio nel saper-fare che si snoda in dieci temi, attraverso le Collezioni di Alta Moda e Alta Gioielleria di Dolce&Gabbana e scenografie che ne esaltano la narrazione.

Ha inaugurato domenica 7 aprile presso Palazzo Reale, a Milano, la mostra "Dal Cuore alle Mani: Dolce&Gabbana", promossa dal Comune di Milano - Cultura, e prodotta da Palazzo Reale e IMG e curata da Florence MüllerFilmmaster e Civita Mostre e Musei hanno avuto il piacere di partecipare a questo progetto culturale di portata internazionale, coordinando la progettazione esecutiva e la produzione dell’allestimento della mostra sulla base delle ispirazioni creative e delle visioni di Dolce e Gabbana, della curatrice Florence Müller e dello Studio Galuchat.

LA MOSTRA - La mostra celebra l'arte del fatto a mano, un valore fondante per Dolce&Gabbana, attraverso un viaggio che svela le molteplici fonti di ispirazione dei fondatori del brand, dall'artigianato all'arte visiva, passando per architettura, cinema, innovazione, teatro, musica, opera. Filmmaster e Civita Mostre e Musei hanno messo la loro esperienza al servizio di un progetto ambizioso. "Dal Cuore alle Mani: Dolce&Gabbana" non è solo una celebrazione della moda, è un viaggio attraverso la storia e l'identità di una delle Maison più rappresentative del Made in Italy. Ogni aspetto del percorso espositivo riflette la maestria e l'innovazione che caratterizzano il concept della mostra, interpretando e concretizzando la visione creativa di Dolce& Gabbana, traducendo la loro narrazione in un'esperienza espositiva coinvolgente. Dopo il suo debutto a Milano, la mostra prevede di toccare alcuni dei più influenti centri culturali internazionali, sottolineando l’approccio globale nella celebrazione di moda, arte e patrimonio italiano.

Durante la mostra "Dal Cuore alle Mani: Dolce&Gabbana", Palazzo Reale valorizza la propria eredità culturale presentando al pubblico alcune opere significative, precedentemente appartenenti alle sue raccolte, in un confronto creativo con le esclusive creazioni di Alta Gioielleria di Dolce&Gabbana. L'iniziativa "Tesori Riflessi" è un progetto del Comune di Milano – Cultura e realizzato da Palazzo Reale, Civita Mostre e Musei insieme a Filmmaster. Questa sezione speciale della mostra evidenzia le eccezionali realizzazioni di cinque artisti del XVIII e XIX secolo, che hanno contribuito all'estetica e agli arredi di Palazzo Reale, influenzando moda, gusto e design per generazioni. La curatela di "Tesori Riflessi" è affidata a Domenico Piraina, Direttore di Cultura del Comune di Milano e del Palazzo Reale, e a Simone Percacciolo, responsabile per la Valorizzazione del Palazzo Reale e per la Comunicazione.

CERIMONIA INAUGURALE – Il 6 aprile, Palazzo Reale ha aperto le sue porte per la cerimonia di inaugurazione della mostra. Gli ospiti sono stati accolti nella Piazzetta Reale, per il taglio del nastro e un discorso di benvenuto. La serata è proseguita con la visita privata della mostra, e si è conclusa con una raffinata cena accompagnata da musica dal vivo nella splendida Sala delle Cariatidi. Questo evento ha segnato l'inizio ufficiale della mostra, offrendo ai partecipanti un'esperienza unica nel cuore dell'arte e della moda milanese.

“UNA INEDITA MOSTRA IMMERSIVA” – “Ci troviamo di fronte ad una mostra che ha qualcosa di eccezionale” – ha spiegato Emanuele Tulli, Filmmaster Managing Director – “C’è un’attenzione per il dettaglio mai vista finora, sia nei confronti del contenuto che del contenitore. Il percorso espositivo è una straordinaria esperienza immersiva, in equilibrio tra analogico e digitale. L’attenzione del visitatore viene catturata dalla complessa ricostruzione scenografica, che dialoga in armonia con le collezioni esposte.”

“È stata una bellissima sfida, questo genere di progetti richiedono un grande lavoro di team, un grande lavoro dietro le quinte, e il modo in cui tutti abbiamo lavorato insieme è stato semplicemente meraviglioso. Talvolta quando le mostre sulla moda vanno nei musei – dice Nigel Hurst, vicepresidente e direttore di IMG Exhibition - tendono a essere abbastanza statiche, ma in realtà la moda è sempre in movimento, tanto letteralmente quanto metaforicamente, quindi abbiamo voluto creare una mostra che riflettesse quel dinamismo. Io amo il massimalismo, ‘More is More’. Credo che questo progetto affascinerà il pubblico in tutto il mondo.”