Evento pubblico

Nuovi logo e immagine per il Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo: l’ottava edizione sarà a Milano dal 15 al 18 settembre 2022

L’immagine, curata dal team creativo interno, ancora una volta porta al centro l’uomo contemporaneo, il vero protagonista del cinema del reale, e in senso più ampio l’umanità, evocando il rapporto del soggetto con la propria esistenza, con le proprie emozioni, riflessioni e sentimenti, o con ciò che cerca di suscitare. In un mondo scosso da conflitti, pandemie e crescenti disuguaglianze, le riflessioni e le emozioni soggettive risorgono più che mai.

L’ Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, ideato, fondato e diretto da Francesco Bizzarri con la direzione artistica di Maurizio Nichetti in calendario a Milano dal 15 al 18 settembre, presenta la nuova immagine dell’edizione 2022.

Con un grande impatto visivo, la nuova immagine sviluppata sul concept Più conoscenza. Più coscienza. riflette il tema e i contenuti che accompagneranno l’ottava edizione di Visioni dal Mondo.

L’immagine, curata dal team creativo interno, ancora una volta porta al centro l’uomo contemporaneo, il vero protagonista del cinema del reale, e in senso più ampio l’umanità, evocando il rapporto del soggetto con la propria esistenza, con le proprie emozioni, riflessioni e sentimenti, o con ciò che cerca di suscitare. In un mondo scosso da conflitti, pandemie e crescenti disuguaglianze, le riflessioni e le emozioni soggettive risorgono più che mai.

Nella nuova immagine, un volto dai tratti androgini richiama il tema dell’inclusività, uno dei diversi temi di grande attualità che saranno indagati dal Festival. Sul capo è rappresentato uno scacco matto: metafora del gioco di strategia. Gli scacchi, elemento centrale della composizione visiva, costituiscono un susseguirsi di scelte giuste o sbagliate, mosse strategiche in grado di mettere in movimento la circolarità dell’esistenza.

Posizionati sul capo, gli scacchi, sottolineano la sede concreta della conoscenza e della coscienza, sede del ragionamento umano e punto di partenza di tutte quelle scelte che quotidianamente plasmano il singolo, gli altri e il mondo circostante. Quello stesso mondo che da sempre è al centro dell’indagine del cinema documentario.

“Dobbiamo prendere coscienza che stiamo vivendo un momento storico complesso – ha sottolineato Francesco Bizzarri, fondatore e direttore di Visioni dal Mondo –. I nostri giorni, oggi più che mai, ci portano a riconsiderare l'umano, non più solamente come l’essere razionale in grado di costruire un mondo nuovo, libero e fraternale, ma anche a contatto con i suoi impulsi e le sue emozioni, a volte meno nobili, come la paura, l'ansia o l'aggressività. Si profila un soggetto che per avere più coscienza deve approfondire le proprie conoscenze. E noi con il nostro Festival, ma soprattutto attraverso il cinema della realtà vogliamo sottolineare la nostra mission ovvero quella di esplorare, indagare, comprendere per creare un luogo di dialogo il più libero possibile e offrire un intenso incontro con la realtà”.

Si arriva così in modo naturale al tema prescelto per l’8° Festival Visioni dal Mondo Più conoscenza. Più coscienza. "In un mondo dove l'informazione viene continuamente manipolata da interessi di parte, l'immagine, la testimonianza diretta e trasparente di un documento visivo diventa centrale – aggiunge Maurizio Nichetti, direttore artistico di Visioni dal Mondo – il cinema del reale è, oggi più che mai, indispensabile". Conoscenza e Coscienza, due termini assonanti che indicano il modo in cui ogni individuo si pone rispetto alle scelte che compie, alle idee che privilegia, alle credenze e ai comportamenti. Conoscere per stabilire un’unione cosciente con il reale, la conoscenza salva l’uomo dalle limitazioni e lo apre oltre i confini della propria coscienza.

Anche il logo di Visioni dal Mondo per l’edizione 2022 presenta un restyling: l’iconico gabbiano del Festival diventa il focus del nuovo logo. Fondendosi con la O di Visioni, le ali dispiegate del gabbiano richiamano la libertà di esprimersi e denunciare le verità del nostro tempo, tratto distintivo del cinema documentario.

 

Disponibili sul sito del Festival www.visionidalmondo.it i bandi dei Concorsi aperti a film e progetti documentari:

•        Concorso Italiano con due categorie, rivolto ai cineasti italiani

•        Concorso Internazionale, dedicato a produzioni straniere

•        Concorso Visioni Incontra, dedicato ai progetti documentari ancora nella fase work in progress o in final development sviluppo avanzato

Il termine ultimo per l’iscrizione ai concorsi è il 6 giugno 2022.