Evento pubblico

Il Consorzio Tutela del Gavi, il Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe Dogliani e Oeno Group protagonisti di tre eventi in presenza targati The Round Table

“Tre progetti che condividono tra loro una forte innovazione dal punto di vista della comunicazione nel mondo del vino - in termini di contenuti affrontati, linguaggi e strumenti utilizzati. Un nuovo approccio comunicativo che offre inedite possibilità al comparto vitivinicolo di capitalizzare i propri asset contenutistici creando allo stesso tempo valore aggiunto per il proprio brand e i propri prodotti” – commenta Francesco Moneta, fondatore di The Round Table.

La primavera è da sempre la stagione della rinascita e quest’anno lo è anche per gli eventi vitivinicoli in presenza, dopo gli anni di pandemia trascorsi tra degustazioni digitali e presentazioni in live streaming. Proprio in questi giorni, The Round Table progetti di comunicazione accompagna il Consorzio Tutela del Gavi, il Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe Dogliani e Oeno Groupin tre importanti eventi in presenza che anticipano il ritorno del Vinitaly e confermano il trend positivo che vede protagonista il comparto enologico italiano, tonico e dinamico nonostante il periodo complicato.

Lunedì 21 marzo, il Consorzio Tutela del Gavi ha organizzato a Milano il Premio Gavi LA BUONA ITALIA 2022, dedicato alla comunicazione web internazionale dei Consorzi di Tutela del Vino italiani in cui ha trionfato il Consorzio Vino Brunello di Montalcino. È stata inoltre presentata l'inedita ricerca ‘Comunicare il vino italiano all'estero via web. Il ruolo dei Consorzi di Tutela’, commissionata dal Consorzio Tutela del Gavi ad Astarea che ha classificato i Consorzi del vino in quattro cluster comportamentali: "promoter, sistemici, funzionali, valorizzatori".  Una giornata che è proseguita con Tutto il Gavi a Milano, che ha visto prima la masterclass ‘Le sfumature del Gavi. Acciaio, legno, cemento e anfora: stili di vinificazione e affinamento a confronto’ e poi il banco d'assaggio con oltre 70 etichette, alla scoperta del Grande Bianco Piemontese.

Il Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe Dogliani sarà invece il prossimo protagonista di uno scenario enologico e di eventi che ricominciano a muoversi. L’imminente appuntamento si chiama Grandi Langhe 2022: il 4 e il 5 aprile ben 226 cantine del territorio presenteranno le nuove annate e le proprie etichette nei suggestivi spazi di OGR – Officine Grandi Riparazioni a Torino,luogo strategicamente scelto per riflettere la crescita della manifestazione. Buyer, enotecari, ristoratori e importatori italiani e internazionali potranno partecipare alla più grande degustazione dedicata alle denominazioni di Langhe e Roero. Per la prima volta anche i privati appassionati consumatori potranno accedere alla manifestazione, durante una sessione a loro interamente dedicata. Il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e il Consorzio Tutela Roero, con il supporto della Regione Piemonte e con il sostegno di Intesa San Paolo, sono i promotori della manifestazione, giunta alla sesta edizione dopo lo stop del 2021, che accoglierà anche 50 buyer selezionati provenienti da USA, Canada, UK e Scandinavia.

Il terzo brindisi di apertura della bella stagione è infine previsto giovedì 7 aprile in occasione della prima conferenza stampa in Italia di Oeno Group, leader europeo negli investimenti in fine wine con base a Londra, presso l’iconica cornice di Palazzo Mezzanotte, sede storica della Borsa Italiana in Piazza Affari a Milano. L’incontro sarà l’occasione per approfondire gli aspetti economico-finanziari, lo scenario nazionale e internazionale dei vini di pregio, le performance del mercato italiano ed i nuovi trend di investimento di uno dei principali ‘pleasure asset’ internazionali, quello dei vini di pregio, dove l’Italia ha conquistato negli ultimi tre anni un ruolo sempre più centrale. Protagonista di questo appuntamento Gabriele Gorelli MW, Brand Ambassador di Oeno Group in Italia, primo e unico Master of Wine italiano, insieme ai maggiori Fine Wine Expert del Gruppo. La giornata prevede anche un’esclusiva degustazione di vini di pregio italiani e internazionali guidata da Gabriele Gorelli MW ospitata nella suggestiva Area Scavi di Palazzo Mezzanotte.

“Tre progetti che condividono tra loro una forte innovazione dal punto di vista della comunicazione nel mondo del vino - in termini di contenuti affrontati, linguaggi e strumenti utilizzati. Un nuovo approccio comunicativo che offre inedite possibilità al comparto vitivinicolo di capitalizzare i propri asset contenutistici creando allo stesso tempo valore aggiunto per il proprio brand e i propri prodotti” – commenta Francesco Moneta, fondatore di The Round Table.