E-commerce

Torre (Criteo): "Supportiamo i brand fashion con tool di IA e data analytics per creare strategie omnichannel efficaci che fanno bene alle vendite.

Partendo dai risultati di una ricerca commissionata dalla piattaforma pubblicitaria a Netcomm dalla quale emerge come il valore delle vendite online del fashion in Italia registri un tasso di crescita quasi doppio rispetto alla Grand Bretagna, con un + 11,9%, Alberto Torre (nella foto), Managing Director Criteo Italia, spiega ad ADVexpress le leve digitali, mobile e multicanale con cui la company, grazie ad expertise nei dati e nel machine learning, supporta i marchi della moda per coinvolgere gli utenti online e far fruttare i dati dei clienti dei punti vendita fisici con un impatto positivo sul business. Partendo da un nuovo approccio che prende il via dallo studio delle esigenze dei clienti.

Criteo, la piattaforma pubblicitaria per l’open Internet, ha commissionato a Netcomm una ricerca con l’obiettivo di identificare le opportunità per i brand fashion, in relazione alla loro presenza e vendita online tramite marketplace, online retailer e aggregatori B2B in Europa.

La ricerca ha preso in considerazione 50 brand fashion, osservandone tutte le attività di
vendita online, dal sito proprietario, ai marketplace specializzati, agli online retailer di settore e aggregatori.

Dall'indagine è emerso che la totalità dei marchi esaminati è presente in almeno due dei trenta marketplace, retailer e aggregatori analizzati. Inoltre  i brand globali hanno una maggiore presenza sui canali analizzati rispetto ai brand con una presenza online solo europea.

Si comprende quindi che lo sviluppo e il consolidamento di marketplace, retailer e aggregatori è avvenuto principalmente grazie alle maggiori capacità di digital marketing, che consentono a questi attori di gestire quote di mercato importanti e di modellare la customer experience per offrire la migliore esperienza di shopping online.

I primi cinque siti per numero di brand gestiti sono Shopalike,Listupp, Pricelist, Lyst e Shopstyle.

Secondo Alexa Rank i siti con il maggior traffico e popolarità sono Asos, Farfetch, Yoox, Zalando e Net-a- porter.

In Italia i siti con il maggior traffico sono Zalando, Stileo e Stylight.
In Gran Bretagna Asos, Zalando e Spartoo
In Spagna Zalando, Spartoo e Stileo.
In Francia Zalando, Asos e Spartoo.
In Germania Zalando, Asos e Stylight.

Secondo alcune previsioni diffuse da Statista fino al 2023, il valore delle vendite online del fashion in Italia è quattro volte inferiore rispetto alla Gran Bretagna, al top, ma registra un tasso di crescita quasi doppio con un + 11,9%. Questo è un dato che i brand fashion devono tenere in considerazione, per sviluppare strategie di digital marketing di successo e catturare un’audience sempre più attenta” ha dichiarato Alberto Torre (nella foto), Managing Director di Criteo Italia. "E' inoltre significativo che il tasso di crescita nei prossimi anni sia superiore agli altri Paesi -  ha aggiunto il manager"

"Gli elementi vincenti della personalizzazione onsite e nelle campagne di digital marketing è la veicolazione di messaggi customer oriented,  resi ancor più efficaci da strategie di business intelligence, dall'utilizzo di big data e IA in modo da ottimizzaer gli insight su prospect, utenti e clienti e offrire loro un sevizio personalizzato" commenta il manager. 

"Altro aspetto importante è mettere a fattor comune la dimensione offline dei negozi tradizionali, che per i marchi in generale restano molto importanti, con l'online per arrivare a definire una strategia omnichannel efficace su tutti i fronti. L'esperienza dello shopping nel fashion può inoltre essere resa ancor più appealing dall'utilizzo di app e mobile, per offrire contenuti rilevanti e personalizzati, fondamentali per fidelizzare i clienti e favorire le vendite". 

Spostando invece l'attenzione all'andamento del business per Criteo, Torre ha dichiarato ad ADVexpress: " Registriamo un trend molto positivo e tassi di crescita globali molto interessanti. Su quest'onda stiamo per presentare al mercato novità nel posizionamento per rispondere in modo ancor più veloce ed efficace agli obiettivi di marketing, soprattutto digital, dei clienti.  Per questo il nostro approccio parte ora proprio dall'analisi e dallo studio delle esigenze dei clienti, per poi offire loro i nostri prodotti seguendo specifici obiettivi di ROI. Entro fine anno, inoltre, lanceremo nuovi tool che permettono alle aziende di rivolgersi ad audience specifiche caratterizzate, ad esempio, da elevata propensione all'acquisto o da comportamenti simili agli utenti già clienti dei siti di riferimento degli stessi. In questo modo aiutiamo i brand ad accrescere la base dei potenziali clienti, anche grazie al supporto di dati e strumenti di AI che consentono di avere un ROI dalle iniziative. Criteo, infatti, ha effettuato un importante investimento di diversi milioni di euro nell'Intelligenza Artificiale apendo un Centro a Parigi specializzato in IA e machine learning,  il Criteo AI Lab".