Fcp

FCP Assointernet. A marzo investimenti in calo (- 3,3%), ma il primo trimestre dell’anno segna + 3,5%

Come spiega in una nota il presidente dell'Osservatorio Giorgio Galantis (nella foto): "Nel corso del primo trimestre di quest’anno abbiamo registrato il buon andamento di numerosi segmenti di clientela. Si segnala una crescita significativa per i settori merceologici dell’abbigliamento/oggetti personali, così come per il comparto Finanza-Assicurazioni e quello dell’industria/Edilizia. In ripresa anche l’area del Tempo Libero e del Turismo/Viaggi".

Gli investimenti pubblicitari rilevati dalla società Reply nell’ambito dell’Osservatorio Fcp Assointernet registrano a marzo 2022 un lieve decremento (- 3,3%), con il primo trimestre dell’anno che si attesta al + 3,5%.

Le analisi in termini di device evidenziano nel primo trimestre 2022 una maggiore crescita della voce “Desktop/Tablet” (+4,6%), rispetto a quella relativa agli smartphone (+1,9%). Particolarmente rilevante, sempre nel primo trimestre 2022, l’incremento della fruizione dei contenuti pubblicitari tramite “App” (+13,4%), alla quale si affianca comunque il buon andamento della modalità “Browsing” (+ 2,7%).

"Nel corso del primo trimestre di quest’anno abbiamo registrato il buon andamento di numerosi segmenti di clientela. Si segnala, in particolare, una crescita per i settori merceologici dell’abbigliamento/oggetti personali, così come per il comparto Finanza-Assicurazioni e quello dell’industria/Edilizia. In significativa ripresa anche l’area del Tempo Libero e del Turismo/Viaggi" spiega Giorgio Galantis (nella foto), presidente FCP Assointernet.

“Il lieve decremento di marzo, anche in termini assoluti, ci consente comunque di chiudere il primo quarter dell’anno con un valore positivo ed in linea con le nostre aspettative, grazie alla crescita a doppia cifra del mese di febbraio. Non è facile fare una valutazione di merito sull’andamento di questo singolo mese, in un contesto che prevede comunque elementi di discontinuità rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente” aggiunge Galantis.