UPDATE:
Chi vuole essere il tifoso più cool? Heineken celebra la partnership con UEFA EURO 2020 con un concorso dedicato e una campagna TV a supportoPrima campagna per Honda Motor Europe Italia insieme ad UM con al centro Jazz HEV (Hybrid Electric Vehicle) e Honda E. Firma OliverUnieuro e BCube agganciano i social con due personaggi: il social media manager del brand e il suo gatto. In pochi giorni +85mile interazioni per il lancio di un prodottoTorino si aggiudica le Nitto ATP Finals e sceglie il Gruppo Gattinoni come Official Tour Operator. Franco Gattinoni: "Dal “match” fra eccellenze sportive e del territorio il rilancio del turismo"BIT 2021: venerdì 14 maggio il DigiTalk "Meeting oltre il Covid: soluzioni per sedi ed eventi sicuri" organizzato da MPI Italia Chapter e Federcongressi&eventiBirrificio Angelo Poretti mette al centro socialità e condivisione nel nuovo spot TV firmato Dude con protagonista la 4 Luppoli LagerNetcomm Forum 2021: 6.900 professionisti (+25%) per la due giorni dedicata ai dati e ai trend del commercio digitale e dell’economia del PaeseCaffeina punta sulla Creatività investendo in metodi e persone. Entrano in agenzia un Deputy Executive Creative Director e un Ass. Creative DirectorMondadori: nel primo trimestre 2021 ricavi a 144,8 mln ( +7%), perdite dimezzate. Ricavi pubblicitari a +3,2%, trainati dai brand digitali (+18,2%). Dal web il 66% dell'adv. Per fine anno prevista una crescita low single-digit del businessOBE Summit 2021: appuntamento il 30 giugno con Get Together, una giornata per conoscere l'evoluzione, i trend e le opportunità del branded entertainment
Scenari

I trend e le sfide dei marketer per il 2021: digital, omnicanalità e video gli asset portanti per il marketing. Dallo studio di Criteo State of Digital Advertising Report 2021

Un rapporto che ha coinvolto 1.000 senior marketing executive di aziende e retailer di diversi settori nel mondo per conoscere i loro piani strategici per il 2021 L’Italia è emersa tra i paesi più sani con solo il 14% dei marketer che ha visto un “grande calo” dei ricavi a causa della pandemia. Il digitale si conferma pilastro essenziale per il marketing e la penetrazione dei socia rende le aziende sempre più sensibili a come vengono percepite dagli utenti

Criteo (NASDAQ: CRTO), l’azienda tecnologica globale che offre ai marketer di tutto il mondo soluzioni di advertising affidabili e di grande impatto, svela i dati chiave del suo studio, The State of Digital Advertising Report, che ha coinvolto 1.000 senior marketing executive di aziende e retailer di diversi settori nel mondo, per conoscere i loro piani strategici per il 2021. 

Dopo un anno sconvolto dal Covid-19, che ha influenzato gli investimenti pubblicitari e colpito pesantemente il settore, il 63% dei marketer italiani intervistati ha confermato una diminuzione delle revenue rispetto al 2019. Ciononostante, l’Italia è emersa tra i paesi più sani con solo il 14% dei marketer che ha visto un “grande calo” dei ricavi a causa del Covid-19, rispetto al 25% per la Spagna, il 22% per gli Stati Uniti e il 21% per la Francia. Solamente la Germania è andata meglio, con solo l’8% che ha segnalato un “forte calo” dei ricavi.  

Covid-19 , l’aumento delle vendite online e il ruolo essenziale del marketing

La pandemia ha però avuto come contraltare un deciso aumento delle vendite online. I dati di Criteo per il retail mostrano infatti che, nonostante l’anno turbolento, nell’anno 2020 il 38% degli intervistati ha riscontrato un aumento delle vendite eCommerce e delle conversioni rispetto all’anno precedente. 

In questo contesto, ben sette intervistati su dieci del panel hanno confermato che durante la pandemia il ruolo del marketing ha acquisito maggiore importanza nel generare risultati full funnel. E la ragione principale di questa crescente rilevanza è stata l’aumento delle attività di marketing digitale (51%) di brand e retailer finalizzate all’acquisizione di nuovi clienti (55%).  

Il digitale è un pilastro essenziale per il marketing 

Di fronte a un quadro sempre più complesso e un panorama economico in rapida evoluzione, i marketer sono costretti a rivedere i loro piani marketing e riadattare le principali strategie. Per il 2021, gli sforzi si concentreranno di più sull’eCommerce, con una  svolta dalle aree di investimento tradizionali a quelle digitali. Quattro intervistati su dieci affermano che nel 2021 i loro budget per retargeting e paid dispaly  su tutti i canali digitali, siti web e app retail verranno incrementati.

Focus su strategie omnichannel e annunci video

Le strategie e le integrazioni omnichannel resteranno strategiche nel 2021. Il 41% dei marketer dà priorità all’integrazione in-store/digitale e più di un terzo pensa di incrementare i propri budget dedicati alle strategie omnichannel. 

Una parte consistente dei budget per il digital marketing viene assegnata anche agli annunci video: la metà dei marketer intervistati ha allocato più del 20% degli investimenti sui video nel 2020 e il 24% afferma che nel 2021 tale budget aumenterà. 

Gli obiettivi primari del marketing per il 2021: proteggere e ampliare il business.

Per i marketer rimangono strategici i seguenti obiettivi:

- Acquisizione di nuovi clienti (49%): non sorprende che questo obiettivo sia al primo posto nei piani di marketing. I retailer sono stati costretti a passare al digitale per raggiungere nuovi consumatori online con caratteristiche molto simili a quelli dei punti vendita fisici. 

- Fidelizzazione dei clienti (45%): durante il primo lockdown i consumatori hanno scoperto nuovi siti online, per questo  i marketer hanno raddoppiato gli sforzi per catturare e fidelizzare questi nuovi consumatori digital first.

- Lo sviluppo di nuove offerte (43%): nel 2020 i brand hanno dovuto reinventarsi notevolmente e quindi sviluppare nuove offerte per soddisfare le esigenze dei consumatori. Fra queste la digitalizzazione dei punti vendita con la modalità click & collect.

Preoccupazione per i social.

Vista la crescente penetrazione dei social fra i consumatori, le aziende sono sempre più sensibili a come vengono percepite e temono di apparire accanto a contenuti fake. Un terzo di queste afferma che le sue campagne dipendono troppo da Facebook, Amazon e Google che sottolinea il desiderio di implementare potenti soluzioni di marketing oltre i walled garden.

“Le aziende si stanno preparando a un anno che tutti ci auguriamo in ripresa. Nel 2021, i marketer saranno focalizzati a generare risultati tangibili in un mondo in cui sempre più consumatori sono online e l’impatto economico e sanitario del COVID-19 desta ancora preoccupazione”, dichiara Alberto Torre, Managing Director di Criteo in Italia. “La sfida principale sarà quella di fidelizzare i nuovi consumatori acquisiti online, continuando ad offrire loro la migliore esperienza di acquisto attraverso offerte sempre nuove che rispecchino le loro esigenze e soprattutto che siano disponibili su diversi canali.” conclude Torre. 

Dicembre 2020 rispetto al dicembre 2019.

Metodologia: ricerca realizzata da Criteo coinvolgendo un panel di 1.000 senior marketing executive in tutto il mondo, di cui 100 in Italia.

- L’80 % delle risposte al sondaggio viene da CMO, Head of Digital e Regional Marketing Director

- Il 64% delle risposte viene da retailer e brand. La maggioranza delle risposte proviene da aziende che utilizzano diversi canali di vendita, tra cui i negozi online e fisici.