Digital

IAB Forum 2016. Muraglia (Audiweb): a settembre la total digital audience raggiunge 26.4 milioni di utenti, il mobile con 25,2 mln supera il pc. + 35,3% in due anni la fruizione di internet da mobile

Come evidenziato da Marco Muraglia, presidente Audiweb, allo IAB Forum, oggi le parole chiave della navigazione online sono mobile e app (l’88,6% del tempo totale in mobilità è generato dall’uso di mobile applications). Sui 18-34 enni il digital ha effettuato il sorpasso sulla tv.

Marco Muraglia, Presidente Audiweb, nella prima giornata dello IAB Forum che si è svolta questa mattina al MiCo a Milano, ha illustrato lo scenario di fruizione del web da parte dei consumatori italiani, mettendo in luce come ci sia stato un ulteriore slancio della mobile audience che, con 25,2 milioni di utenti unici (online da smartphone e/o tablet) ha effettuato il sorpasso sull’audience da Pc, che si attesta a 22,1 milioni di utenti.

La fruizione di internet da mobile nel mese registra, inoltre, un incremento del 35,3% in due anni, segno di un uso sempre più diffuso e frequente dei device mobili per accedere alla rete.

Dai dati sulla distribuzione del tempo trascorso online emerge che il 77,8% del tempo totale online è generato dalla navigazione da mobile e, più in dettaglio, l’88,6% del tempo totale in mobilità è generato dall’uso di mobile applications.  

Confrontando il trend dell’audience televisiva con l’audience di internet (total digital audience), sul segmento più ampio dei 18-74enni, negli ultimi due anni è evidente l’incremento del “popolo digitale” (+8% rispetto a settembre 2014).

Per la maggior parte degli italiani la TV resta ancora il mezzo dominante, ma le due curve dell’audience tendono ad accorciare le distanze e, nel caso dei Millennials (18-34 anni), la curva della total digital audience domina sulla TV, attestandosi a 6.5 milioni di utenti unici nel giorno medio su 6.2 milioni di telespettatori millennials.

Gli italiani non rinunciano del tutto al PC per navigare: sono, infatti, 20.8 milioni gli utenti online nel mese "cross-device", sia da mobile che da PC, con un dato in crescita del 12,3% a dispetto della fruizione esclusiva da PC che, invece, presenta una flessione del 73,6%”.

Vediamo i dati più nel dettaglio. 

In Italia internet è disponibile per l’88% della popolazione di 11-74 anni, con 42,2 milioni di italiani che dichiarano di poter accedere alla rete tramite qualsiasi device e da diversi luoghi. Dai dati di dettaglio della Ricerca di Base sulla diffusione dell’online in Italia, realizzata da Audiweb, risultano 35,5 milioni gli italiani che dispongono di un computer con accesso a internet da casa (il 73,9% degli italiani tra gli 11 e i 74 anni), 35,5 milioni con disponibilità di accesso da telefono cellulare/smartphone (il 73,9% dei casi), 14,7 milioni che confermano di poter accedere da tablet (il 30,6% dei casi).

La disponibilità di cellulari/smartphone predisposti per l’accesso a internet cresce del 12% rispetto all’anno scorso.


IL MOBILE SURFING SUPERA IL PC

Internet si conferma un mezzo parte integrante nella nostra quotidianità, utilizzato da tutta la popolazione indipendentemente dal livello socio-demografico, con picchi più elevati, nel caso del mobile surfing, per i giovani. Sono ormai una pratica diffusa navigare in internet con tutti i dispositivi di cui si dispone,  condividere contenuti, consultare le proprie app sulla home del cellulare

I dati sulla total digital audience nel mese di settembre rivelano che la mobile audience  con 25,2 milioni di utenti unici (online da smartphone e/o tablet) ha effettuato il sorpasso alla Pc audience, attestata a 22,1 milioni di utenti. La fruizione di internet da mobile nel mese di settembre cresce del 35,3% in due anni e raggiunge in modo capillare tutti i livelli, grazie a un particolare slancio in segmenti della popolazione che non risultavano ancora completamente coinvolti. Infatti, rispetto allo scorso anno, la fruizione di internet da mobile cresce del 79,6% tra gli over 55, e del 40,7% nell’area Sud e Isole, del 17,8% degli operai, del 35,8% tra gli artigiani, del 24,9% tra gli insegnanti, del 52,9% tra le casalinghe e del 89,3% tra i pensionati.

Dai dati della total digital audience nel giorno medio risultano 22,8 milioni gli utenti che accedono a internet dai dispositivi rilevati, navigando in media per 2 ore e 13 minuti. Più in dettaglio, navigano da mobile (smartphone e/o tablet) nel giorno medio circa 20 milioni di utenti unici (il 45,2% degli italiani tra i 18 e i 74 anni), mentre l’accesso a internet da computer si attesta a 10,6 milioni di utenti (il 19,3% degli italiani dai 2 anni in su).

La navigazione “mobile only”, esclusivamente da mobile (smartphone e/o tablet), raddoppia in un anno raggiungendo 4.3 milioni di utenti unici nel mese (+102,7%), ma gli italiani non rinunciano del tutto al pc per navigare. 

GLI ITALIANI ONLINE:  UNA GIOVANE ITALIA ALWAYS ON

Internet piace agli italiani, in modo diffuso e sempre più equamente distribuito, ma alle donne e ai giovani piace soprattutto mobile. Internet è da mobile per il 58,2% delle donne tra i 18-74 anni, per circa il 70% dei 18-24enni, il 72% dei 25-34enni e il 67,5 dei 35-54enni. 
Dai dati di consumo sulla fruizione mensile, emerge che il 93,4% degli utenti online ha consultato siti o applicazioni di ricerca, il 90,3% almeno uno tra i portali generalisti, l’87,4% i siti che offrono servizi e tool online, l’87,3% i social network.

La distribuzione del tempo online tra mobile e PC dipende abbastanza dai contenuti e dalle attività svolte. Infatti, si dedica più tempo alla navigazione da PC per i siti e i contenuti che richiedono maggiore concentrazione o un coinvolgimento più riservato e personale e si preferisce trascorrere più tempo online da mobile nel caso di contenuti e servizi più “social” e di intrattenimento.

Tra le categorie di siti dedicati all’intrattenimento, la categoria Video/Movies raggiunge l’82% degli utenti online (+5% rispetto a settembre 2015), così come raggiungono valori molto rilevanti le categorie di siti e applicazioni dedicati alla messaggistica ‘in mobilità’, cellular/paging con il 75,7% degli utenti (+13,3%), all’ecommerce mass market con il 73,6% degli utenti (+3,2%) e alla categoria ‘coupons/rewards’ con il 53% degli utenti (+9,4%), e alle news (categoria ‘current events & global news’) con il 68,4% degli utenti (+2%). 

Il rapporto tra device e contenuti dipende anche dall’età e, mentre i Millennials (18-34 anni) risultano “always on”, con oltre 59 ore e 11 minuti in media di tempo trascorso online nel mese dai device rilevati, preferendo, tra i vari contenuti, i contenuti video e di ecommerce e preferendo una navigazione esclusivamente da mobile nel 21% del segmento online, i Boomers (analisi effettuata sui 55-74enni) iniziano la scoperta e la conquista di internet dedicandovi in media 42 ore e 16 minuti dai device rilevati, presentando comunque la percentuale più elevata diutenti PC only – 13,7% dei 55-74enni online che hanno navigato solo da computer nel mese.

Nel mezzo è rappresentata la generazione dei 35-54enni, Gen X, che trascorre online 61 ore e 30 minuti principalmente da tutti i device rilevati (cross-device, PC e mobile nell’84,7% del segmento online) e, tra i siti “non social”, dedicando più tempo a email, online games e video.

Gli italiani online nel giorno medio preferiscono comunque navigare più da mobile che da PC, ma risultano particolari differenze nel rapporto tra fasce orarie, device e categorie di contenuti.

Al mattino, ad esempio, tra le ore 9 e le ore 12, si preferisce navigare da PC sui siti di informazione, sui portali generalisti e sui siti che offrono servizi finanziari, spostandosi a una navigazione in mobilità a metà giornata, tra le ore 12 e le 15, navigando su siti e applicazioni dei portali generalisti / communities o su servizi legati alla messaggistica e alle email (categoria “telecom internet services”). Nel pomeriggio, tra le ore 15 e le ore 18, la navigazione dei siti della categoria “telecom internet services”, della categoria Entertainment e di ecommerce è effettuata principalmente da PC, mentre nella serata, dalle ore 18, si ritorna sul mobile per ecommerce, intrattenimento e news.

Muraglia, presidente di Audiweb, ha concluso affermando:  “Gli italiani si muovono con nonchalance da un device all’altro, in base ad attitudini generazionali o ad esigenze di ordine pratico, legate alle attività svolte nel corso della giornata. Internet diventa uno strumento più aperto ed esteso, non solo nelle abitudini di consumo, ma anche nelle modalità di gestione, pianificazione e rilevazione che interessano particolarmente agli operatori del settore. Per questo è nata l’esigenza di rivoluzionare il sistema di rilevazione di Audiweb, portando avanti un lavoro di selezione del progetto / partner con cui procedere – Beauty contest – che si concluderà entro l’anno, avviato al fine di confermare il ruolo del JIC nel mercato – oggettività, super partes e centralità della currency – e offrire una piattaforma di rilevazione aperta, nelle modalità di rilevazione e in quelle di distribuzione e condivisione dei dati, in cui inclusività, panel evoluto – big data, dato daily, pre e post analysis, open data verso real time, programmatic e DMP saranno i principali pilastri alla base del nuovo sistema Audiweb 2.0.” "Entro la fine dell’anno decideremo l'impianto complessivo della ricerca a cui seguirà la scelta dei fornitori. Successivamente inizieremo i test sull’efficacia della nuova ricerca che sarà operativa dal 2017".

(In allegato pdf)

EC