Media

Il Sole 24 ORE: nel primo trimestre ricavi di 49,8 milioni (+1,9%). Ricavi pubblicitari in calo del -4,7%, ma cresce la raccolta in radio (+4,2%) e sui magazine (+3,3%). L'area Eventi segna +20,2%

Mirja Cartia d’Asero (nella foto), amministratrice delegata del Gruppo, ha commentato: “I risultati del primo trimestre dell’anno vedono la crescita di tutti gli indicatori economico-finanziari al netto delle poste non ricorrenti ed evidenziano il continuo miglioramento della PFN. Risultati positivi che confermano il buon andamento del Gruppo negli ultimi due anni e che tracciano un percorso che poggia sulla professionalità e competenza delle nostre redazioni e sulla loro capacità di garantire un’informazione sempre affidabile e di qualità. Guardando al futuro, siamo fortemente impegnati sul fronte dell’Intelligenza Artificiale con l’obiettivo di ottimizzare processi, prodotti e servizi esistenti, facilitarne lo sviluppo di nuovi, migliorando al contempo la personalizzazione dell'esperienza degli utenti. Il tutto in una logica di utilizzo di dati e contenuti esclusivamente interni, o provenienti da fonti verificate, sotto il presidio del controllo umano, nel rispetto dei valori etici e deontologici a cui da sempre aderiamo”.

Nel primo trimestre 2024 i ricavi del Gruppo 24 ORE crescono del +1,9% vs il primo trimestre del 2023  e valgono 49,8 milioni di euro, nonostante uno scenario caratterizzato da un quadro macroeconomico e geopolitico ancora incerto, grazie al continuo sviluppo dei prodotti dell’area Servizi Professionali e Formazione e alla crescita dell’area Cultura, nonché alla credibilità, alta qualità ed innovazione dei prodotti e dei contenuti offerti dal quotidiano e dalle altre aree del Gruppo.

Ebitda positivo per 3,8 milioni di euro ( -1,6 milioni di euro rispetto ai 5,4 milioni di euro del primo trimestre 2023, che aveva beneficiato di 2,1 milioni di euro di proventi non ricorrenti). In crescita del 17,7% l’Ebitda adjusted, che passa dai 3,2 milioni di euro del 31 marzo 2023 ai 3,8 milioni di euro del 31 marzo 2024 (+0,6 milioni di euro).

Ebit in sostanziale pareggio, in miglioramento di 0,6 milioni di euro rispetto al 31 marzo 2023, al netto delle voci non ricorrenti. Si riduce di 1,6 milioni di euro l’Ebit reported rispetto al 31 marzo 2023 quando era positivo per 1,6 milioni di euro.

Il Gruppo 24 ORE chiude il primo trimestre 2024 con un risultato netto negativo per 0,5 milioni di euro, in miglioramento di 1,3 milioni di euro rispetto al 31 marzo 2023 al netto delle voci non ricorrenti (-0,8 milioni di euro rispetto al risultato netto reported del 31 marzo 2023 pari a 0,4 milioni di euro), e un patrimonio netto pari a 23,1 milioni di euro, in diminuzione di 0,5 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2023, quando ammontava a 23,6 milioni di euro.

Continua il miglioramento della PFN che passa dai -22,2 milioni di euro di fine 2023 ai -15,4 milioni di euro di marzo 2024. 

Mirja Cartia d’Asero (nella foto), amministratrice delegata della Società, ha commentato: “I risultati del primo trimestre dell’anno vedono la crescita di tutti gli indicatori economico-finanziari al netto delle poste non ricorrenti ed evidenziano il continuo miglioramento della PFN. Risultati positivi che confermano il buon andamento del Gruppo negli ultimi due anni e che tracciano un percorso che poggia sulla professionalità e competenza delle nostre redazioni e sulla loro capacità di garantire un’informazione sempre affidabile e di qualità. Guardando al futuro, siamo fortemente impegnati sul fronte dell’Intelligenza Artificiale con l’obiettivo di ottimizzare processi, prodotti e servizi esistenti, facilitarne lo sviluppo di nuovi, migliorando al contempo la personalizzazione dell'esperienza degli utenti. Il tutto in una logica di utilizzo di dati e contenuti esclusivamente interni, o provenienti da fonti verificate, sotto il presidio del controllo umano, nel rispetto dei valori etici e deontologici a cui da sempre aderiamo”.

Andamento della gestione del Gruppo 24 ORE nel primo trimestre 2024

Nel dettaglio le principali dinamiche che hanno caratterizzato l’andamento dei ricavi consolidati:

I ricavi pubblicitari del Gruppo (16,7 milioni di euro pari al 33,6% dei ricavi consolidati) sono in calo del 4,7% rispetto al primo trimestre 2023 (pari a -0,8 milioni di euro): l’andamento della raccolta è stato condizionato dal rallentamento degli investimenti pubblicitari che ha coinvolto in questi ultimi mesi le aziende appartenenti ai settori core per i mezzi del Gruppo 24 ORE (Finanza/Assicurazioni, Media/Editoria; Servizi Professionali; Industria/Edilizia/Attività);

i ricavi editoriali sono in leggera diminuzione di 0,1 milioni di euro (-0,4%), principalmente in relazione al calo dei ricavi diffusionali del quotidiano (carta + digitale) e alla contrazione dei ricavi relativi ai periodici. Tali variazioni sono sostanzialmente compensate dalla crescita dei ricavi derivanti dalla vendita di banche dati; 

- gli altri ricavi sono in crescita di 1,9 milioni di euro (+27,0%) grazie al business della formazione (+0,8 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2023), ai maggiori ricavi dei prodotti software, certificazione Qualità 24 e ItalyX, nonché di convegni e mostre.

Tra le iniziative svolte nel corso dei primi mesi del 2024, si segnalano in particolare “ItalyX”, la certificazione di italianità delle imprese promossa da Il Sole 24 ORE in collaborazione con Confindustria, che ad oggi vede già oltre 50 aziende aderenti tra certificate e in via di certificazione; il successo delle iniziative di Sole 24 ORE Formazione tra cui il Master Telefisco, il Master Lavoro e l’ampia offerta di corsi in ambito ESG; l’evento annuale “Telefisco 2024” rivolto a commercialisti e a tutte le categorie professionali interessate alle novità normative della Manovra; la collana di educazione finanziaria “L’Economia di Zio Paperone”, in edicola con Il Sole 24 Ore nel mese di marzo; le iniziative per i dieci anni di HTSI, il magazine dedicato al lusso in collaborazione con Financial Times; e il lancio del nuovo family brand “24 ORE Podcast” che punta a rafforzare la strategia audio del Gruppo 24 ORE.

 

Focus sulle aree di business

Area Publishing & Digital

L’area Publishing & Digital chiude il primo trimestre 2024 con ricavi pari a 23,1 milioni di euro in diminuzione del 3,7% rispetto al pari periodo del precedente esercizio. Da segnalare in particolare la crescita messa a segno dall’agenzia Radiocor Plus che registra nel primo trimestre 2024 ricavi pari a 2,1 milioni di euro, in aumento di 0,2 milioni di euro (+13,0%) rispetto al 2023.

Nel dettaglio i ricavi diffusionali e altro ammontano complessivamente a 14,4 milioni di euro in sostanziale tenuta (-0,1%) rispetto al 2023. I ricavi diffusionali del quotidiano (carta + digitale) sono in diminuzione di 0,6 milioni di euro (-5,8%) rispetto al 2023: i ricavi diffusionali del quotidiano cartaceo ammontano a 4,7 milioni di euro (-10,8%), mentre i ricavi diffusionali del quotidiano digitale ammontano a 4,9 milioni di euro, in linea rispetto al primo trimestre 2023. I ricavi pubblicitari ammontano a 8,7 milioni di euro, in diminuzione di 0,9 milioni di euro (-9,2%) rispetto al primo trimestre 2023.

I ricavi dei magazine di Gruppo (How to Spend It e 24 Hours) chiudono il primo trimestre 2024 con una crescita dell’1,3%.

Il margine operativo lordo (ebitda) dell’area è positivo per 0,2 milioni di euro (0,9% in termini di incidenza sui ricavi) e si confronta con un ebitda positivo di 1,3 milioni di euro del primo trimestre 2023 (5,6% in termini di incidenza sui ricavi)

Per quanto riguarda i dati della diffusione, i dati ADS dei principali quotidiani nazionali indicano per il periodo gennaio-marzo 2024 un calo della diffusione totale delle copie cartacee sommate a quelle digitali del -7,4% rispetto allo stesso periodo del 2023, con un calo delle diffusioni della versione cartacea del -9,9% e della diffusione digitale del -3,1% (fonte: elaborazione dati ADS gennaio – marzo 2024).

La diffusione (carta + digitale) del quotidiano Il Sole 24 ORE per il periodo gennaio-marzo 2024 è complessivamente pari a 120.231 copie medie giorno (-9,8% rispetto al pari periodo del 2023), confermando il quotidiano al terzo posto nella classifica dei quotidiani nazionali (al netto delle testate sportive). In particolare, la diffusione media giorno cartacea dichiarata ad ADS per il primo trimestre del 2024 è pari a 38.042 copie (-19,4% rispetto al 2023). La diffusione digitale dichiarata ad ADS è pari a 82.188 copie medie giorno (-4,5% rispetto al 2023).

Per quanto riguarda i dati delle copie vendute de Il Sole 24 ORE, il Total Paid For Circulation medio del periodo gennaio-marzo 2024 è pari a 170.829 copie (-2,3% rispetto al pari periodo del 2023), comprensive di tutte le copie digitali multiple vendute, ma non dichiarabili come diffuse ai fini ADS e pertanto non inserite nella relativa dichiarazione.

Il portale www.ilsole24ore.com nel primo trimestre 2024 registra una media giornaliera di 1 milione di browser unici. Il mondo video registra nei primi 3 mesi del 2024 una media mensile di visualizzazioni pari a 17,2 milioni. Le audiostream dei podcast si assestano sulla media mensile di 708.000.

Continua l’incremento della base utenti sui social network che nel primo trimestre 2024 ha superato i 5,6 milioni di followers, con un aumento anno su anno di tutte le piattaforme (Youtube +25,2%, TikTok +14,7%, Linkedin +10,8%, Instagram +9,0%, Twitter +2,0%, Facebook +0,7% (fonti: Linkedin Analytics, Facebook Insights, Twitter Analytics, Youtube Analytics, TikTok Analytics, Crowdtangle, Whatsapp). Il Sole 24 ORE si riconferma primo editore per numero di follower su Linkedin, con la newsletter nativa Management 24 che ha superato a marzo i 404 mila iscritti.

Nei primi tre mesi del 2024 è proseguito il percorso di rafforzamento della proposta di offerta di contenuto e abbonamento legata al sito e al quotidiano con la partenza della nuova formula “Tutto il sito”, avviata nel novembre 2023 attraverso l’introduzione in fase di test di tecnologie di gestione dinamica delle proposte di abbonamento e con il lancio del nuovo motore di ricerca interno al sito, che consente agli utenti di ricevere risultati più accurati e rispondenti alle proprie esigenze attraverso modelli di personalizzazione.

Il focus sull’informazione multimediale segue il percorso di rafforzamento del Gruppo nella direzione della Multimedia Tech Company: nel corso dei primi tre mesi del 2024 prosegue l’offerta digitale de Il Sole 24 ORE sul fronte delle produzioni video, con un ricco palinsesto quotidiano di dirette sul sito e di produzioni audio.

 

Area Servizi Professionali e Formazione

I ricavi dell’area Servizi Professionali e Formazione nel primo trimestre 2024 sono pari a 14,3 milioni di euro, in aumento di 1,1 milioni di euro (+8,4%) rispetto al 2023, grazie allo sviluppo delle banche dati, del business della Formazione, dei software e delle certificazioni Qualità 24 e ItalyX, nonostante la contrazione dei ricavi relativi a libri e periodici.

Nel dettaglio, i ricavi del business dei Servizi Professionali sono pari a 13,1 milioni di euro in aumento di 0,3 milioni di euro (+2,1%) rispetto al primo trimestre 2023, principalmente per la crescita dei ricavi delle banche dati del 5,1% (+0,4 milioni di euro a 9,1 milioni di euro) e della linea prodotto software Valore 24 del 19,0% (+0,1 milioni di euro a 0,8 milioni di euro), in parte assorbita dalla flessione delle linee prodotto periodici e libri del 40,9% (-0,4 milioni di euro a 0,6 milioni di euro).

I ricavi del business della Formazione sono di 1,2 milioni di euro, e si riferiscono sia ai progetti a contenuto Norme e Tributi, sviluppati internamente all’area, sia alla componente delle royalties derivanti dalla partnership avviata a fine 2022 con il Gruppo Multiversity in aree diverse da quelle seguite direttamente da Sole 24 ORE S.p.A., oltre agli accordi di formazione realizzati con 4Manager.

 

Area Radio

L’area Radio chiude il primo trimestre 2024 con ricavi pari a 3,6 milioni di euro, in crescita di 0,1 milioni di euro (+4,0%) rispetto al primo trimestre 2023, con ricavi pubblicitari tramite il mezzo radiofonico ed il sito www.radio24.it pari a 3,4 milioni di euro (+4,2% rispetto al primo trimestre 2023).

Il margine operativo lordo (ebitda) dell’area è negativo per 42 mila euro, in miglioramento rispetto al primo trimestre 2023 che presentava un ebitda negativo per 138 mila euro.

La piattaforma Radio 24 – 4.0 ha registrato nel periodo Gennaio/Marzo 2024 un valore medio di pagine viste mese di 6,1 milioni. Il numero di utenti unici raggiunge una media mensile di 1 milione (fonte: Mapp Intelligence – gennaio/ marzo 2024). A marzo 2024 le audio stream (download e streaming on demand) dei podcast, fruibili da sito e app di Radio 24, ma anche dalle principali piattaforme terze quali Spotify, Google Podcast, Apple Podcast, Amazon Music, sono state 8,6 milioni. Da gennaio a marzo 2024 sono stati scaricati 24,2 milioni di podcast, per una media mensile di circa 8 milioni (fonti: gennaio/marzo 2024: Audiometrix per il sito e App, Spotify Metrix per Spotify, Google Podcast Analytics per Google, Apple Analytics per Apple, Amazon Analytics per Amazon).

 

Area System 24

System 24 chiude il primo trimestre del 2024 con ricavi pari a 16,3 milioni di euro, in calo del 4,3% rispetto al pari periodo del precedente esercizio. L’andamento della raccolta è condizionato dal rallentamento degli investimenti pubblicitari che in questi ultimi mesi ha coinvolto le aziende appartenenti ad alcuni settori core per i mezzi del Gruppo 24 ORE (in particolare, Finanza/Assicurazioni, Media/Editoria; Servizi Professionali; Industria/Edilizia/Attività).

In particolare, a fronte di un mercato di riferimento dei quotidiani (netto locale) che nel periodo gennaio – febbraio 2024 registra un calo del 19,3% (totale quotidiani, netto locale, fonte: dati netti Nielsen gennaio/febbraio 2024 vs 2023), Il Sole 24 ORE (quotidiano + supplementi) chiude il primo trimestre del 2024 con un calo più contenuto (-11,5%) del mercato.

Anche i magazine di Gruppo mostrano un andamento migliore (con una crescita del 3,3%) rispetto al mercato di riferimento, in flessione del 10,2% nel periodo gennaio – febbraio 2024 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (fonte: dati netti Nielsen gennaio/febbraio 2024).

Il mercato radiofonico chiude il periodo gennaio - febbraio 2024 in crescita del 10,8% (fonte: dati netti Nielsen gennaio/febbraio 2024 vs 2023). Nel primo trimestre 2024 Radio 24 segna una crescita del 5,2%, rispetto al pari periodo dell’anno precedente.

Il mercato digital mostra un andamento positivo nei primi due mesi dell’anno con un +4,2% (fonte: dati netti Nielsen gennaio/febbraio 2024 vs 2023). Nel primo trimestre 2024, la raccolta dell’online della concessionaria registra nel complesso un calo del -6,5% rispetto al pari periodo del 2023 (al netto della tipologia fondi e della raccolta sulle testate estere); i siti di Gruppo (netto fondi) segnano una flessione del 4,4%.

Il margine operativo lordo (ebitda) dell’area è negativo per 0,2 milioni di euro e si confronta con un ebitda negativo per 0,1 milioni di euro del pari periodo del 2023.

 

Area Eventi

In tale contesto l’area Eventi chiude il primo trimestre 2024 con ricavi pari a 0,7 milioni di euro e si confronta con ricavi pari a 0,5 milioni di euro al 2023, in crescita del 20,2%, grazie soprattutto al lancio del Forum Internazionale del Turismo Italiano ed alle attività ad esso correlate. In riferimento alle tipologie di format, si evidenzia un forte ritorno agli eventi in presenza con una numerica di pubblico in aumento rispetto all’anno precedente. Al contempo si riduce l’interesse per gli eventi “Digital Only” la cui applicazione in alcuni progetti va ricondotta ad esigenze di carattere organizzativo.

Area Cultura

L’area Cultura ha registrato nel primo trimestre 2024 ricavi pari a 4,4 milioni di euro, in crescita di 0,6 milioni di euro (+14,5%) rispetto allo stesso periodo del 2023, per il buon andamento sia dei ricavi da mostre che del comparto editoriale.

Il margine operativo lordo (ebitda) dell’area è negativo per 0,3 milioni di euro e si confronta con un ebitda negativo per 10 mila euro del pari periodo del 2023.

Nel primo trimestre 2024 le mostre realizzate da 24 ORE Cultura al Mudec hanno registrato complessivamente 95.182 visitatori, di cui 89.352 paganti, che si confrontano con 69.744 visitatori, di cui paganti 66.454 del primo trimestre 2023.

 

Evoluzione prevedibile della gestione

Il contesto macroeconomico e geopolitico attuale, caratterizzato dall’incertezza legata ai conflitti in corso, dalle prospettive di crescita moderate dell’economia globale, dalle attese di riduzione dei tassi di interesse e da un elevato livello del costo della vita, impone di continuare a mantenere una certa cautela rispetto alle previsioni future.

In tale scenario, il Gruppo conferma la propria volontà di perseguire una crescita costante e sostenibile, facendo leva sulla continua valorizzazione del brand, sulla digitalizzazione dei prodotti e dei processi, nonché sull’internazionalizzazione, potenziando ulteriormente il proprio ruolo di media group di riferimento per il Sistema Paese in termini di informazione, formazione e di strumenti a supporto della business community per fronteggiare le nuove sfide nei mercati nazionali ed internazionali.

Si ritiene quindi di poter confermare la crescita del Gruppo su arco di Piano con riguardo ai principali indicatori economico-finanziari.