Industry

Europei 2032, sono 11 le città italiane candidate a ospitare l'evento

Via libera da parte della commissione Cultura del Senato in merito alla risoluzione che impegna il governo a sostenere la candidatura avanzata dalla Figc. Anche la Turchia si candida ma il verdetto finale si saprà tra settembre e ottobre 2023.

L'Italia sogna gli Europei 2032, e lo conferma il via libera da parte della commissione Cultura del Senato in merito alla risoluzione che impegna il governo a sostenere la candidatura avanzata dalla Figc. Dopo la vittoria degli Europei 2020, evento durante il quale si sono disputate alcune gare delle prime fasi dei gironi proprio in Italia, per la competizione del 2032 si pensa a ottenere l’intera copertura dell'evento, con la candidatura che è ormai quasi ufficiale.

Il governo ha deciso di supportare la candidatura del nostro Paese, impegnandosi ad assumere "ogni opportuna iniziativa di propria competenza che valorizzi l'interesse nazionale rispetto a tale evento e alle relative eredità, oltre a garantire il necessario supporto per il miglioramento delle infrastrutture sportive e infine ad assumere iniziative al fine di favorire la promozione dei territori interessati e una loro maggiore visibilità a livello internazionale, anche nell'ottica della valorizzazione dell'immenso patrimonio culturale presente nelle città candidate a ospitare l'evento sportivo", ha dichiarato il relatore Filippo Melchiorre (FdI).

Gabriele Gravina, Presidente della Federazione Italia Giuoco Calcio, ha dichiarato: “Questo importante impegno politico rafforza il percorso che abbiamo tracciato e che ci vede quotidianamente al lavoro con il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, che condivide il nostro stesso obiettivo – si legge su SkyTg24 – la candidatura nasce da una visione che si sta facendo progetto, organizzare gli Europei può contribuire a dare una prospettiva di sviluppo al calcio italiano e all’intero sistema Paese. Ringrazio il presidente della Commissione, Roberto Marti, tutti i componenti e in particolare il primo firmatario, il sen. Filippo Melchiorre, che con grande responsabilità e senso delle istituzioni si è impegnato in prima persona per raggiungere questo risultato”.

Ovviamente c'è ancora tanta strada da percorrere, e prima di tutto bisogna presentare il dossier ufficiale alla Uefa entro il prossimo 12 aprile. In secondo luogo è necessario battere la concorrenza della Turchia. Ciononostante si respira grande fiducia, soprattutto ora che l'Italia ha anche le sue 11 città candidate a ospitare la competizione, ovvero: Milano, Torino, Verona, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Cagliari, Bari e Palermo.

Entro fine marzo la Federcalcio dovrà stabilire quali saranno le 10 città definitive, e infine tra i mesi di settembre e ottobre si saprà se l'Italia ospiterà gli Europei 2032.