UPDATE:
Oltre 300 imbarcazioni e 270 aziende le protagoniste della quinta edizione del Salone Nautico di Venezia. Fabrizio D’Oria: “La città si sta candidando a diventare un centro permanente per la nautica".Different presenta a Padova i risultati della ricerca sull’influencer marketing condotta da EMG Different alle aziende del Nord EstZurich torna on air con la campagna pubblicitaria a cura di 72andSunny che racconta il valore della protezione assicurativa e finanziaria. La pianificazione è affidata a DentsuCasa.it lancia la nuova campagna “La casa che cerchi” a cura di CaffeinaIl Gruppo 24 ORE supporta con tutte le iniziative editoriali e la capacità di produzione informativa la 3a edizione del Festival dell’Economia di Trento. Inclusa una campagna adv e socialPer Ichnusa, LePub realizza uno spot per dire no all'abbandono bottiglie di vetro come lascito della serata fuori: “Se deve finire così, non beveteci nemmeno”Ferrafilm e STIM Tech Group sostengono "Love is love", cortometraggio dal messaggio corale di rispetto e inclusione contro le discriminazioni sull’orientamento di genereDal Progetto Montagna, il Teatro Verdi Pordenone e Cai promuovono il debutto del "Montagna Teatro Festival": spettacoli, nuova drammaturgia, incontri, convegni, letteraturaGruppo Mondadori lancia PLAI, l’acceleratore dedicato alle startup nel campo dell’Intelligenza Artificiale Generativa. Investimento da 6 milioni nel triennio 2024-2026Serviceplan Italia vince la gara e lancia la nuova campagna corporate di Nestlé ' Il nido che condividiamo'
Sponsorizzazioni

Il Gruppo Unipol Main Sponsor dell'esposizione "Bosch e un altro Rinascimento" realizzata da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE a Palazzo Reale, a Milano

Per il Gruppo sostenere questo appuntamento culturale rientra in una strategia di sponsorizzazione che fa della promozione della cultura una delle principali aree di intervento dell’azienda.

Il Gruppo Unipol è Main Sponsor della mostra “Bosch e un altro Rinascimento”, in programma presso Palazzo Reale a Milano a partire da domani 9 Novembre fino al 12 Marzo 2023, a cura di Bernard Aikema, Fernando Checa Cremades e Claudio Salsi. L’iniziativa promossa dal Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e Castello Sforzesco, è stata realizzata da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE. Il percorso espositivo si comporrà di un centinaio di opere d’arte tra dipinti, sculture, arazzi, incisioni, bronzetti e volumi antichi. In questa raccolta spiccano alcuni dei più celebri capolavori di Bosch e operi derivate da soggetti del Maestro, mai presentate insieme prima d’ora in un’unica mostra.

“Seguendo l’esempio di Bosch che ha saputo cogliere le inquietudini di una epoca segnata dal passaggio da un secolo all’altro, Unipol non vuole ignorare i cambiamenti epocali della società, all’interno della quale il nostro obiettivo è garantire più solidità e sicurezza nel futuro della vita delle persone e delle aziende– afferma Vittorio Verdone, Direttore Communication and Media Relation del Gruppo Unipol -. Ci proponiamo come interlocutori innovativi per i temi di sviluppo nel nostro Paese, dove l’arte, la storia e la cultura costituiscono punti di forza da condividere”.

La fama di Bosch non iniziò nelle Fiandre, dove l’artista era nato, ma in Europa meridionale. Il fenomeno Bosch infatti ebbe origine nel mondo mediterraneo, precisamente nella Spagna e nell’Italia del Cinquecento, dove dominava il classicismo rinascimentale. E’ proprio in Italia che il linguaggio fantastico ed onirico di Bosch e dei suoi seguaci, protagonisti di “un altro Rinascimento”, troveranno il terreno più fertile e maturo per crescere e diventare modello figurativo e culturale per quel tempo e per molte delle generazioni di artisti successive.

Per il Gruppo Unipol sostenere questo importante appuntamento culturale rientra in una strategia di sponsorizzazione che fa della promozione della cultura una delle principali aree di intervento dell’azienda. Una scelta coerente con i valori aziendali, intrapresa nella convinzione che lo sviluppo economico dell’impresa debba progredire accompagnando e sostenendo anche la crescita culturale e sociale della comunità in cui opera. Per essere vicini alle persone, ai loro bisogni e alle loro passioni.