Evento b2c

Eurosport a Parigi per festeggiare la conclusione del Tour de France

Eurosport ha dedicato ampie energie editoriali intorno al Tour de France: oltre alla messa in onda dei momenti salienti della gara con reportage dal backstage e con telcamere costantemente accese sulle soggettive dei corridori, il canale ha organizzato per la stampa un vero e propio evento nell’evento.

france.JPG
Con la vittoria dello statunitense Floyd Landis cala il sipario sulla 93° edizione del Tour de France.
e20express ha assisitito all’evento ospite a Parigi di Eurosport, il gruppo pan-europeo che, con più di 145 ore di trasmissione di cui 80 dedicate alla diretta, ha garantito la massima visibilità alla gara ciclistica più celebre al mondo che quest’anno si è snodata su un percorso di oltre 3.600 km.

Domenica 24 luglio, in Place de la Concorde, si è consumato l’aspetto più spettacolare del tour con i ciclisti che hanno fatto ingresso nella città e percorso otto giri intorno agli Champs Elysées dinanzi a un pubblico non solo parigino, ma proveniente da tutte le parti della Francia e dell’Europa.


È la testimonianza che il Tour de France è diventato uno spettacolo non solo sportivo ma anche e soprattutto un rito collettivo di riconoscimento, una gara itinerante che richiama l’eccelenza atletica dei ciclisti di tutto il mondo.


Sul gradino più alto del podio della 20° e ultima tappa è tornato Thor Hushovd, norvegese della Credit Agricole, che nei 100 metri finali batte con una volata Robbie McEwen, leader della classifica a punti, e Stuart O"Grady, della CSC.

corsa.JPG
Ma la passerella finale degli Champs Elisée, traguardo storico della Grande Boucle, è stata tutta per Floyd Landis, statunitense della Phonak, vincitore assoluto del viaggio francese. Il 31enne ha indossato la maglia gialla tra le ovazioni del pubblico.
Non c'è stato paesaggio più adatto che l'Arco di Trionfo per premiare l'eroe della corsa che, dato per vinto a pochi giorni dalla conclusione, si è rivelato protagonista di frazioni magistrali.

Non sorprende quindi che Eurosport abbia dedicato ampie energie editoriali intorno a un evento di questa portata: oltre alla messa in onda dei momenti salienti della gara con reportage dal backstage e con telcamere costantemente accese sulle soggettive dei corridori, il canale ha organizzato per la stampa un vero e propio evento nell’evento.

e20express in qualità di pubblico ha partecipato a una festa per gli occhi: godendo di un’ottima visuale dalla tribuna situata proprio sotto l’obelisco nero-oro della piazza, ha assisitito dapprima alla sfilata della carovana pubblicitaria con 200 mezzi appartenenti a più di 40 sponsor diversi e poi alla pedalata colorata dei ciclisti che hanno sfidato la “canicule” del pomeriggio parigino.
La piazza, completamente transennata e inaccessibile sin dalla mattina, è stata allestita in maniera tale che gli spalti fossero abbastanza vicini alla corsa e, allo stesso tempo, permettessero ai fotografi ufficiali di gestire i loro obiettivi a favore dei protagonisti.

La zona meno esposta e più retrocessa rispetto alla pista, è stata occupata da un enorme capannone dove giornalisti di stampa e tv hanno consumato un pranzo celebrativo aspettando che i corridori entrassero in città.
e20express al tavolo di Eurosport ha pasteggiato con Foie gras di anatra marmorizzato all’albicocca e pain de piece pesto di agnello con cuori di carciofi; un delizioso vassoio di formaggi francesi e, per finire in dolcezza, un crema al mascarpone con fragole porpora su una piattaforma di cioccolato bianco.
I maxischermi all’ombra del tendone trasmettevano l’avanzamento del giro dalle campagne verso le porte di Parigi.