Live entertainment

Vela e Venezia Spiagge al Festival del Cinema con l'evento Blue Full Moon, show in stile 'felliniano' dedicato alla luna piena

Appuntamento giovedì 3 settembre con una serata eclettica in onore di uno dei più famosi registi del cinema italiano, il grande Federico Fellini, del quale quest’anno ricorrono i 100 anni dalla nascita. Come dichiarato dal Principe Maurice, regista, ideatore dello show e direttore artistico della Terrazza Blue Moon: "Sarà un evento eclettico di arti varie dedicato, come in una serata felliniana, alla Luna Piena", in una location d’eccezione che, per l’occasione, diventerà uno spazio onirico, magico e immaginifico.

In concomitanza con la 77esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in corso al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre 2020, Vela e Venezia Spiagge danno appuntamento a giovedì 03 settembre per assistere a un grande evento sulla Terrazza Blue Moon col Principe Maurice, “Paladino del glamour, della cultura e dello svago anche in tempo di Covid”, come lui ama definirsi.

“Blue full Moon” sarà una serata eclettica dedicata alla luna e ad uno dei più famosi registi del cinema italiano, il grande Federico Fellini, del quale quest’anno ricorrono i 100 anni dalla nascita. Come dichiarato dal Principe Maurice, regista, ideatore dello show e direttore artistico della Terrazza Blue Moon: "Sarà un evento eclettico di arti varie dedicato, come in una serata felliniana, alla Luna Piena", in una location d’eccezione che, per l’occasione, diventerà uno spazio onirico, magico e immaginifico.

Ad aprire la Kermesse, dalle ore 19.00, il sound designer Francesco Trizza, che per l’occasione indosserà un preziosissima giacca di Dolce & Gabbana, un pezzo unico dedicato al centenario felliniano, impreziosito da 35.000 pietre Swarovski applicate a mano riproducenti la locandina di Amarcord realizzata da Giuliano Geleng – pittore, cartellonista cinematografico italiano e collaboratore del maestro riminese, su richiesta di Fellini stesso che gli chiese qualcosa che “sprigionasse una lietezza squillante di una cartolina natalizia , o meglio pasquale”.

A trent’anni dall’uscita del film “La Voce della Luna” (era il 30 gennaio 1990), un Gonnella – paranoico e complottista con l’amico Ivo Salvini, poeta malinconico ed innamorato, vivono un’avventura onirica nella Pianura Padana, la “voce della Luna” ritorna al Lido di Venezia.

Come dichiarato da Maurice Agosti, la frase che più l’ha colpito, è stata quella del protagonista Gonella (Paolo Villaggio) quando dice: «Il ballo è…è un ricamo… è un volo… è come intravedere l’armonia delle stelle… è una dichiarazione d’amore… il ballo è un inno alla vita.»

Ad interpretare con sensuale eleganza questo poetico concetto, ispirata agli eccessi della Marchesa Casati, l’artista internazionale di “Glamour Burlesque” Giuditta Sin con due numeri presentati a New York e New Orleans in occasione dei relativi Festival Internazionali e in prima assoluta in Italia al Lido.

Un’altra citazione suggestiva, prosegue il Principe Maurice, è la dichiarazione del coprotagonista Ivo Salvini (Roberto Benigni): «Il fuoco! Dove vanno tutte quelle scintille? Il fuoco quando si spegne, dove va? Come la musica. che nessuno sa dove va quando finisce».

A seguire, il pantomimo “boylesque” Simon the Prince (Simone Fucci, co-regista dello spettacolo) si esibirà in una improvvisazione sul tema della “Passione, il Fuoco dell’Anima” sulle note del compositore di sonorità elettroniche live Alessandro Panicciari AXL P (Aleryde), della scuola di Brian Eno, conosciuto in tutto il mondo per le sue ricerche e produzioni rivolte alla musicoterapia, e che curerà anche le ambientazioni sonore degli intervalli tra uno show e l’altro.

Un’altra frase felliniana toccante, quasi una visione, ribadita da Ivo Salvini: “Anche la Luna, quando è bella piena, matura, può cascarti tra le braccia” che verrà interpretata, con l’eleganza che lo contraddistingue, il noto coreografo e danzatore Arduino Bertoncello, (che si è esibito anche di fronte a Sua Maestà la Regina Elisabetta II d’Inghilterra) supportato da una coppia di ballerini, Alberto Faccio e Giulia Dotta, sulle note di “Guarda che Luna” di Fred Buscaglione nell’interpretazione “tanguera” di Emma.

Tra gli ospiti veneziani per la prosa, con due importanti monologhi: la nota attrice/autrice Chiara Stella Seravalle, presidente di ArteMide e ricercatrice culturale con un suo lavoro dedicato a “Lilith: la Prima Donna”, rappresentata anche come “Luna nel suo Apogeo”, oltre a Lorenzo Veneziale Scocco, giovane, aristocratico attore lidense che si cimenterà nel “Enrico IV” di Pirandello, sintesi del concetto di “lunatico”.

L’evento “ Blue Full Moon”si svolgerà dalle 19.00 alle 24.00 – con inizio dello spettacolo alle 22.30, il 3 settembre 2020, presso la Terrazza Blue Moon P.le Bucintoro al Lido di Venezia. E’ previsto l’ingresso gratuito, solo su prenotazione (massimo 200 persone), con Servizio di Cocktail Bar.