Evento pubblico

100 artisti, 50 panel, 10 incontri, oltre 30.000 presenze in teatro nel bilancio dell'ultima edizione di Vanity Fair Stories sul tema "The change is you"

Gli utenti unici sul sito durante il live evento sono stati quattro volte quelli dell'edizione 2021 e sono state superate le 7 mio video views tra sito e social. Risultato a cui si aggiungono tutte le attività social effettuate dagli artisti che hanno partecipato all’evento.

100 artisti, ovvero più del doppio rispetto alle scorse edizioni, 50 panel, 10 incontri nel foyer e tante performance.  L’ultima edizione di Vanity Fair Stories, andata in scena lo scorso weekend, completamente dal vivo e per la prima volta al Teatro Lirico Giorgio Gaber di Milano, ha registrato un record senza precedenti con più di 30.000 presenze in Teatro. La risposta del pubblico è stata entusiasmante fin da subito: a un solo giorno dalla messa online del programma molti talk erano già completamente sold-out. 

Grande successo anche per il pubblico che ha seguito gli incontri in streaming sul sito e sui canali Facebook e Instagram di Vanity Fair Italia. Gli utenti unici sul sito durante il live evento sono stati quattro volte quelli dell'edizione 2021 e sono state superate le 7 mio video views tra sito e social. Risultato a cui si aggiungono tutte le attività social effettuate dagli artisti che hanno partecipato  all’evento.

Il tema di Vanity Fair Stories 2022 era necessario e potente: The change is you, storie che cambiano il mondo. Sul palcoscenico si sono susseguite tante personalità della contemporaneità che del cambiamento sono parte attiva. 100 tra i più grandi nomi della cultura italiana, del mondo del cinema della musica, dello spettacolo e della televisione. Tutti dal vivo per raccontare storie che cambiano il mondo.

Tra i grandi personaggi che hanno partecipato all’evento: Arisa, cantautrice e insegnante di Amici 22; Antonio Albanese, attore e regista; Ambra Angiolini, attrice, cantante e giudice di X Factor 2022; Annalisa, cantautrice; Arturo Artom, Founder Cenacolo Artom; Maria Vittoria Baravelli, tra le prime art sharer in Italia, curatrice d'arte e di fotografia, membro del CDA del Museo del MAR; Jonathan Bazzi, scrittore, il suo ultimo romanzo è Corpi minori; Ludovico Bessegato, regista e sceneggiatore; Claudio Bisio, attore e conduttore; Alessandro Borghi, attore; Giorgio Brasca, attore; Massimiliano Bruno sceneggiatore, attore e regista; Giovanni Caccamo, cantautore; Aurora Calabresi, attrice; Paolo Calabresi, attore; Maccio Capatonda, comico, attore, vincitore di Lol 2; Francesco Cicconetti, attivista, ha appena pubblicato il libro Scheletro femmina; Coma Cose, duo indie pop/rap formato da Fausto Lama e California; Paolo Costella, regista del film Vicini di Casa; Dargen D’Amico, cantautore, produttore discografico e giudice di X Factor 2022; Marco D’Amore, attore e regista; Diodato, cantautore, vincitore di Sanremo 2020 con Fai rumore; Charity Dago, imprenditrice e fondatrice di Wariboko, la prima agenzia di management per afro discendenti in Italia; Carlo De Ruggieri, attore, è nel cast di Boris 4; Deda, dj, rapper e produttore discografico; Andrea Delogu, conduttrice televisiva e radiofonica, scrittrice, attrice; Daphne Di Cinto (in collegamento da Londra), attrice e regista de Il Moro, corto storico già pluripremiato in Italia e all’estero; Michele Di Mauro, attore, è tra i protagonisti della versione italiana di Call my agent - Italia!;  Sara Drago, attrice; Andrea Favaretto, Life & mental coach; Fedez, cantautore, produttore e giudice di X Factor 2022; Tiziano Ferro (in collegamento da Los Angeles), icona della musica mondiale; Valentina Ferragni, influencer e imprenditrice; Giuseppe Fiorello, attore, produttore e regista; Drusilla Foer, performer, alter ego dell’attore Gianluca Gori; Pilar Fogliati, attrice; Maria Chiara Giannetta, attrice; Ginevra, cantante; Beatrice Grannò, attrice e musicista; Gianluca Grignani, icona del pop italiano degli anni Novanta; Lino Guanciale, attore; Caterina Guzzanti, attrice, è tra i protagonisti di Boris 4; Haroun Fall, attore; Roberto Isibor, avvocato; Maurizio Lastrico, attore, è tra i protagonisti della versione italiana di Call my agent Italia!!; Achille Lauro, cantautore e performer; Edoardo Leo, attore, sceneggiatore e regista; Valerio Lundini, comico e conduttore televisivo; Lorenzo Luporini, autore per il web e content creator; Mara Maionchi, produttrice discografica e personaggio televisivo; Luca Marinelli, attore; Vinicio Marchioni, attore; Frank Matano, comico, tra i protagonisti del nuovo comedy show Prova Prova Sa Sa; Emma Marrone, cantante e attrice; Marco Mengoni, pop star di fama internazionale; Daniele Mencarelli, poeta e scrittore; Riccardo Milani, regista e sceneggiatore; Muriel, attivista e content creator; Nek, cantautore; Pinguini Tattici Nucleari, fenomeno pop; Vittoria Puccini, attrice; Raf, cantautore; Angela Rafanelli, conduttrice a autrice televisiva; Luca Ravenna, comico e autore televisivo; Rkomi, rapper, cantautore e giudice di X Factor 2022; Gianmarco Saurino, attore; Maria Schrader, regista del film Anche Io, che racconta le indagini sugli abusi perpetrati dal produttore cinematografico Harvey Weinstein; Pierpaolo Spollon, attore; Lisa Nur Sultan, autrice; Giorgia Surina, conduttrice, attrice e autrice del libro In due sarà più facile restare svegli; Mattia Stanga, star di TikTok e podcaster di Chora Media; Tananai, cantautore e produttore discografico; Paola Turani, modella e influencer; Sofia Viscardi, youtuber e scrittrice; Fabio Volo, conduttore, scrittore, attore; Veronica Costanza Ward, giornalista, autrice freelance e consulente per la Diversity; Tommaso Zorzi, conduttore e personaggio televisivo.

Sul palcoscenico di Vanity Fair Stories 2022 sono saliti anche il cast di Mare fuori con Artem, Massimiliano Caiazzo, Giacomo Giorgio, Nicolas Maupas, Matteo Paolillo, Valentina Romani; e il cast di SKAM Italia con Beatrice Bruschi, Francesco Centorame, Federico Cesari, Giancarlo Commare, Rocco Fasano, Lea Gavino, Mehdi Meskar, Pietro Turano.

L’evento, Patrocinato del Comune di Milano, è stato reso possibile anche grazie al supporto di alcuni partner: ŠKODA, per il quinto anno consecutivo è stato Main Partner di Vanity Fair Stories. La Casa automobilistica ha svelato la sua nuova immagine e il nuovo logo sviluppati per enfatizzare l’evoluzione del Brand, che porterà al lancio di modelli inediti nei prossimi anni, sviluppati mettendo al centro la sostenibilità e l’elettrificazione, con un occhio di riguardo alla digitalizzazione. Per accompagnare questo percorso, ŠKODA ha portato sul palcoscenico di Vanity Fair Stories un mental & life coach d'eccezione: Andrea Favaretto (nella foto), che ha coinvolto gli ospiti con uno storytelling ispirazionale e motivazionale verso l’esplorazione di nuove idee, per migliorare se stessi e le proprie connessioni.

Event Supporter di Vanity Fair Stories è BANCOMAT S.p.A. che da quasi 40 anni, gestisce i circuiti di prelievo e pagamento più diffusi e conosciuti in Italia, identificati dai marchi BANCOMAT®, PagoBANCOMAT® e BANCOMAT Pay®. Al festival gli ospiti di BANCOMAT S.p.A. sono stati accolti all’interno della galleria del teatro, per vivere un’esperienza unica di spettacolo. 

Tra le iniziative Speciali: quella di Berlucchi, che ha portato un pezzetto di Franciacorta all’interno di Vanity Fair Stories, per regalare un brindisi agli ospiti della manifestazione con Berlucchi ’61 Franciacorta Satèn, la più elegante espressione dello Chardonnay franciacortino. Cenacolo Artom, considerato uno dei più significativi Cenacoli culturali italiani, ogni mese ospita leader provenienti da differenti settori, dall’arte al design, dall’imprenditoria allo spettacolo, confrontandosi e scambiandosi idee e prospettive sul futuro. Sul palco di Vanity Fair Stories Arturo Artom, Founder di Cenacolo Artom, e Maria Vittoria Baravelli hanno dato vita a un dialogo a tema “mecenatismo contemporaneo”: quali iniziative intraprendere per favorire l’arte e la sua comunicazione, oggi.

Il progetto “Think Milk, Taste Europe, Be Smart!” promosso dalla filiera lattiero casearia dell'Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, realizzato da Confcooperative e cofinanziato dalla Commissione europea, intende migliorare il grado di conoscenza dei prodotti agricoli europei, attraverso la promozione della cultura produttiva del latte bovino e dei suoi derivati, valorizzando gli alti standard europei e la grande tradizione che contraddistingue il comparto lattiero-caseario. Il progetto è stato raccontato all’interno di Vanity Fair Stories dalla creatività dello chef Andrea Mainardi che, in due live cooking, ha mostrato il lato più innovativo e sorprendente di latte e formaggi. Max Factor, brand pioniere della cosmetica a livello mondiale è Partner Beauty di Vanity Fair Stories. Il brand, che continua ad aiutare le persone di tutto il mondo a massimizzare il loro potenziale unico mettendo nelle loro mani strumenti e tecniche make-up, crea prodotti di facile applicazione, con ingredienti skincare good-for-you. Max Factor ha presenziato nel backstage di Vanity Fair Stories insieme ai suoi make-up artist, che sono stati a disposizione di tutti i protagonisti saliti sul palco durante il festival. Ha supportato Vanity Fair Stories anche Dove, coinvolgendo la scrittrice Chiara Tagliaferri come protagonista di una diretta Instagram all'interno del format “Fuori Stories" in cui è stato raccontato Dove Progetto Autostima.

Media Partner,  RTL 102.5, che ha seguito da una postazione d’eccezione l’intera giornata con collegamenti, interviste e pillole social, raccontando i retroscena. Urban Vision, Digital Green media Company leader nel fundraising finalizzato alla tutela del patrimonio culturale e nei progetti di comunicazione integrata. Grazie a Urban Vision la campagna del Vanity Fair Stories ha avuto visibilità in outdoor in una delle zone più centrali di MIlano, su un esclusivo maxi led presente in Via Manzoni angolo Via della Spiga.  Ringraziamenti per Lux Vide, Medusa, Universal Pictures, Vision Distribution e Poltrona Frau che ha fornito gli arredi per il Festival.