Evento pubblico

Intesa Sanpaolo al fianco di 24 ORE Eventi per l'edizione 2022 degli Stati Generali della Cultura. A Torino il 5 luglio in presenza e in diretta streaming

L’evento dedicato all’industria culturale italiana sarà al Museo del Risorgimento. Intervengono, tra gli altri, il Ministro Franceschini, il Sindaco di Torino Stefano Lo Russo, i rappresentanti di Confindustria Cultura Italia, AICC, AIE, AFI, il Direttore Generale Musei Osanna e i Direttori dei più importanti musei italiani, gli assessori alla cultura di Torino, Roma e Milano, i Sindaci delle Capitali della Cultura 2022 e 2023. Ospite, l’artista Andrea Bocelli.

Tornano martedì 5 luglio gli “Stati Generali della Cultura”, l’annuale appuntamento a cura del Sole 24 Ore dedicato allo sviluppo dell’industria culturale italiana, che quest'anno ritorna finalmente anche in presenza, oltreché in diretta streaming, dal Museo Nazionale del Risorgimento di Torino, da cui verranno trasmesse le tavole rotonde dalle 9:30 alle ore 18.30.

L’edizione 2022 è il risultato della rinnovata collaborazione tra Il Gruppo 24 ORE e la Città di Torino, con un evento, realizzato da 24 ORE Eventi con il supporto di Fondazione Cultura Città di Torino, che si caratterizza per una intensa giornata di lavori che coinvolgerà tutti i principali player della cultura del Bel Paese, protagonisti insieme a Il Sole 24 Ore-DOMENICA, Radio 24, How to Spend it24 ORE Eventi e 24 ORE Cultura.

Al centro dell’edizione 2022 le nuove frontiere per costruire il patrimonio culturale del futuro. Sarà l’occasione per approfondire il ruolo dei privati nell’economia della cultura e il loro rapporto con le istituzioni pubbliche, così come il sostegno che le imprese possono offrire a una cultura diffusa e accessibile, per poi analizzare i nuovi mestieri dell’editoria e le trasformazioni del mercato audiovisivo fino al ritorno degli eventi dal vivo dopo i due anni di stop forzato. 

E ancora le strategie dei musei per vincere le sfide del futuro e l’importante ruolo svolto dalle Capitali della Cultura nel nostro sistema culturale; il ruolo del patrimonio culturale del Mezzogiorno e la costruzione del “brand” Italia nel mondo; le nuove frontiere della cultura tra arte e nuove tecnologie. Molti altri temi verranno discussi nella giornata di lavori, a cui parteciperanno oltre 30 relatori tra esperti dell’industry culturale italiana, rappresentanti delle istituzioni e top manager di imprese operanti nel mondo della cultura.

L’obiettivo? Fare il punto sul patrimonio culturale italiano, inteso come risorsa strategica per lo sviluppo socio-economico del Paese, come anticipa il Sindaco di Torino, Stefano Lo Russo: "Torino accoglie gli Stati Generali della Cultura con orgoglio e convinti che rappresenti l’occasione più importante per analizzare la più grande attività economica italiana. È chiaro a tutti che la cultura non è un aspetto accessorio e superfluo della vita di ognuno di noi, ma rappresenta uno degli aspetti più rappresentativi del nostro Paese. In questa giornata lo scopo è quello di fare sistema, mettere in rete le migliori esperienze e guardare il futuro con fiducia".

 Con fiducia ricorda di guardare allo sviluppo del settore anche il Direttore del Sole 24 Ore Fabio Tamburini, che sottolinea come il mondo della cultura e dello spettacolo sia stato “uno dei settori più colpiti dalle misure di contenimento introdotte nell’UE per frenare la diffusione del coronavirus. In questi due anni sono stati messi a nudo modelli di business ‘pre-covid’ che più di altri hanno sofferto la forzata inattività, ma contemporaneamente si è presentata un’incredibile opportunità di rinnovamento e riorganizzazione, per chi è stato in grado di coglierla. Profondi cambiamenti culturali e tecnologici stanno imponendo nuove figure professionali, nuovi investimenti, e una nuova diffusa competenza digitale. Ora si riparte, come dimostra il settore degli eventi dal vivo, ma si deve farlo consapevoli che nulla può essere più come prima”.

Intervengono, tra gli altri, il Ministro Franceschini, il Sindaco di Torino Stefano Lo Russo, i rappresentanti di Confindustria Cultura Italia, AICC, AIE, AFI, il Direttore Generale Musei Osanna e i Direttori dei più importanti musei italiani, gli assessori alla cultura di Torino, Roma e Milano, i Sindaci delle Capitali della Cultura 2022 e 2023. Ospite, l’artista Andrea Bocelli.

L’evento è un’iniziativa del Gruppo 24 ORE con la Città di Torino realizzato da 24 ORE Eventi con Fondazione Cultura Città di Torino, in collaborazione con Il Sole 24 Ore, Radio 24, How to Spend It, 24 ORE Cultura e Museo Nazionale del Risorgimento di Torino. Main Sponsor Intesa San Paolo. Official Partner, Fondazione CRT, Regione Emilia-Romagna, Art Defender, Unione Industriali di Torino e Unipol. Con il sostegno di Compagnia di San Paolo.