Evento pubblico

Orticolario, la 12ma edizione è in presenza. il Premio “Per un Giardinaggio Evoluto” 2022 a Chantal Colleu-Dumond

La dodicesima edizione, dedicata alla fiaba e al bambù, è stata inaugurata giovedì e, fino a domenica 2 ottobre, si svolge nel parco secolare di Villa Erba, a Cernobbio sul Lago di Como

Dopo due anni,  Orticolario torna in presenza. La dodicesima edizione, dedicata alla fiaba e al bambù, è stata inaugurata giovedì e, fino a domenica 2 ottobre, anima il parco secolare  di Villa Erba, a Cernobbio sul Lago di Como.  

Dopo il sold out della charity dinner di giovedì sera firmata da Visconti Banqueting,  svoltasi nel Padiglione Centrale per la Cena Spettacolo “Taiko” con KyoShinDo, la  seconda giornata ha avuto inizio con il conferimento del Premio “Per un  Giardinaggio Evoluto” 2022 a Chantal Colleu-Dumond, direttrice del Domaine  de Chaumont-sur-Loire, nella Valle della Loira, e del suo Festival International des  Jardins, evento di notorietà internazionale che accoglie ogni anno paesaggisti e  ideatori di giardini da tutti i continenti. 

“Ho un sogno da sempre: dare vita a un luogo dove l’arte e la cultura del giardino  e del paesaggio vengano considerate un tutt’uno, un insieme imprescindibile – ha  commentato durante la premiazione Moritz Mantero, presidente di OrticolarioUn  sogno alimentato ulteriormente da madame Chantal Colleu-Dumond che, grazie  alla sua grande esperienza nel mondo culturale, è riuscita non solo a preservare il  fascino della tenuta di Chaumont-sur-Loire ma a trasformarla in un luogo unico nel  circuito dei castelli della Loira. Sono quindi particolarmente onorato di consegnarle  il Premio ‘Per un Giardinaggio Evoluto’ per la passione profusa nell’aver dato a un  luogo che rappresenta a pieno titolo una eccellenza nel patrimonio storico  mondiale, un’anima culturale basata su arte e paesaggio, rappresentando un  esempio virtuoso di valorizzazione di un’eredità da tramandare alle future  generazioni”. 

Il premio è realizzato da Nicola Salvatore, artista salernitano di nascita, comasco  da lunga data. Chantal Colleu-Dumond ha manifestato contentezza  per il premio ricevuto e ha definito Orticolario “un evento veramente interessante”.  Tra i momenti clou della giornata le premiazioni delle installazioni realizzate nel  parco, selezionate dalla giuria del concorso internazionale “Spazi Creativi”. Ad  aggiudicarsi il Premio “La Foglia d’oro del Lago di Como” (ideato e realizzato da  Gino Seguso della storica Vetreria Artistica Archimede Seguso di Murano) lo spazio intitolato “Alla ricerca di sé stessi”, progettato e realizzato da Arianna Tomatis, per  la coerenza con il tema dell’anno, la fiaba, e l’utilizzo del bambù, pianta  dell’edizione.

Questa la motivazione espressa dalla giuria: “Il tema è affrontato in  modo poetico, attraverso il coinvolgimento dei cinque sensi, dove la musica è  complementare, non solo sotto il profilo artistico, ma anche a livello scientifico. L’idea è forte e semplice, con particolare attenzione all’ecosostenibilità”. Tra gli “Spazi Creativi” si segnalano anche “Capitolo 7”, progetto e realizzazione  di Mario Mariani e Matteo Boccardo che si è aggiudicato i Premi “Arte” e “Villa  Carlotta”, “La meraviglia del non sapere” di Ilaria Menici per Mema Giardini, a  cui sono stati consegnati i premi “Villa d’Este”, “Aiapp - Matilde Marazzi”, “Grandi  Giardini Italiani” e “Stampa”.  

Qui i premi conferiti dalla Giuria Estetica: Premio “Miglior allestimento” a Il  Giardino, con la seguente motivazione: “Estremamente organico e ben inserito  nel contesto. Sapiente equilibrio dei volumi, accostamenti cromatici e fogliari per  un insieme fiabesco caldo e rassicurante”; Premio “Miglior esposizione prodotto” ad Anna Flower Designer con queste parole: “Per grazia, innovazione e originalità  che sottolinea l’enfasi dei colori di stagione. Grande attenzione al dettaglio e alla  visione d’insieme”; Premio “Migliore esposizione piante” ad Aromatiche Clagia per “Ricerca, passione, originalità e creatività nella presentazione, empatia e  coinvolgimento sensoriale”. 

I premi della Giuria Tecnica sono: Premio “Novità” a Rifnik Garden & Plants per  la Cunninghamia lanceolata, per cultivar particolare dalla forma compatta e aghi  glauchi; Premio “Super esemplare” ad A&G Floroortoagricola per Agave  geminiflora per le dimensioni e la spettacolarità dell’esemplare; Premio  “Collezione” all’Azienda Agricola D’Aleo per l’ampia raccolta del genere  Passiflora, specie e ibridi di propria produzione, ben esposta e cartellinata,  presentata con passione e competenza. 

Infine, il Premio “Gardenia” al vivaio, espositore o installazione “memorabile”  dell’edizione di Orticolario è stato assegnato a Benatti & Co. Queste le parole  della direttrice Emanuela Rosa-Clot: “Per l’originalità della proposta di una stanza  all’aperto, progettata in collaborazione con altri tre espositori: le passiflore di  D’Aleo, aromatiche di Clagia e gli arredi d’antiquariato di Ludovico Grasso. Il  premio va alla capacità di fare rete e di ispirare, suggerendo come utilizzare e  accostare le piante e gli arredi in vendita”