Evento pubblico

Wired Next Fest torna al Castello Sforzesco di Milano con Piano B e 2 palchi, un'area exhibit, workshop, gaming, incontri, conferenze, e approfondimenti

Appuntamento il 15 e 16 giugno con un ricco parterre di ospiti italiani e internazionali si confronteranno sull'ESSENZIALE, parola chiave che guiderà lo sviluppo dei contenuti. Un’opportunità per affrontare e discutere di tematiche d’interesse attuale.

Il Wired Next Fest, il più grande evento a partecipazione gratuita in Italia dedicato all’innovazione e alle tecnologie digitali, torna a Milano il 15 e 16 giugno. Per il secondo anno, l’evento si svolgerà nell’affascinante e storica cornice del Castello Sforzesco.

L’undicesima edizione del Festival partirà dalla città meneghina e avrà come focus una riflessione su cos’è oggi ESSENZIALE, parola chiave che guiderà lo sviluppo dei contenuti. Un’opportunità per affrontare e discutere di tematiche d’interesse attuale. Un concetto da riscoprire, per ispirare le scelte e le decisioni prioritarie che come persone e società dovremo prendere nella gestione della nostra vita online, nel rapporto con la tecnologia, nella costruzione di un modello più sostenibile e per il futuro di cittadini e imprese.

Quest’anno, inoltre, il festival si avvarrà della partnership scientifica del Politecnico di Milano che contribuirà a comprendere meglio l’impatto delle nuove tecnologie - come per esempio l’intelligenza artificiale - sulla società.

2 palchi, un'area exhibit, workshop, gaming, incontri, conferenze, e approfondimenti attraverso cui sarà possibile imparare nuove abilità o approfondire conoscenze. Un’occasione per il pubblico per capire come la tecnologia stia segnando un mondo che non è totalmente polarizzato ma fatto di molte sfumature

“La prossima edizione del Wired Next Fest sarà il momento per ragionare sul reale valore dell’innovazione come strumento del progresso: civile, sociale ed economico. È necessario infatti considerare la tecnologia come un mezzo (e non un fine) che può darci un aiuto formidabile per raggiungere i nostri obiettivi. Ma che non definisce la nostra essenza, individuale e collettiva. Essenziale quindi significa: definire chi siamo, quale o quali società vogliamo costruire, come vogliamo farlo, e qual è il ruolo dell’innovazione che come sempre non sarà marginale”, afferma Federico Ferrazza, direttore di Wired Italia.

Per ulteriori informazioni sull’evento e registrarsi: https://eventi.wired.it/nextfest24-milano

Il Wired Next Fest è organizzato con il Patrocinio del Comune di Milano e in collaborazione con Audi.

Official Radio: RTL 102.5

I PRIMI OSPITI DEL WIRED NEXT FEST

Stella Assange, legale e moglie del fondatore di Wikileaks Julian Assange, alla guida del movimento che ne chiede la scarcerazione; il colonnello Walter Villadei, cosmonauta che ha partecipato alla missione Axiom-3 che nel gennaio 2024 lo ha portato a bordo della Stazione spaziale internazionale; la showgirl e attrice Lory Del Santo, nel decimo anniversario del lancio della web serie che ha scritto e diretto “The Lady”; padre Paolo Benanti, esperto di bioetica ed etica delle tecnologie, professore alla Pontificia Università Gregoriana e presidente della Commissione per l’intelligenza artificiale della presidenza del Consiglio dei Ministri; l’europarlamentare Brando Benifei, relatore dell’AI Act, la legge europea sull’intelligenza artificiale; il producer Lorenzo Senni, uno dei protagonisti della scena della musica elettronica minimale internazionale; Selene Biffi, imprenditrice sociale che ha ricevuto oltre 60 riconoscimenti tra cui il Rolex Awards for Enterprise e Mother Teresa Memorial in India, che racconterà il suo impegno in Afghanistan per aiutare le donne a diventare imprenditrici tra le mura domestiche; il giornalista Donato Bendicenti, responsabile della corrispondenza Rai a Bruxelles, autore di “Scintille. L'avventura dell'energia in Europa dalla scissione dell'atomo alla rivoluzione verde”; l’artista Mariangela Capossela, che ha curato “Conversazioni immaginarie”, un progetto di recupero delle lettere scritte dai pazienti psichiatrici e mai inviate dagli istituti in cui erano reclusi; Congorock, pseudonimo di Rocco Rampino, disc jockey e produttore musicale, figura di spicco della scena electro house internazionale; Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, ha fondato "Penny Wirton", una scuola gratuita di italiano per immigrati e in queste settimane è in libreria con “Le città del mondo”; la drag queen Lina Galore, vincitrice dell’ultima edizione di Drag Race Italia; Gian Maria Campedelli, research scientist della Fondazione Bruno Kessler dove si occupa di utilizzo di metodi di machine learning e deep learning per lo studio e la previsione di fenomeni criminali e terroristici nel mondo; il giornalista e scrittore Cesare Alemanni, in libreria con “La signora delle merci”, saggio dedicato alla storia della globalizzazione e al ruolo della logistica nell’economia globale; Lucrezia Ercoli, docente di Storia dello spettacolo all’Accademia di Belle arti di Bologna, in libreria con “Lo spettacolo del male. Da Squid Game al true crime: perché abbiamo bisogno di mostri”; Nello Cristianini, professore di Intelligenza artificiale all’Università di Bath, in libreria con “Machina sapiens. L'algoritmo che ci ha rubato il segreto della conoscenza”; Alberto Sangiovanni Vincentelli, presidente della Fondazione Chips.it, impegnata a promuovere la progettazione e lo sviluppo di circuiti integrati a semiconduttore in Italia; la divulgatrice e green influencer Elisa Nicoli, autrice di “Ecominimalismo. L'arte perduta dell'essenziale. Perché consumare meno e meglio può salvare noi e il pianeta”; Uljan Sharka, il founder di iGenius, azienda che ha sviluppato Modello Italia, la prima applicazione di intelligenza artificiale addestrata sulla lingua italiana; il giornalista Stefano Nazzi, autore del fortunato podcast “Indagini”, in libreria con “Canti di guerra”; l’economista Luciano Canova, docente di economia alla scuola Enrico Mattei, che utilizza diversi canali, tra cui una pagina TikTok da 60mila follower, per divulgare l’economia ed è in libreria con “Un pizzico di economia”; la neuroscienziata Antonella Santuccione Chada, esperta di medicina di genere e Ceo pro bono dello Women’s Brain Foundation; la giornalista, scrittrice e documentarista Anna Maria Selini, autrice del podcast “Smemorati”, una ricerca storica a partire dai ricordi del padre affetto da Alzheimer; Francesco Ubertini, presidente del Cineca, il consorzio interuniversitario che gestisce il supercomputer Leonardo; la giornalista, divulgatrice e scrittrice Donata Columbro, esperta di tematiche legate ai dati, in libreria con “Quando i dati discriminano”; lo strategist and author Valerio Bassan, esperto di strategia di business e prodotto per il mondo dell’informazione e dell’editoria, in libreria con “Riavviare il sistema. Come abbiamo rotto Internet e perché tocca a noi riaggiustarla”; Edoardo Prati, creator che divulga la letteratura italiana sui social con 320mila follower su Instagram e 160mila su TikTok; il filosofo e artista visivo Francesco D’Isa, che sarà impegnato in un workshop per illustrare come utilizzare l’intelligenza artificiale per la generazione di immagini; la studiosa di politiche urbane e giornalista Lucia Tozzi, in libreria con “L’invenzione di Milano”, che racconta l’operazione di marketing che ha portato Milano dall’essere considerata produttiva ed elegante, ma grigia, ad aver assunto l’immagine di una metropoli splendente e attrattiva; Roberto “Red Sox” Mantovani, il tassista bolognese diventato famoso (ma anche minacciato) per aver pubblicato su Twitter i ricavi della propria attività; il longevity doctor Thomas Paloschi, esperto di medicina funzionale, che utilizza l’intelligenza artificiale per individuare nuove forme di prevenzione delle malattie; Valerio Moggia, giornalista sportivo e curatore del sito Pallonate in faccia, che racconta il calcio affrontandone gli aspetti e le implicazioni sociali; Alessio Ferrantino e Giada Lanzotti, i co-founder di Milano da scrocco, spazio Instagram da 350mila follower che aiuta i più giovani a risparmiare nel capoluogo lombardo; Giorgio Ugazio, più noto come Mr. Rip grazie all’omonimo canale YouTube, divulgatore di temi finanziari e tecnologici; Yakinop il Sindaco, al secolo Yassin En Naimi, creator digitale specializzato nel geoguessing e in attività investigative online; i Selton, band italo-brasiliana che a maggio uscirà con “GRINGO Vol.1”, il suo settimo album da studio, di cui ascolteremo qualche brano live dal palco del Wired Next Fest.