Evento pubblico

Innovazione e tradizione per il party Tupperware più grande del mondo. Special guest Rudy Zerbi

L’iniziativa è stata un chiaro indicatore di come un brand come Tupperware, forte della sua storia e della sua iconicità, possa abbracciare un mondo che, per quanto sempre più interconnesso e digitale, non potrà mai rinunciare al rapporto umano, sebbene questo, a volte, possa avvenire solamente attraverso uno schermo.

Innovazione e tradizione danno vita al Mega Digital Party. Il 10 Febbraio 2021 si è svolto, negli uffici di Tupperware Italia, il party più grande della storia di Tupperware Brands.

A quasi un anno dall’inizio della pandemia che ha introdotto, al fianco di quella tradizionale, anche la dimostrazione in versione digitale dei prodotti Tupperware, si è tenuto in diretta streaming il più grande party virtuale della storia di Tupperware Brands. 

Il set, allestito nella cucina degli uffici di Tupperware Italia, ha ospitato il critico musicale, conduttore radiofonico, produttore discografico e volto televisivo, Rudy Zerbi. Ad affiancarlo, nella realizzazione di una ricetta e nella spiegazione dei prodotti utilizzati, è stata Michela Cominardi, Concessionaria Tupperware di Bergamo.

Per prender parte all’evento è stata necessaria, nei giorni che hanno preceduto la diretta, la registrazione tramite apposito modulo online, reso disponibile sui canali social ufficiali di Tupperware Italia e attraverso la rete dei Concessionari e degli incaricati alle vendite presenti su tutto il territorio nazionale.

Il 10 febbraio 2021, a qualche ora dall’inizio della diretta, gli iscritti hanno ricevuto tramite email il link a cui collegarsi. Il Mega Digital Party, iniziato alle 18.30, ha visto quasi 15.000 persone collegate contemporaneamente ed è durato circa 45 minuti, al termine dei quali è stato attivato un pratico volantino digitale per poter ordinare i prodotti utilizzati da Zerbi e Cominardi.

Il progetto, primo nel suo genere, non aveva come unico scopo la dimostrazione di quanto sia facile e semplice utilizzare i prodotti Tupperware, anche per chi non ha particolare dimestichezza in cucina. Infatti, si è posta particolare attenzione a diverse tematiche relative all’ambienteLa riduzione degli sprechi alimentari inizia in cucina, grazie ad una scelta consapevole di come e quanto si acquista, e all’adozione di prodotti giusti che permettono di conservare il cibo al meglio e più a lungo. Inoltre, è stata un’occasione unica per creare sempre maggior senso di appartenenza per la rete di vendita.

“Tupperware è un brand che vanta una storia e una tradizione che durano da 75 anni. La pandemia ha messo a dura prova un business che ha sempre fatto del rapporto umano la propria essenza, eppure, la risposta e la capacità di adattamento della nostra rete di vendita sono state rapide su tutto il territorio nazionale”, afferma Cristiano Napoli, Amministratore Delegato di Tupperware Italia.

L’iniziale incertezza ha lasciato spazio alla voglia di mettersi alla prova con strumenti digitali mai testati prima, che hanno permesso di ampliare la propria clientela, raggiungendo anche target giovani a cui si aveva difficilmente accesso in precedenza e che, sempre più, trovano la possibilità di condividere con il nostro brand valori come quello della lotta all’utilizzo della plastica monouso e l’impegno a ridurre gli sprechi alimentari”, continua Napoli. “Il Mega Digital Party è la riprova che la tradizione non è necessariamente in conflitto con l’innovazione, cambia il mezzo con cui arrivare alle persone, non l’essenza della dimostrazione dei nostri prodotti”, conclude l’Amministratore Delegato.

L’iniziativa è stata un chiaro indicatore di come un brand come Tupperware, forte della sua storia e della sua iconicità, possa abbracciare un mondo che, per quanto sempre più interconnesso e digitale, non potrà mai rinunciare al rapporto umano, sebbene questo, a volte, possa avvenire solamente attraverso uno schermo.