Evento pubblico

Su il sipario su Orticola 2022: quattro giorni di eventi per i 25 anni della mostra-mercato di fiori e piante di Milano

Dal 5 all’8 maggio la manifestazione che si svolge dal 1996 ai Giardini Montanelli di via Palestro, torna con un ricco calendario di mostre, eventi collaterali, workshop e conferenze dedicati al tema dell’equilibrio fra uomo e natura.

Orticola ritorna Dal 5 all’8 maggio con tante novità. Il 2022 è l’anno degli esordi.
Esordio per i “Dialoghi in Giardino”, il nuovo ciclo di incontri, dibattiti e presentazioni con ospiti internazionali, personalità istituzionali ed esperti botanici che esordisce con 5 appuntamenti, e per il “Padiglione Orticola” accolto in un affascinante scenario per raccontare Orticola di Lombardia, associazione senza scopo di lucro.

Senza dimenticare tutti i vivaisti storici, quelli nuovi, le piante strane, sconosciute, particolari e i momenti di corsi e laboratori, fiore all’occhiello della mostra-mercato, che quest’anno sono ancora più ricchi e interessanti.

Il primo appuntamento di “Dialoghi in Giardino” giovedì 5 maggio alle ore 17,00: alla presenza di Gianluca Brivio Sforza e Filippo Pizzoni, rispettivamente Presidente e Vice Presidente di Orticola di Lombardia, Enrica Roddolo, scrittrice e giornalista del Corriere della Sera, modera l’incontro dal titolo “Ecososteniblità tra Milano e Londra”, al quale partecipano Catriona Graham, Console Generale Britannico a Milano, Anna Scavuzzo, Vice Sindaco di Milano, Carlos Magdalena, Senior Botanical Horticulturist, a Royal Botanic Gardens, di Kew e Briano Martinoni, Co-founder e CCO di Green Future Project, nella magica cornice della serra di Square Garden.

Si prosegue venerdì 6 maggio alle ore 11,00 nell’Area Corsi Dugnani 1, con Filippo Pizzoni, che insieme a Michael Marriott, uno dei più importanti rodologi al mondo, noto anche come designer di roseti e per i suoi criteri di coltivazione, e Paolo Pozzo, titolare dell’omonimo vivaio, ci portano alla scoperta di “Le rose inglesi, nate dall’estro di uno dei più grandi ibridatori europei, David Austin”. Modera l’incontro Margherita Lom- bardi di Gardenia.

Sempre venerdì 6 e sempre in Area Corsi Dugnani 1 alle ore 15 “La peonia ‘Orticola Milano’, il fascino di creare nuove peonie”, conversazione con Roberto Gamoletti, ibridatore da 25 anni e autore della peonia dedicata a Orticola, e Giovanni Buffa, titolare del vivaio G&G Buffa con Filippo Pizzoni. Potremo ascoltare nuovamente la conversazione sulle peonie sabato 7 alle ore 15 in Area Corsi Dugnani1.

Sabato 7 alle ore 11,00 nell’Area Corsi Dugnani 1 e domenica 8 maggio alle ore 11,00 presso lo spazio dell’Azienda Agricola D’Aleo, si parte per un viaggio insieme a un cacciatore di piante, o meglio di passiflore. “Alla scoperta della passiflora” a cura di Maurizio Vecchia, titolare della Collezione Nazionale Italiana di Passiflora, certificata dalla Società Botanica Italiana, che comprende 400 vasi e oltre 250 taxa.

PADIGLIONE ORTICOLA

Allestito nell’affascinante serra di vetro e ferro dal taglio minimalista di Square Garden, inserita armoniosamente nello spazio antistante la fontana, arredata con la collezione 1800 di Tectona e l’allestimento floreale del Team Pastor Flower, il Padiglione Orticola vuole celebrare i primi 25 anni di mostra-mercato, senza enfatizzazioni, ma raccontando, con una piccola mostra, la realtà di Orticola di Lombardia, associazione senza scopo di lucro, che organizza la mostra mercato dal “secolo scorso”, dal 1996.

L’associazione nasce nel 1865 per volontà di un gruppo di giovani milanesi, tra cui il conte Francesco Pertusati, con l’idea di promuovere la conoscenza delle piante, dell’arte dei giardini e del paesaggio vegetale spontaneo.
La più importante, tra le tante felici iniziative dell’associazione, in tempi recenti è proprio la mostra-mercato Orticola, nata anche con lo scopo di raccogliere fondi per il verde cittadino. Da allora, Orticola di Lombardia e il Comune di Milano collaborano insieme, investendo gli utili derivanti dai biglietti di ingresso per i giardini della nostra città.

Ecco quindi nascere il “Giardino di Palazzo Reale”, ubicato nel secondo cortile aperto sulla via Francesco Pecorari, dove prima vi era un posteggio, con un investimento iniziale che dura nel tempo e che ha donato alla cittadinanza uno spazio verde che non c’era dove sostare in relax. Con le risorse raccolte nel 2005 è partito anche il progetto di sistemazione del Giardino Perego in via dei Giardini che dura tuttora.

In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e della riapertura al pubblico della Sala delle Asse dopo i restauri, nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, non distante dall’originale, prende vita la Pergola dei Gelsi. Le iniziative di Orticola proseguono ed escono anche dai cancelli dei Giardini Pubblici con il FuoriOrticola che coinvolge la città attraverso una serie di eventi diffusi per i musei, le gallerie, le vie e i quartieri con iniziative aperte e da non perdere (leggi news).

Questi i primi 25 anni, quante altre importanti iniziative saranno pensate per il futuro?

25 ANNI IN PILLOLE

La mostra-mercato Orticola ha visto la luce nel 1996, anche se effettivamente la sua prima edizione risale al 1866, un anno dopo la fondazione dell’omonima Associazione e si svolse nel Salone di Palazzo Dugnani. Da 25 anni si tiene sempre ai Giardini Pubblici di via Palestro a Milano, da qualche anno intitolati a Indro Montanelli, sempre nello spazio intorno alla fontana davanti a Palazzo Dugnani, che si è man mano allargato. Organizzata su ispirazione di Francesca Marzotto Caotorta ed Emilio Gola, che, insieme a Pier Fausto Bagatti Valsecchi, tutti Consiglieri dell’Associazione, componevano il primo Comitato Organizzatore, e pensata con l’intento di incoraggiare l’incontro tra i vivaisti specializzati, talvolta poco conosciuti, e un pubblico di amatori di giardinaggio, è diventata, nell’arco di 25 anni, la più importante vetrina italiana per il vivaismo nazionale e internazionale di ricerca e di collezione, partendo da 37 espositori del 1996, ha raggiunto i 150 di quest’anno.

Tantissime le iniziative realizzate nel corso di questi anni, tutte indirizzate a promuovere la conoscenza delle piante, dell’arte dei giardini e del paesaggio vegetale del nostro paese.

I REGALI: PEONIA ‘ORTICOLA MILANO’ E LA FORBICE ORTICOLA

Come celebrare questi “magici” 25 anni, se non con un fiore? Con un fiore così amato che da sempre è un po’ il simbolo di Orticola? Ma festeggiare 25 anni di Mostra significa celebrare la capacità e la creatività italiana. In Mostra sarà presentata per la prima volta Paeonia ‘Orticola Milano’, creata da Roberto Gamoletti e registrata all’American Peony Society.

Roberto Gamoletti, autore di ‘Orticola Milano’ si occupa di ibridazione delle peonie a livello amatoriale da 25 anni ed è socio dell’American Peony Society dal 2000 dove ha registrato, ad oggi, dieci ibridi di cui sette arbu- stivi, unico italiano negli ultimi 18 anni.
La sua passione per la creazione di nuove varietà di peonia con impollinazione controllata si è arricchita negli anni mediante lo scambio di esperienze e materiali con noti ibridatori nord americani ed europei.

IMPARIAMO A ORTICOLA

Da sempre considerati un “plus” di Orticola, i momenti gratuiti di incontro per adulti e bambini sono presenti anche quest’anno, grazie all’apporto e al sostegno di CityLife, partner storico che ha voluto condividere con Orticola la passione per il verde e la volontà di promuovere la conoscenza del giardinaggio.
Sono allestiti nelle due aree corsi a disposizione (Dugnani 1 e Dugnani 2), negli stand degli espositori e nello Stand 138 di CityLife messo a disposizione proprio per i laboratori.

Durante i giorni come laboratori tecnici sulle piante, corsi di pittura e decorazione floreale, presentazione di libri e di giardini, visite guidate alla mostra-mercato e ai Giardini Pubblici.
Anche i media partner storici di Orticola, iODonna, Gardenia e GiardinoAntico sono presenti con incontri, conferenze, laboratori e corsi presso i loro stand e nelle aree preposte.

Anche i due nuovi partner che affiancano Orticola quest’anno: TOLOGreen e AMSA, arricchiscono con le loro presentazioni il calendario degli incontri.
Tante le iniziative per i più piccoli: da l’Orchestra della Natura, per suonare con rami, foglie, pietre, semi e conchiglie, a ERSAF, Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste che intrattiene i bambini con laboratori ogni 20 minuti nel loro stand.

Anche quest’anno ci affianca Kikolle Lab che presenta tre nuovi laboratori, dedicati ai bambini dai 3 ai 10 anni, pensati in esclusiva per festeggiare i 25 anni della manifestazione e che vogliono trasmettere ai più pic- coli il messaggio che «vivere tra le piante fa bene»,
La partecipazione ai momenti di incontro, laboratori e corsi, tranne quelli di Kikolle Lab che sono a pagamento e su prenotazione (in loco o a info@kikollelab.com), è gratuita e libera fino ad esaurimento posti.

ORTICOLA PER MILANO

Da 25 anni Orticola di Lombardia, Associazione senza scopo di lucro, devolve i proventi derivanti dall’orga- nizzazione della mostra mercato al verde cittadino; in particolare, una parte è destinata ai Giardini Pubblici Indro Montanelli e al Giardino Perego, in via dei Giardini, in entrambi proseguono le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, e a “L’Altra Pergola. Omaggio a Leonardo”, il pergolato di gelsi realizzato nel Corti- le delle Armi del Castello Sforzesco nel 2019. L’impegno è indirizzato anche al mantenimento del Giardino di Palazzo Reale e alla gestione della Corte d’Ingresso della Galleria d’Arte Moderna, oltre che alla riquali- ficazione del perimetro esterno del Cortile di Palazzo Dugnani, mentre sono sempre attivi in viale Eginardo gli Orti Fioriti di CityLife.

Un altro progetto sono le panchine in teak regalate da Ceresio Investments a Milano e che si trovano in giro per la città.