UPDATE:
Cannes Lions 2024. Bartoletti (Indiana Production): "I due argenti a Coordown premiano una campagna che scardina i format tradizionali e suggerisce un valore universale"Cannes Lions 2024. Eoin Sherry (LePub Italy) sul Leone d'Oro a 'Pub Museums' per Heineken: "Una campagna che trasforma i pub storici in experience di brand"Cannes Lions 2024. Droga (Accenture Song): “Nessun timore o nostalgia: la creatività che nasce dalle ricerche è molto peggio di quella generata dall’IA”. Murati (Open AI): “Non temere la tecnologia ma sperimentarla. Lavoriamo per renderla più facile"De Vecchi (VML Health): "Il bronzo a “Not A Lonely Journey” di VML Italy per Biogen un primo traguardo per una campagna progettata per dimostrare, tramite l’esperienza diretta dei pazienti SMA, che una condizione differente è possibile".Cannes Lions 2024. Outdoor: 3 leoni per LePub/Heineken (oro e argento a Pub Museums, bronzo a Laundromatch), argento anche a Make Italy Green di BBDO per E.ON. GP a Spagna e Nuova Zelanda. Audio & Radio: argento a Pub Museums e GP a UK. Print & P: Gp USACannes Lions 2024. Venturelli (Publicis Groupe): “Nell’era del post-purpose, vincono i brand capaci di trasformarlo in una leva di business. Nessuna invasione dell’IA, usata però per realizzare ciò che sarebbe altrimenti impossibile”A Catania la tappa italiana dell'International Recycling Tour, progetto internazionale di Every Can Counts per la raccolta "on the go" delle lattine per bevandeIGPDecaux si aggiudica un contratto di 13 anni per la metropolitana, gli autobus e i tram di RomaCannes Lion 2024 | Argento all'Italia in Health & Wellness con Small/Indiana Production per 'Assume That I Can' di Coordown. Bronzo a VML nel Pharma per 'Not a Lonely Journey' di Biogen. Premiati umorismo e purpose come leva di business e sviluppo socialeP. by pazienti.it: nasce il nuovo hub che rivoluziona il concetto di benessere
Evento pubblico

Superhumans debutta nei format proprietari con Planetaria: tre giorni a Firenze per sensibilizzare sull'ambiente con esperienze immersive. Platania: "Un'opportunità per i brand per relazionarsi con i propri target in modo coinvolgente"

Da un'idea di Stefano Accorsi e Filippo Gentili in scena dal 7 al 9 giugno al Teatro della Pergola la prima edizione. Partner scientifico è l’Università di Milano-Bicocca. Innovation partner è Engineering, che supporta il progetto con una serie di applicazioni tecnologiche integrate negli spettacoli per offrire nuove esperienze digitali basate sull’interazione umana con l’AI generativa. I Media Partner sono RAI e Will Media

Superhumans, che ha da poco creato al suo interno la unit dedicata agli eventi live Supernow, allarga il proprio raggio d'azione investendo nella creazione di format proprietari, "un segmento molto importante da presidiare per chi opera nella event industry".

A dichiararlo il Ceo di Superhumans Paolo Platania, intervistato da e20express in occasione del lancio del loro primo format proprietario Planetaria, nato da un'idea di Stefano Accorsi e Filippo Gentili, che hanno collaborato con la sigla per trovare la modalità ideale per concretizzare quanto teorizzato.

"La produzione del format è stata finanziata da Superhumans, ma anche da quanto raccolto dall'attività di fubdraising da noi attivata. Ci siamo poi occupati di tutta la parte relativa a comunicazione e contenuti, mettendo a sistema diverse collaborazioni con realtà come Rai, Will MediaUniversità di Milano-Bicocca, Engineering. Il nostro obiettivo è quello di evolvere, dopo questa edizione zero, con un progetto più grande sia sul fronte dell'evento sia sul fronte editoriale, dando vita a  una piattaforma da cui sviluppare tanti contenuti differenti su un tema così importante come la sostenibilità ambientale" ha spiegato il manager.

Dal 7 al 9 giugno a Firenze presso il Teatro della Pergola andrà in scena la I° edizione di PLANETARIA – Discorsi con la Terra, planetariafestival.it  #discorsiconlaterra. Un concept totalmente nuovo nato dalla collaborazione tra artisti e scienziati di livello internazionale.

Prodotto insieme a Fondazione Teatro della Toscana, PLANETARIA vuole essere un’esperienza immersiva in cui ripensare il rapporto con il nostro pianeta per imparare a viverci in maniera costruttiva e sostenibile, con l’obiettivo di usare l’arte per riattivare i sensi, creare emozioni, ripensare il nostro modo di stare al mondo.

Un evento di grande rilevanza anche per le aziende. Come ci spiega Platania infatti: "Planetaria è uno strumento molto potente per i brand perché è un modo per potersi relazionare con i propri target sui temi di sostenibilità ambientale e cambiamento climatico secondo una logica di format molto più coinvolgente e più facile da veicolare sul pubblico e quindi in grado di creare interazioni positive e molto interessanti rispetto ai format tradizionali. Una grande opportunità per le aziende che offre loro un mezzo di comunicazione rispetto a temi molto importanti assolutamente nuovo ed efficace".

PLANETARIA è un viaggio lungo tre giorni, destinato a pubblici trasversali. Un vero e proprio evento artistico, teatrale e divulgativo rivolto a tutti, grandi e bambini per riflettere e immaginare insieme come salvare il nostro futuro, perché la crisi climatica non è un destino scontato ma ​​un’occasione per rivoluzionare il nostro rapporto con l’ambiente.

La mattina sarà riservata alle famiglie con la sezione Kids Lab & Shows dove si alterneranno attività scientifiche ed esperienziali, spettacoli teatrali e show ideati da Planetaria insieme a RAI KIDS e l’Università di Milano-Bicocca. Tra questi, i Planetini, uno spazio ad hoc dedicato ai bambini che combina esperimenti scientifici e drammaturgia teatrale per cercare insieme nuove parole e nuove idee per raccontare e migliorare l’ambiente del futuro.

Il pomeriggio con i Planetaria Talks ideati insieme a Will, si cercheranno assieme ad ospiti illustri del mondo scientifico nuove parole per il nostro futuro, nuove speranze e nuovi modi di comunicare e di attivarsi.

La sera il palco si animerà con performance teatrali che coniugano arte e scienza: le Conferenze Immaginarie, opere teatrali originali che ripercorrono in maniera avvincente problemi e soluzioni della crisi climatica.

"Abbiamo voluto creare qualcosa di esperienziale perché la sensibilizzazione verso un tema così importante andasse oltre i soliti contenuti con panel di esperti scientifici, per riuscire a generare il massimo coinvolgimento dei partecipanti. Per farlo abbiamo occupato a vario titolo tutti gli spazi di un teatro del seicento. Dai sotterranei a tutte le sale di cui si compone. Per tre giorni il teatro verrà vissuto in maniera non convenzionale" continua Platania.

Partner scientifico di PLANETARIA è l’Università di Milano-Bicocca. Innovation partner è Engineering, Digital Transformation Company ​​guidata da Maximo Ibarra e leader in Italia nei processi di digitalizzazione per aziende e pubbliche amministrazioni, che supporta il progetto con una serie di applicazioni tecnologiche integrate negli spettacoli per offrire nuove esperienze digitali basate sull’interazione umana con l’AI generativa.

I Media Partner sono RAI, con Rai Radio 2 come Radio Ufficiale dell’evento e RAI Kids, che partecipa attivamente all’ideazione e produzione di spettacoli per bambini, e Will Media, che firma con il suo stile inconfondibile il programma con format originali interattivi e podcast live.

L'evento verrà promosso con una campagna social, digitale, Pr e OOH a Firenze.

A Stefano Accorsi spetta il prestigioso ruolo di Direttore Artistico di questa “jam session”. Lo affiancherà Claudia Pasquero, professoressa di Oceanografia e Fisica dell'Atmosfera all'Università di Milano Bicocca e Direttrice Scientifica di Planetaria. Accanto a loro, tra i tanti ospiti, Stefano Mancuso, divulgatore scientifico, botanico, Direttore del laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale e Giulio Boccaletti, oceanografo e direttore del centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici nel ruolo di Consulenti Scientifici del progetto.

Ad accompagnarli in questa avventura troviamo la Sibilla, l’Intelligenza Artificiale creata ad hoc per PLANETARIA dall’innovation partner Engineering per offrire agli spettatori un’esperienza unica, mai sperimentata prima. Sibilla dialogherà in tempo reale con artisti, scienziati e pubblico in sala durante i tre spettacoli serali, le cosiddette Conferenze immaginarie, nelle quali si racconterà la storia di come si è arrivati, in un futuro immaginario, a risolvere il problema ambientale. Un format teatrale inedito, pensato da Filippo Gentili, nel quale l’AI risponderà ai grandi interrogativi che l’attuale crisi climatica pone alla scienza odierna: “I guasti ambientali degli uomini si stanno avvicinando ad un punto di rottura?”, “L’innalzamento delle temperature e degli oceani non sarà più reversibile?” e molti altri.

"L’idea di Planetaria nasce dalla convinzione che il teatro, come luogo dell’empatia e dell’immaginazione, è uno strumento perfetto per sensibilizzare le persone sulla crisi climatica dei giorni nostri. Discostandosi da una certa divulgazione fredda e apocalittica, il teatro raccoglie l’allarme della scienza migliore, ci spinge a immaginare un futuro sostenibile e ci invita a costruirlo insieme” dichiara il Direttore Artistico Stefano Accorsi.

La partecipazione a tutti gli eventi di PLANETARIA è gratuita, su prenotazione al link planetariafestival.it.   

In collaborazione con Treedom, partner per la sostenibilità, saranno piantati alberi per contribuire ad assorbire le emissioni di CO₂ di PLANETARIA. Questa iniziativa non solo ridurrà l'impatto ambientale dell'evento, ma creerà un impatto positivo a livello sociale e ambientale, contribuendo alla riforestazione, alla lotta al cambiamento climatico e al sostegno delle comunità locali.