Roadshow

e20express in tour con Rds

L'emittente radiofonica ha regalato a 100 fortunati ascoltatori la possibilità di volare a Rotterdam per assistere alla tappa olandese del tour di George Michael. Budget dell'iniziativa, circa 100 mila euro.

Sabato 4 novembre è decollato da Milano Linate l'areo di Rds con a bordo 100 fortunati ascoltatori. Meta del viaggio, Rotterdam, dove si è tenuta la tappa olandese del tour europeo di George Michael.

Aereo RDS-1 copia.JPG

L'iniziativa fa parte di Rds World Tour, il concorso promosso dall'emittente che da la possibilità agli ascoltatori di partecipare ai concerti dei cantanti più importanti della ribalta internazionale.

La risposta del pubblico a questa iniziativa, come spiegato dagli organizzatori, è stata eccezionale. Rispetto al primo concerto, la domanda è  più che triplicata, tanto che Rds è già al lavoro per poter aumentare il numero dei partecipanti per ogni tappa del tour.
L'organizzazione dell'evento viene curata dalla radio stessa, con un budget, per ogni 'trasferta' di circa 100 mila euro.

Concerto G.Michael copia.jpg
(foto del concerto di George Michael a Rotterdam)

L'idea è nata circa tre anni fa, quando per la prima volta  alcuni ascoltatori, grazie a Rds, poterono partecipare ad una tappa del tour europeo del loro cantante preferito. Ad aprile si trattò di Eros Ramazzotti a Parigi, a giugno è stata la volta di Robbie Williams ad Amsterdam.
Il 'format' definitivo dell'evento, così come proposto per quest'ultima occasione, è stato perfezionato nel 2006: ogni anno Rds prevede di realizzare cinque o sei tappe che permettano agli ascoltatori più affezionati di “entrare nel cuore della musica” così come recita il claim storico dell'emittente.

Per vincere il Tour di George Michael, gli ascoltatori non hanno dovuto far altro che telefonare, dal 16 al 22 ottobre, a un numero verde entro un'ora dalla messa in onda di un brano dell'artista, durante la  fascia di conduzione di Claudio Guerrini.

Una simile iniziativa va a supportare l'obiettivo della radio di raggiungere i 5 milioni di ascoltatori entro il 2006. “Visti gli ottimi riscontri - spiega a e20express Rosario D'Onofrio, responsabile rp dell'emittente – non escludo che già in base alla rilevazione Audiradio di prossima pubblicazione, l'obiettivo sia già stato raggiunto".

“In questi giorni, poi, - prosegue D'Onofrio – è on air il secondo flight della campagna istituzionale (creatività curata internamente in collaborazione con Roncaglia & Wijkander), incentrata intorno al claim 'Insieme trasmettiamo la voglia di partecipare' e a sostegno dell'associazione Exodus di Don Antonio Mazzi”.
Il budget per questo secondo flight, declinato su affissioni e su stampa quotidiana e periodica, è di circa 2 milioni di euro, che insieme a quello del primo rappresenta l'investimento totale in comunicazione della radio nel 2006: circa 4 milioni di euro.
"Questa cifra - ha spiegato D'Onofrio – supera di circa un milione quella del 2005. Per il 2007, prevediamo un incremento simile, con un budget in comunicazione dei circa 5 milioni di euro".

montefuscoeduardo.jpgOggi la radio copre circa il 99% del territorio nazionale, ma rimane sempre molto attenta, secondo la filosofia del presidente Eduardo Montefusco (nella foto), alla possibilità di eventuali potenziamenti attraverso ulteriori acquisti di frequenze soprattutto dalla Toscana in su, visto che, attualmente, il pubblico di Rds si distribuisce al 35% e 65% tra nord e centro-sud. 

Internet potrebbe essere il primo sbocco di questa nuova strategia. La radio, infatti, sta già lavorando al nuovo portale multimediale, strumento che amplierà in maniera significativa gli orizzonti del gruppo.

Matteo Vitali