Brand Identity

Make to inspire: I MILLE Creative Consultancy firma il rebranding e redesign dell’ecosistema digitale di MAIRE

Grazie a questa trasformazione Maire Tecnimont (ora con il nuovo nome MAIRE) potrà raccontare in modo più efficace e accessibile in che modo ogni giorno mette il proprio impegno al servizio delle sfide globali più urgenti: cambiamento climatico, transizione energetica, nuovi modelli di sviluppo sociale ed economico.

I MILLE Creative Consultancy, agenzia di comunicazione e studio di design indipendente associata a UNA, Aziende della Comunicazione Unite, ha lavorato in parallelo sul rebranding e sul redesign dei siti del Gruppo, per consegnare all’azienda. Grazie a questa trasformazione Maire Tecnimont (ora con il nuovo nome MAIRE) potrà raccontare in modo più efficace e accessibile in che modo ogni giorno mette il proprio impegno al servizio delle sfide globali più urgenti: cambiamento climatico, transizione energetica, nuovi modelli di sviluppo sociale ed economico.

Il contesto: la storia e le sfide di MAIRE:

MAIRE è un gruppo di ingegneria che sviluppa e implementa tecnologie innovative a supporto della transizione energetica. Grazie alle competenze e alla lunga esperienza nella trasformazione delle risorse naturali, l’azienda gestisce in tutto il mondo progetti ad alta complessità per la realizzazione di grandi impianti, offrendo soluzioni tecnologiche sostenibili per i fertilizzanti, l’idrogeno, la cattura della CO2, i carburanti, i prodotti chimici ed i polimeri a supporto del processo di decarbonizzazione dell’industria.

MAIRE, dunque, grazie allo sviluppo di soluzioni tecnologicamente avanzate, contribuisce alla realizzazione di prodotti e materiali di uso quotidiano più sostenibili, che hanno un ruolo determinante sia per il futuro del pianeta, sia per la vita quotidiana delle persone. La chimica, del resto, sembra qualcosa di astratto e difficile, ma in realtà gli elementi che MAIRE trasforma sono gli stessi di cui è fatta la vita, il tessuto invisibile del mondo in cui tutti viviamo: idrogeno, ossigeno, carbonio, azoto.

Tutto ciò di cui MAIRE si occupa ha effetti tangibili sul nostro modo di vivere, di produrre, di muoverci. La sfida del rebranding e delle nuove piattaforme di comunicazione, quindi, era creare un’identità, uno stile e dei canali digitali capaci di far emergere con forza il contributo dell’azienda su questioni che riguardano la vita di tutti. Riflettendo un’evoluzione del business che era già avvenuta nei fatti, ma non era ancora stata trasferita nella comunicazione.

La trasformazione: cosa è stato fatto

MAIRE si occupa di trasformare le risorse naturali, e insieme a I MILLE ha intrapreso un viaggio di trasformazione: trovare nel proprio DNA gli elementi in grado di continuare a creare valore in funzione dei nuovi scenari e delle nuove prospettive dell’azienda.

Il nuovo claim MAke to inspIRE, oltre a dare una nuova lettura e un significato nuovo al nome MAIRE, condensa la ragione profonda di un’azienda che ha sempre trovato nel fare il proprio punto di forza, e che ora si propone di ispirare un cambiamento che vuole propagarsi in tutto il mondo dell’industria.

La nuova identità visiva è piena espressione della nuova narrativa, ispirata ai concetti di forza, audacia, impatto: contrasto chiaro/scuro, tipografia prominente e caratterizzata, iconografia evocativa e scenografica. Il significato di questa trasformazione è visibile soprattutto nel logo: tre archi sottili intrecciati che sono stati traslati in una configurazione aperta e non più convergente in un punto, a rappresentare una continua evoluzione, e ai quali è stato attribuito peso e corpo con un trattamento in riempimento. Tre archi che diventano tridimensionali, concreti, solidi eppure dinamici, e simboleggiano i tre pilastri della trasformazione sostenibile: società, ambiente, industria.

I MILLE, quindi, ha elaborato insieme a MAIRE una nuova narrativa di brand, una nuova architettura di brand, una nuova identità visiva, la declinazione del nuovo brand su media online e offline, il nuovo sito corporate e, in progress, i nuovi siti di tutte le società del Gruppo. La nuova vita del brand, dunque, è il risultato convergente di tutti questi elementi, che
hanno consentito un’organizzazione più chiara ed efficace dei contenuti, e una presenza più dinamica negli ambienti digitali.

«Abbiamo deciso di far evolvere la nostra identità e il nostro brand per avvicinarci a ciò che il nostro business esprimeva già verso i clienti e il mercato», ha commentato il presidente Fabrizio Di Amato. «E facendo questo passo nel futuro abbiamo ritrovato la stessa passione e la stessa voglia di costruire con cui 40 anni fa è cominciata la nostra avventura».

«Eravamo consapevoli che il nostro business fosse oggettivamente più avanti rispetto alla nostra narrazione», spiega Ida Arjomand, Chief Marketing and Communication Officer del Gruppo. «E così era arrivato il momento di accompagnare il nuovo posizionamento con una comunicazione adeguata ai cambiamenti in atto. Di fatto, il marchio storico doveva raggiungere il business e andare oltre, per iniziare a rappresentare la direzione futura verso cui l’azienda andrà a evolversi».

«La collaborazione con MAIRE» ha spiegato Andrea Corradi, Design Director de I MILLE, «ci ha sfidato sotto tutti i punti di vista: del design, della tecnologia, dello storytelling. Ma l’aspetto più stimolante forse è stato quello di dover trovare non solo un modo per comunicare il lavoro di una grande realtà industriale, ma anche un modo per riflettere sulla comunicazione di temi fondamentali e complessi come quelli legati alla transizione energetica. In qualche modo abbiamo scoperto che per restituire al brand la sua forza originaria dovevamo svelare il suo legame con la forza, la bellezza e la complessità della natura stessa».

MAIRE da sempre aiuta i propri clienti e realizzare i loro obiettivi, supportandoli con capacità e conoscenza ingegneristiche e tecnologiche all’avanguardia. Il suo obiettivo attuale è orientare le competenze accumulate
nel corso dei decenni verso uno sviluppo che faccia prosperare insieme industria, persone e pianeta. Ora la sua identità di brand e i suoi canali digitali sono capaci di raccontare l’ambizione e il coraggio necessari per vincere questa sfida.