Digital

HicMobile Rivoluziona il Proximity Advertising

La società del gruppo a.i.gen di cui sono Ceo Max Willinger (nella foto) ed Enrico Majer, annuncia 'una rivoluzione nel mondo del proximity advertising', trasformando il tradizionale approccio con strategie innovative e avanzate che vanno oltre la semplice erogazione tramite il radius. Grazie alla forte sinergia con Urbistat, la company è in grado di offrire un servizio mirato e altamente efficace per attrarre nuovi clienti.

HicMobile, società del gruppo a.i.gen, annuncia 'una rivoluzione nel mondo del proximity advertising', trasformando il tradizionale approccio del proximity marketing con strategie innovative e avanzate che vanno oltre la semplice erogazione tramite il radius. Grazie alla forte sinergia nata tra HicMobile e Urbistat, anch’essa parte del gruppo a.i.gen, la company è  in grado di offrire un servizio mirato e altamente efficace per attrarre nuovi clienti.
 
Storicamente, il drive2store si è sempre basato sulla definizione di un raggio d’azione, raggiungendo tutte le persone all’interno di tale area con l’obiettivo di invitarle a visitare il punto vendita del cliente inserzionista. Tuttavia, le analisi di Urbistat rivelano che questa strategia rischia di rivolgersi principalmente a coloro che già frequentano l’insegna, limitando il potenziale di acquisizione di nuovi clienti.
 
HicMobile propone un nuovo approccio basato su analisi dettagliate e strategie mirate:
 
-Individuare i diretti competitor di ogni punto vendita, anche i player locali : in questo modo l’erogazione si focalizzerà sui diretti competitor di ogni punto vendita e non solo sulle insegne più note / importanti

-Individuare le aree dove vivano o lavorino i frequentatori della concorrenza : per incrementare i nuovi visitatori invece che raggiungere esclusivamente coloro che già frequentino il punto vendita 

-Individuare la numerosità dei competitor : per comprendere quale pressione pubblicitaria esercitare

-Analizzare la disposizione dei punti vendita : per definire l’ampiezza delle aree da colpire. Ad esempio l’area in un centro urbano sarà ridotta rispetto a quella di un centro commerciale

-Analizzare la popolazione raggiungibile in base al reddito, sesso, età, NIC ( tasso consumo rispetto alla media nazionale ), NIR ( tasso di reddito rispetto alla media nazionale ) e tasso di disoccupazione
-Analizzare le recensioni online ( google my business, booking e tripadvisor ) di ogni punto vendita rispetto ai competitor : per comprendere eventuali problematiche non legate ai kpi di campagna ( personale, servizi ecc..)
-Individuare le esatte aree dove pianificare le campagne : per ottimizzare i risulti di campagna, pianifichiamo aree poligonali diverse per ogni punto vendita
-Individuare le isocrone di percorrenza in auto o pedonali : per ottimizzare le aree da colpire per ogni punto, tenendo conto degli effettivi tempi di percorrenza necessari per raggiungerlo.
 
Le fonti dei dati della company includono: oltre 1.500 sensori di movimento installati in punti vendita strategici,
13 milioni di device ids tracciati sul territorio, Informazioni territoriali dettagliate da fonti come motorizzazione, catasto, ISTAT, agenzia delle entrate e contabilità nazionale.
 

Pianificare una campagna con HicMobile oggi offre nuovi vantaggi significativi:
 
-Insights di geo marketing pre-campagna
-Strategia basata su insights dettagliati
-Incremento delle visite e riduzione fino al 30% dei costi per nuovi visitatori rispetto alle campagne tradizionali
-Report dettagliati per valutare e ottimizzare continuamente i risultati

 “Siamo orgogliosi”, spiega Max Willinger (nella foto), CEO insieme ad Enrico Majer di HicMobile, “ della sinergia  con Urbistat che ci ha consentito di presentare al mercato un’offerta unica, esclusiva e distintiva…in grado di, grazie ai numerosissimi insights territoriali e socio-demo, di aumentare in modo significativo le visite nei punti vendita del cliente inserzionista”