Integrated

Con Fieracavalli Verona è iniziata la nuova campagna a sostegno dell’ippica firmata Fluendo

L'iniziativa celebra la potenza e la bellezza della gara con immagini di impatto che immediatamente coinvolgono chi li guarda. Sono previste una serie di iniziative di comunicazione negli impianti ippici, alla Fiera di settore a Verona, sul web e sui mezzi tradizionali allo scopo di promuovere gli eventi sportivi e la filiera del settore avvicinandoli sempre di più alle nuove generazioni.

Con Fieracavalli Verona, la più importante manifestazione dedicata al mondo dei cavalli e dell’equitazione, è iniziato ufficialmente il terzo anno della campagna di comunicazione promossa dal MIPAAF a supporto della filiera ippica nell'ottica di un suo pieno rilancio.

La campagna prevede una serie di iniziative di comunicazione negli impianti ippici, alla Fieracavalli di Verona, sul web e sui mezzi tradizionali allo scopo di promuovere gli eventi sportivi ippici e la filiera del settore avvicinandolo sempre di più alle nuove generazioni.

Ad aggiudicarsi la terza annualità della campagna è il raggruppamento temporaneo di imprese Fluendo Comunicazione integrata Srl// BFC Media Spa.

A differenza di uno sport come il calcio – spiega Gian Maria Miliacca CEO di Fluendo -, nel quale le differenze di valutazione fra il pubblico generalista e quello tecnico sono limitate ad un maggior approfondimento di tematiche specifiche, per l’ippica va tenuto conto di una profonda differenziazione fra le aspettative della gente comune e quelle del frequentatore abituale o dell’addetto ai lavori. Ciò si esplicita anche nell’utilizzo di un linguaggio specifico, una sorta di slang che è utilizzato dal pubblico tecnico per descrivere il mondo delle corse e che è addirittura spesso amato dagli appassionati per distinguersi dalla gente “non ippica”.

In realtà il fascino di una corsa di cavalli è anche dovuto a fattori decisamente tecnici:  la “profondità” della comunicazione che può essere applicata all’ippica può essere ben paragonata a quel mix di spettacolarizzazione e tecnicismo che viene proposto quando si parla di motociclismo o automobilismo.

Lo stand MIPAAF a Fieracavalli Verona

Lo stand MIPAAF è stato interamente centrato sul concept della nuova campagnaGrande Ippica Italiana Si corre. Si vive. Si ama.”  - dichiara Denis Masetti presidente di BFC Media- e mette in risalto i valori, legati al settore, che abbiamo deciso di comunicare. L’obiettivo principale è di risvegliare l’interesse generale e l’awareness intorno all’ippica, sport spettacolare e storicamente appartenente al patrimonio italiano anche attraverso le sue eccellenze lungo l’intera filiera, dall’allevamento, alle aste, alle specializzazioni in particolar modo nella disciplina del trotto”.

Durante il primo fine settimana di Fieracavalli (che quest’anno si è svolta su due week end di novembre) si sono tenuti due incontri dedicati al trotto e al galoppo a cui hanno preso parte il Sottosegretraio MIPAAF Francesco Battistoni e il dirigente dell’area Programmazione Giovanni Di Genova.

Ci sono venuti a trovare anche gli amici di WorldSoul Onlus,  - continua Masetti - la onlus che utilizza lo sport come mezzo di integrazione sociale, promuovendo e sostenendo il Para-Dressage. Le storie di questi ragazzi sono bellissime”.

Il concept la grande ippica italiana è emozione e passione da vivere

In termini visivi la campagna celebra la potenza e la bellezza della gara con immagini di impatto che immediatamente coinvolgono chi li guarda. Il binomio fantino o driver e cavallo esprime l’unicità di questo sport insieme alla sinergia che si crea durante la corsa. Il tutto per esprimere anche attraverso le immagini le emozioni che si provano quando si vive l’intensità della gara. I titoli presentati alternativi racchiudono tuttavia uno spirito comune: le emozioni, il lato più passionale e libero che si sprigiona quando si partecipa ad una gara dell’ippica. Con un gioco intelligente di parole e connessione i titoli svelano l’associazione evidente fra ciò che si guarda durante una gara e ciò che si prova.

Il pay-off:  Si corre. Si vive. Si ama.

Il pay-off racchiude l’essenza del mondo dell’ippica e dialoga con i diversi target: chi già conosce l’ippica vi si riconosce, chi ancora non ne fa parte, ne scopre da subito le peculiarità di un mondo unico. E un richiamo immediato e coinvolgente.