UPDATE:
Linkontro 2022. Incertezza e Advertising. Pugliese (Conad): "I budget restano invariati ma cambia il tono della comunicazione per far sentire la vicinanza ai consumatori. Nell'anno del 60esimo, al via il lancio di TuDay, nuova insegna di prossimità"Linkontro 2022. Incertezza e Advertising. Pedroni (Coop): "Investimenti pubblicitari in aumento e una nuova campagna con al centro il nostro prodotto a marchio per supportare il potere d'acquisto dei clienti"Sbarca sulla terra Zaira, la meta influencer di Buzzoole per avvicinare la Gen Z ai brandLinkontro 2022. Incertezza e Advertising. D'Este (Ferrero): "Nessun taglio ai budget media e investimenti ai livelli di leadership di mercato. Comunicazione e rapporto con i consumatori fanno guardare al futuro con positività"NielsenIQ. In uno scenario marcato da pandemia, guerra e inflazione, peggiora il potere di acquisto: in soli tre mesi le famiglie fragili passano dal 10% al 17%. Il 96% degli italiani rivedrà le priorità di spesa. Il discount vale il 20% del mercatoIl Festival della Comunicazione torna in presenza e dà appuntamento a settembre a Camogli con l'edizione più ricca di sempreClean Up Your Bike dà il via allo Sport Tour 2022 di NuncasNielsen Linkontro 2022: Vecchioni (diversitylab.it): “Le aziende devono credere nella diversità, posizionarsi su questo tema, farlo proprio e diffonderlo, altrimenti perderanno un'importante occasione di unione con i propri consumatori”Al via Torino Digital Days 2022: oltre 60 eventi gratuiti e aperti al pubblico per la terza edizione realizzata da Tandù, Bonobo Events e HoverstateUna strategia più internazionale e integrata in tema di contenuti, media e comunicazione: nasce su queste basi la ‘Nuova Vivendi’
Mercato

Sono 131 le aziende italiane premiate come Top Employers 2022 per la miglior gestione delle HR. Pharma, Consulenza e Banche i settori più rappresentati

Tra le imprese premiate dall'Istituto nella 14esima edizione dell'iniziativa, 10 sono state riconosciute anche “Top Employers Global 2022”: Takeda, Dhl, Bat, Jti, PepsiCo, Saint-Gobain, Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, Philip Morris, Boehringer Ingelheim, Tata Consultancy Services. I criteri di valutazione delle realtà industriali sono 5: condizioni di lavoro, cultura aziendale, sviluppo del talento, impegno sociale, scommessa sull’innovazione.

Sono 131 le imprese del nostro paese premiate come Top employers Italia per il 2022 dal Top employers institute, che ha preso in considerazione, per la valutazione, la qualità delle politiche per le risorse umane, dell’ambiente di lavoro, la formazione del personale, la capacità di attrazione dei talenti, l’attenzione alle esigenze familiari e sociali dei dipendenti oltre a politiche di cura delle diversità e la capacità di inclusione.

Quest’anno la certificazione globale ha coinvolto complessivamente 1.857 aziende in 123 paesi che, per l’ente certificatore, producono grazie alle loro best practices un impatto positivo su circa 8 milioni di donne e uomini al lavoro.

Tra le imprese premiate in questa 14esima edizione dell'iniziativa, 10 sono state riconosciute anche “Top Employers Global 2022”: Takeda, Dhl, Bat, Jti, PepsiCo,  Saint-Gobain, Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, Philip Morris, Boehringer Ingelheim, Tata Consultancy Services.

Riguardo alle aziende italiane prese in considerazione dall'Istituto, il settore più rappresentato, come evidenziato su Repubblica,  è il farmaceutico, comprensivo anche di diagnostica e health care, con 18 società certificate. Seguono la consulenza (11), il settore bancario e quello di utilities & Servizi (9). E ancora, assicurazioni, engineering & machinery, retail-Grande distribuzione (8); automotive, manifacturing e energia (7); Ict, technology & electronics (6); media & pubblicità, beni di consumo e food & beverages (5); telecomunicazioni e alberghiero (3); ospedali e trasporti & logistica (2); beauty & care e moda (1).

Nel comparto della comunicazione GroupM  ha ottenuto per il secondo anno consecutivo il riconoscimento Top Employer Europe grazie alle certificazioni di Italia, Germania, Polonia, Spagna e Regno Unito (leggi news).

Nel settore delle tlc per il quinto anno consecutivo, Vodafone Italia è stata riconosciuta tra le aziende “Top Employer Italia 2022”, per l’impegno nell’assicurare un’alta qualità della employee experience, nel creare un ambiente di lavoro inclusivo e nel sostenere le sue persone nella trasformazione e digitalizzazione delle competenze.  

Grazie al Fondo nuove competenze, Vodafone ha avuto l’opportunità di accelerare il percorso di skill transformation  avviato già nel 2018, attraverso due piani straordinari di formazione che hanno coinvolto tutti i 6.000 dipendenti (a dicembre 2020 e a maggio 2021) e con la creazione della Vodafone Digital Academy (centro di formazione di eccellenza per costruire le professionalità del futuro, realizzato in collaborazione con Luiss Business School, MIP Politecnico di Milano School of Management e SDA Bocconi School of Management). Con un innovativo contratto di espansione siglato a giugno 2021, è stato inoltre previsto un percorso di upskilling e reskilling dedicato alle persone dei contact center, per un totale di 1 milione di ore di formazione.

Anche WindTre,  l’operatore di tlc guidato da Jeffrey Hedberg, ha ottenuto il riconoscimento per il quarto anno consecutivo. A riguardo,  Rossella Gangi, Direttrice Human Resources della company, ha dichiarato: "La centralità della persona rappresenta la chiave di volta del nostro modello di lavoro smart, che abbiamo chiamato ‘Human Working’, nato in questi anni di pandemia, ma sviluppato guardando alla ‘nuova normalità’. Un approccio innovativo e coraggioso, spiega la manager, orientato alla fiducia e alla responsabilità, inclusivo perché fondato sull’ascolto di tutta la popolazione aziendale. Proprio l’impegno verso l’inclusione, in particolare, ha guidato anche la realizzazione di estesi programmi di formazione per sviluppare internamente le competenze necessarie a fronteggiare le sfide del futuro ed una serie di iniziative concrete volte a garantire la parità di genere e una cultura aziendale aperta alle diversità".

Nel settore digitale si fa notare, tra le altre, la PayTech Nexi, che ha ottenuto il riconoscimento "a seguito delle azioni messe in atto nel 2021, si basa sull’analisi delle condizioni di lavoro, dei benefit aziendali, degli investimenti dedicati alla formazione e allo sviluppo delle competenze, delle politiche HR finalizzate alla crescita professionale e personale delle risorse umane, del benessere complessivo delle persone che lavorano in azienda".

Tra i gruppi assicurativi premiati c'è Generali di cui sono stati valorizzati molteplici aspetti dei programmi e processi di gestione del personale, lo sviluppo delle persone, l’ambiente lavorativo e i valori aziendali. Come spiega il gruppo in una nota: "questa importante certificazione dimostra l’impegno di Generali a essere più di un luogo di lavoro: un ambiente in grado di attrarre e trattenere talenti, favorire il benessere e la continua crescita professionale delle proprie persone, permettendo loro di esprimere e realizzare il proprio potenziale, generando un impatto positivo nel business e nella comunità". Premiato per il secondo anno consecutivo anche gruppo Allianz, che ha ricevuto anche una valutazione esterna sulla parità di genere tramite il processo di valutazione globale EDGE (Economic Dividends for Gender Equality). 

Tra le grandi aziende brilla Ferrari, premiata " per le sue politiche e strategie volte a migliorare sempre di più l’ambiente di lavoro e a favorire il benessere delle proprie persone".

Nel settore automotive ci sono Lamborghini che ha pronto un importante progetto sulla sostenibilità e che nel prossimo decennio prevede un importante piano di assunzioni e di sviluppo di nuove competenze.  La casa automobilistica investirà nel learning, usando le nuove tecnologie, gli ambienti virtuali e digitali per accelerare l’apprendimento dei lavoratori delle linee produttive. 

Nel comparto bancario c'è Intesa Sanpaolo che considera il riconoscimento un’occasione per ribadire l impegno per la tutela dell’occupazione e per la capacità di attrarre i candidati e le candidate migliori, in particolare rispetto alle nuove professionalità a cui guarda un gruppo bancario leader nel digitale e nella capacità di innovare. Rimanendo nell'area bancaria, ING Italia è stata riconosciuta “Top Employer” per il nono anno consecutivo per la sua grande attenzione al benessere e alla soddisfazione delle sue persone.

Tra le grandi realtà italiane si afferma Poste, in classifica per il terzo anno consecutivo con il merito di aver continuato a investire creando nuova occupazione qualificata e giovanile, anche in una fase resa molto difficile dall’emergenza pandemica e dai suoi pesanti riflessi sullo sviluppo economico e il mercato del lavoro. Il gruppo ha potenziato i programmi di formazione del personale e i progetti di welfare aziendale, garantendo i servizi essenziali in piena sicurezza e salvaguardia della salute dei dipendenti e dei cittadini.

Guardando alle aziende del beverage, anche Gruppo Peroni  è entrato a far parte delle migliori aziende per le condizioni di lavoro, programmi di formazione e sviluppo, benefit e politiche HR focalizzate sulla crescita professionale e personale e sul benessere delle persone. “Siamo molto orgogliosi di aver raggiunto questo importante traguardo che consideriamo un giusto riconoscimento del nostro People Journey - dichiara in un comunicato stampa Gianluca Di Gioia, HR Director dell'azienda - e come uno stimolo per migliorare ulteriormente i nostri piani e le nostre politiche People, strumenti imprescindibili per il raggiungimento degli obiettivi di business che ci siamo posti. La certificazione Top Employers ci offre inoltre un'ulteriore opportunità di visibilità per attrarre giovani talenti ai quali offrire esperienze di valore e apprendimento. Lo sviluppo dei talenti, a livello locale e internazionale, rappresenta uno dei pilastri della nostra strategia People, insieme alla promozione della cultura della responsabilità, del rispetto e dell’inclusività e all’attenzione per il benessere delle persone che lavorano per noi”.

Tra i grandi produttori di elettrodomestici Whirlpool viene premiata per il sesto anno consecutivo e riconosciuta tra i migliori datori di lavoro anche in Europa, con certificazione ottenuta anche in Francia, Germania, Polonia, Regno Unito e Russia. 

L’Istituto Top Employer ha certificato che l'azienda fornisce il miglior ambiente di lavoro per i dipendenti attraverso le sue pratiche HR "people first". Tra le aree di eccellenza, Whirlpool EMEA si distingue per l'ambiente di lavoro, la strategia, la qualità dei leader e le buone pratiche nella selezione e inserimento di persone di talento all’interno dell’organizzazione.

Oltre che per lo sforzo di promuovere un ambiente di lavoro positivo, la certificazione Top Employer ha premiato Whirlpool per la sua cultura aziendale basata su valori fondanti come Integrità, Rispetto, Inclusione e Diversità, One Whirlpool e Spirito vincente nonché per il suo “Leadership Model”, un modello che riassume l’insieme di comportamenti e azioni che guidano e ispirano  tutti all'interno dell'azienda per lavorare al meglio e raggiungere i migliori risultati.

“Questo è per noi un ulteriore riconoscimento di un percorso di cui siamo molto fieri – ha dichiarato Paolo Lioy, Amministratore delegato Whirlpool Italia  – e che ci vede da sempre impegnati per le oltre 5500 persone che impieghiamo in Italia, paese dove siamo il più grande produttore di elettrodomestici. Questo ci rende particolarmente orgogliosi e ci fa guardare con ottimismo ai progetti futuri”.

Per Toyota coinvolgere e sviluppare il talento e la passione delle proprie persone rappresenta infatti un elemento cardine della propria visione, un’ambizione necessaria per migliorare la qualità del risultato aziendale e per realizzare il suo disegno di società del futuro centrata sul benessere delle persone e sul pieno rispetto dell’ambiente.

Nella consulenza troviamo Accenture che ha raggiunto 18mila addetti ed è stata riconosciuta tra le migliori aziende italiane per ricerca di nuovi talenti e cura della fase di inserimento, formazione continua e valorizzazione delle competenze, opportunità di crescita professionale e sviluppo della leadership, capacità di includere e valorizzare la diversità.

Nell'automotive per il 7° anno consecutivo Toyota Motor Italia è Top Employer per il 7 anno consecutivo. Un riconoscimento che, si legge nella nota stampa " conferma la solidità e l’efficacia della strategia adottata dalla casa automobilistica, che ha saputo costruire un ambiente di lavoro inclusivo e stimolante attraverso l’attuazione di politiche che contribuiscono al benessere delle persone, rispondendo in modo rapido e efficace ai cambiamenti che hanno caratterizzato il mondo del lavoro negli ultimi due anni".

Di seguito,  l’elenco completo delle 131 aziende italiane che hanno ottenuto il riconoscimento Top Employers 2022

AB – Abbott Italia – Accenture – Acque Bresciane – Alfa Srl – Allianz S.p.A. – Alstom Italia – Alten Italia – Amaris Consulting – Amazon Italy – Amplifon S.p.A. – Angelini Pharma – AstraZeneca Italia – Avanade Italy – Automobili Lamborghini – Bat Italia – Baxter Italy – Becton Dickinson Italia S.p.A. – bioMérieux Italia S.p.A. – BIP – Birra Peroni – Bnl Gruppo Pnb Paribas – Boehringer Ingelheim Italia – Borgo Egnazia – Bper Banca – Bracco – Canon Italia – Capgemini Italia – Carrefour Italia – Chep – Chiesi Farmaceutici – Coca-Cola HBC Italia – Crédit Agricole Italia spa – Dana Incorporated – Danieli Group – dentsu – DHL Freight Italy -Ducati Motor Holding S.p.A. – Edison – Edp Renewables Italia – Electrolux – Eli Lilly Italia – Elica – Emilgroup – Esprinet Italia – Esselunga S.p.A. – EY- Falck Renewables – Ferrari – Fincantieri S.p.A. – Findomestic Banca – FinecoBank – Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero – Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli – Generali Group Head Office (Assicurazioni Generali S.p.A.) – Generali Italia – Golden Goose – Groupama Assicurazioni – GroupM – Gruppo Acea SpA – Gruppo Axa Italia – Gruppo Cap – Gruppo Cattolica Assicurazioni – Gruppo Credem – Gruppo Hera – Gruppo Iren – Gruppo Servier in Italia – Huawei Technologies Italia – iGuzzini illuminazione – Ima – Imperial Tobacco Italia – Ing Bank Nv Milan Branch – Intesa Sanpaolo – ISS Facility Services – Italdesign – Italgas – Itas Mutua – Jti Italy – Kelly Services Spa – Konica Minolta Business Solutions Italia – Kuwait Petroleum Italia S.p.A. – Lagardère Travel Retail Italia – Lavazza Group – LeasePlan Italia – Lefay Resorts & Residences – Lidl Italia – Ma Group – Marazzi Group – Marriott International – MediaWorld – Medtronic Italia – Metro Italia – Msd Animal Health – Msd Italia – Nexi – Ntt Data Italia – OBI Italia – Olympus – Open Fiber -PepsiCo Italia – Perfetti Van Melle Italia – Philip Morris Italia – Philip Morris Manufactoring & Technology Bologna – Poste Italiane – Puma Italia – PwC – Qvc Italia s.r.l. – RDS-Radio Dimensione Suono – Rai Way S.p.A. – Reckitt – Rheinmetall Italia S.p.A. – Saint-Gobain Glass Italia S.p.A. – Sanofi S.r.l. – SAP Italia – SGB Humangest Holding – Smat S.p.A. – Smurfit Kappa Italia – STMicroelectronics – Successori Reda – Takeda Italia – Tata Consultancy Services Italia – The Estée Lauder Companies – The European House – Ambrosetti S.p.a. – Toyota Motor Italia – UniCredit – Vodafone Italia – Volkswagen Group Italia – Whirlpool -Windtre – Würth Italia – Zurich.