Poltrone

Immagini, emozioni e tecnologia

Da sempre innovazione e creatività fanno parte del vocabolario di Epson, tra i leader internazionali nei prodotti per l'imaging. Attraverso le parole di Daniela Pasqualin, Marketing Communications Manager, intervistata da e20 nel numero di giugno-luglio, presentiamo i cavalli di battaglia della comunicazione aziendale, rappresentati da sponsorizzazioni tecnologiche e sportive, roadshow e informazioni on line.

Forte di una cultura d'impresa innovativa e creativa, Epson, tra i leader internazionali nei prodotti per l'imaging, fra cui stampanti, videoproiettori e lcd, ha come impegno primario quello di superare le aspettative stesse dei clienti, in tutto il mondo, con prodotti conosciuti per qualità, funzionalità, compattezza e costante riduzione del consumo energetico. Con capogruppo la giapponese Seiko Epson Corporation, Epson Europe ha sede ad Amsterdam e conta circa 2.700 dipendenti per un fatturato di oltre 2.400 milioni di euro, mentre la sede italiana, sales company nazionale del gruppo, impiega 174 persone per un fatturato di oltre 309 milioni di euro. Innovazione e creatività fanno parte del vocabolario dell'azienda anche per quanto riguarda la comunicazione, i cui cavalli di battaglia sono rappresentati da sponsorizzazioni tecnologiche e sportive, roadshow e informazioni on line. Ne parliamo con Daniela Pasqualin, marketing communications manager.

Quali sono le strategie di comunicazione sulle quali investe attualmente l'azienda?
La comunicazione, non necessariamente la classica tabellare, ha sempre rivestito per Epson un ruolo determinante, dalla sponsorizzazione del Centro Epson Meteo dagli inizi degli anni '90, alle presenze negli eventi sportivi televisivi, all'organizzazione di road show ed eventi dedicati, o dimostrazioni presso i punti di vendita.

Come è cambiato negli ultimi anni l'approccio alla comunicazione, in termini di strategia e mezzi utilizzati?
Abbiamo sempre usato tutti i mezzi e gli strumenti disponibili con creatività e grande varietà. Prima che il tema diventasse di moda, abbiamo caratterizzato la nostra comunicazione con un forte coinvolgimento emotivo, vicino alle persone, oggi ancora forte ed evocativo del mondo Epson, e sintetizzato dal nostro jingle 'immagine-emozione'. Due anni fa abbiamo lavorato in team a livello globale per ridefinire il brand Epson, riassunto dalla nuova tag line 'Exceeed Your Vision' adottata in tutto il mondo. Questa frase è stata scelta perché esprime la promessa di Epson riguardo ai suoi prodotti e servizi, fornendo nel contempo una direzione ai nostri obiettivi futuri.

Quale ruolo rivestono eventi, sponsorizzazioni e pubblicità per la vostra società?
Un ruolo molto importante. Come ho ricordato più sopra, siamo stati innovativi nella sponsorizzazione del Centro Epson Meteo, vero e proprio esempio di tecnologia applicata, negli eventi organizzati in roadshow di varie tappe in Italia, o nella comunicazione pubblicitaria tabellare, emotivamente coinvolgente in tv, radio e stampa. Tra gli ultimi roadshow dedicati ai rivenditori, vorrei ricordare i tre appuntamenti del giugno scorso a Milano (Cosmo Hotel Palace di Cinisello Balsamo, ndr), Roma (Hotel Melià, ndr) e Catania (Hotel Sheraton, ndr). Giornate informative e espositive con un focus particolare sui prodotti dedicati alla grafica. Queste occasioni sono per noi importanti perché ci consentono di incontrare i nostri rivenditori e di dialogare con loro. Alcuni di questi appuntamenti li estendiamo ad alcuni professionisti che possono essere interessati alle diverse tipologie di prodotti presentati.

Quale futuro spetta a eventi, sponsorizzazioni e pubblicità nel media mix delle aziende?
Sono tutti strumenti di comunicazione indispensabili, che possono anche alternarsi per seguire specifiche strategie, non escluso il materiale Pop, comunicatore primo nel punto vendita. Tutti questi mezzi devono però essere il più possibile sinergici, per ottimizzare al massimo il budget delle aziende.

Qual è il ruolo dello sport negli eventi e nelle sponsorizzazioni Epson?
Epson è sempre coinvolta attivamente nell'ambito delle manifestazioni sportive o culturali che sponsorizza, attraverso un contributo tecnico e di competenza che pone in prima linea la nostra società a fianco degli enti promotori dell'evento stesso. Epson offre in ambito sportivo sofisticati sistemi informatici a servizio degli atleti e di tutti coloro che seguono le gare in televisione o su Internet come per esempio negli ultimi Mondiali di Atletica di Helsinki.

E la cultura?
In ambito culturale l'apporto di Epson si esprime in dotazione di strumenti informatici e supporto in termini di competenza, come, per citarne alcuni, di recente con il Museo Bagatti Valsecchi di Milano, o in passato con il progetto Italia-Giappone, nell'ambito del quale abbiamo stampato le copie di alcune opere degli Uffizi per il periodo in cui gli originali sono stati esposti in mostre in Giappone. Tra i progetti in corso, vorrei ricordare quello in collaborazione con l'agenzia fotografica Grazia Neri e l'hotel Hilton di Milano. Una serie di mostre nelle quali Epson è presente in qualità di sponsor tecnico, fornendo tecnologie e materiali. Il primo appuntamento si è svolto da novembre a gennaio e ha previsto l'esposizione fotografica di Max&Duglas sul tema sport. Il prossimo, dal 16 maggio all'11 settembre, avrà come protagoniste le immagini firmate da Sandro Santioli. L'iniziativa è per noi molto interessante e pensiamo di ripeterla almeno due volte l'anno.

Eventi dedicati al consumatore. Ci fa un esempio?
La recente manifestazione a Roma, Photo & Digita Expo, è stata un momento importante di incontro sia con un pubblico estremamente attento e interessato, sia con i nostri clienti che apprezzano il contatto diretto. A questo scopo abbiamo anche creato un Club dedicato on line, accessibile attraverso password, con interessanti informazioni, convenzioni, pubblicazioni dedicate, concorsi fotografici, ecc. È possibile anche richiedere una webnews aggiornati sulle ultime novità. Inoltre, abbiamo incontrato i consumatori a Grafitalia (Milano, 9-13 maggio) e saremo presenti alla manifestazione Visual Communication (Milano, 9-11 novembre).

Quali messaggi volete comunicare attraverso gli eventi?
Difficile definire a priori tipologie e obiettivi a volte molto diversi. Il messaggio comune può essere il comunicare la personalità dell'azienda unita a un'alta professionalità, estrema attenzione ai dettagli e coerenza.

Gli eventi e le sponsorizzazioni vengono pianificati secondo un calendario predefinito?
Sì, tutto fa parte di un marketing plan che ha comunque continue verifiche e messe a punto.

Quando si può affermare che l'evento organizzato è pienamente riuscito e di qualità?
Quando è ricordato per i contenuti e per l'unicità di quanto ha saputo esprimere.

L'evento e la sponsorizzazione che nell'ultimo anno le hanno dato maggiore soddisfazione?
Sono tentata di rispondere 'il prossimo', per l'entusiasmo che caratterizza la nostra organizzazione.

Qual è il futuro degli eventi Epson? Gli eventi sono e saranno uno strumento fondamentale di comunicazione e di incontro con i vari pubblici.

Nella progettazione di eventi vi appoggiate a strutture specializzate?
Lavoriamo con più agenzie, dall'agenzia di organizzazione eventi, a quella grafica, di comunicazione, di progettazione, ecc. Le agenzie hanno con noi un rapporto consolidato nel tempo e c'è una grande affinità.

In tema di pubblicità, a quali agenzie vi rivolgete?
La campagna pubblicitaria è armonizzata a livello europeo. Dalla costruzione del brief alla presentazione delle proposte, tutto è condiviso con i colleghi europei, con i quali si lavora in team. L'agenzia è la londinese Burkitt Ddb.

Cosa le piace di più del suo lavoro?
Il lavoro di team e la fase progettuale.

Come si inserisce la sua figura all'interno dell'organigramma aziendale?
La figura dedicata agli eventi si colloca all'interno del marketing communications, responsabile di tutta la comunicazione di Epson Italia. Il marketing communications risponde direttamente alla direzione generale.

Quali sono le doti indispensabili per organizzare eventi di successo?
Professionalità, lavoro di squadra, rigore, dedizione ed estrema attenzione al dettaglio.

 

Marina Bellantoni