Poltrone

Kiratech sceglie Palo Alto Networks per rafforzare la componente cybersecurity

Il brand, azienda italiana che supporta le aziende integrando le migliori tecnologie cloud e cybersecurity con servizi di consulenza, sceglie la multinazionale americana con sede a Santa Clara, protagonista globale della Security informatica, per affiancare le aziende italiane e svizzere nel processo di messa in protezione di servizi e applicazioni in cloud. Grazie a questa partnership, Prisma Cloud, la più completa e sicura Cloud Native Security Platform (CNSP), supporterà AKIT, la business unit di Kiratech focalizzata sulla cybersecurity.

Integrata con i 5 principali cloud providers, con ogni versione di Kubernetes e con tutti gli ambienti e gli strumenti di sviluppo maggiormente utilizzati, Prisma Cloud by Palo Alto Networks indirizza i 4 elementi principali della cloud native security:

  • Cloud Security Posture Management (visibilità, compliance, difesa proattiva da minacce, e protezione del dato)

  • Cloud Workload Protection (protezione di host, VM, containers, serverless con applicazione di policy di compliance e standard, protezione a runtime attraverso l’uso di AI/ML e protezione dalle vulnerabilità. Capacità di integrazione con pipeline di DevOps applicando la metodologia Shiftleft e DevSecOps)

  • Cloud Network Security (micro-segmentazione zero trust basata sull’identità)

  • Cloud Infrastructure Entitlement Management (gestione di utenti, gruppi, service accounts)

Oggi le aziende competono in contesti disparati in cui il time to market e l’adozione di tecnologie abilitanti come il cloud nelle sue molteplici forme (public, multi e hybrid) sono divenuti dei fattori chiave.

Nuovi servizi e applicazioni sfruttano i container ed il serverless, associati a strumenti innovativi (DevOps via pipeline CI/CD, Infrastructure as a Code (Iac), GitOps, event driven architecture), eppure, sebbene i vantaggi siano considerevoli, ci si trova anche davanti ad una sfida importante: la security.

Il pericolo di non proteggere correttamente le proprie applicazioni in cloud è reale e può comportare un danno di immagine ed economico davvero rilevante per qualsiasi tipo di azienda,” commenta Giulio Covassi, CEO e Founder di Kiratech. “AKIT è nata come business unit che si propone di offrire le giuste competenze alle aziende che non riescono ad abilitare la Cloud Native Security in autonomia. Tutto questo è possibile solo attraverso la collaborazione con partner di prestigio presenti su scala internazionale. Siamo certi che la scelta di sviluppare la partnership con Palo Alto Networks, così come il percorso di specializzazione su Prisma Cloud, aprirà le porte a nuovi progetti e opportunità di successo con cui riusciremo a sensibilizzare il mercato italiano e svizzero sulle tematiche della Cloud Security.”

"Siamo molto soddisfatti della partnership avviata con Kiratech. Riteniamo che i clienti, utilizzando la piattaforma Prisma Cloud, leader di mercato con oltre 2.000 clienti nel mondo, in associazione alle notevoli competenze in ambito DevSecOps e cyber security di Kiratech, potranno ottenere in breve tempo risultati concreti e di successo nell'implementazione di progetti di cloud native security ad ampio spettro," afferma Mauro Palmigiani, Country Manager di Palo Alto Networks Italia, Grecia e Malta. "Il mercato italiano è un mercato in forte espansione sul tema della cloud security. Grazie alla partnership con Kiratech i nostri clienti godranno dell’integrazione di skill e tecnologia, in modo che ogni giorno sia più sicuro di quello precedente.”