Poltrone

Unicredit: nuova struttura organizzativa e manageriale con Bertalli a capo dell'Italia, mercato cruciale. Nascono un Group Executive Committee di 15 top manager e le nuove divisioni Digital e People & Culture

Il gruppo bancario guidato dal Ceo Andrea Orcel con la nuova divisione porta tecnologia, digitalizzazione e dati nell’ambito del nuovo GEC, assicurandone la piena inclusione in ogni decisione strategica e sottolinea l’importanza critica di quest’area per le sfide future del business.

 UniCredit ha annunciato un nuovo assetto organizzativo firmato dal nuovo ceo Andrea Orcel (nella foto) con un team manageriale che «avrà la responsabilità di guidare il business con successo e di sviluppare il nuovo piano strategico nella seconda metà del 2021»

Come riporta la nota stampa, si tratta di " un'organizzazione semplice in grado di assicurare piena responsabilizzazione di ciascun business e area della banca mettendo il cliente al centro di tutte le attività, integrando ulteriormente la tecnologia e la digitalizzazione come fattori chiave di successo con chiara attribuzione di ruoli e responsabilità».

Creato un nuovo comitato esecutivo Group Executive Committee (GEC) composto da quindici membri che sostituirà l'attuale Executive Management Committee (EMC) con ventisette membri, «aumentando il livello di coinvolgimento e responsabilizzazione del team manageriale».

Group Chief Executive Officer - Andrea Orcel
Head of Italy – Niccolo Ubertalli
Head of Germany – Michael Diederich
Head of Central Europe – Gianfranco Bisagni
Head of Eastern Europe – Teodora Petkova
Head of Corporate & Investment Banking – Richard Burton
Chief Financial Officer – Stefano Porro
Group People & Culture Officer – Annie Coleman
Group Digital & Information Officer – Jingle Pang (ad interim Daniele Tonella)
Group Operating Officer – Ranieri de Marchis
Head of Group Strategy & Optimisation – Fiona Melrose
Head of Group Stakeholder Engagement – Joanna Carss
Group Risk Officer – TJ Lim
Group Compliance – Serenella De Candia
Group Legal Officer – Gianpaolo Alessandro

La banca elimina un livello gerarchico presente nella precedente struttura organizzativa, minimizzando la presenza di co-Head alla guida di strutture e business «e creando un team più coeso». Fornisce ai CEO dei paesi le leve manageriali per «gestire al meglio la geografia di competenza valorizzando le sinergie e le best practice tra le varie linee di business». Italia, Germania, Europa Centrale ed Orientale costituiscono le aree geografiche a diretto riporto del CEO e e posiziona l'Italia come geografia autonoma, «riflettendone l'importanza cruciale per il Gruppo».

Cotituisce una nuova divisione People and Culture che estende il mandato della
precedente funzione di Human Capital riflettendo l’importanza delle persone nel fare
propria la nuova cultura del Gruppo e assicurandone la capacità di attrarre e coltivare i migliori talenti a servizio del Gruppo e dei suoi clienti

Crea una nuova divisione Digital che porta tecnologia, digitalizzazione e dati nell’ambito
del nuovo GEC, assicurandone la piena inclusione in ogni decisione strategica e
sottolineando l’importanza critica di quest’area per le sfide future del business

Istituisce anche un CEO office che include le aree di Strategy and Optimization e Stakeholder Engagement. Entrambe le funzioni faranno parte del GEC

Niccolò Ubertalli è il nuovo responsabile per l’Italia, mentre Richard Burton viene confermato a capo del Cib come Stefano Porro cfo. Il digital & information officer sarà Jingle Pang, dopo un interim di Daniele Tonella.