Agenzie

FMA Hub firma il debutto in Italia di Stem Hub Women Congress. Circa 1000 i partecipanti di questa prima edizione. Bassetto: "Questa iniziativa apre un nuovo capitolo nella nostra storia professionale"

L’evento che si è appena concluso il primo di una lunga serie da sviluppare nel 2025 uscendo anche dalla città di Milano per portare il format in tutta Italia.

Si è conclusa ieri con un grandissimo successo di pubblico la prima edizione del format internazionale Stem Women Congress, nata nella penisola iberica e portata in Italia dall'intuizione di FMA Hub insieme a Orange Media e Women at Business.

Sul palco del BASE, - location iconica e versatile che si è prestata ad accogliere nell’allestimento e regia dell’evento di FMA Hub il format variegato con tante isole diverse -, una trentina di aziende e istituzioni che si sono alternate nel portare, ai circa mille partecipanti, tra presenze in sala e da remoto, il racconto dei progetti sviluppati a sostegno di una presenza sempre più ricca delle donne nelle professioni STEM. 

Siamo davvero felici del successo e dell'entusiasmo riscontrato da questa prima edizione in ognuna delle aziende, delle istituzioni, delle diverse voci protagoniste e degli studenti. Il medesimo entusiasmo che ci ha spinto, dal primo giorno, a sposare questo progetto sull’inclusione e diversity, temi a noi molto cari. Ognuno si è sentito protagonista di questa nuova rivoluzione, con la certezza di potercela davvero fare, insieme, a sfondare questo muro che ancora rappresenta una barriera forte all’ingresso” commenta Luca Bassetto (foto), CEO di FMA Hub. “Anche per noi è stata una prima volta: il nostro lavoro consiste nel creare eventi ad hoc per i nostri clienti più che localizzare format, ma il successo pieno e rotondo di questa iniziativa apre un nuovo capitolo nella nostra storia professionale. Con una accresciuta consapevolezza del grande valore che anche questa tipologia di sinergia e di contaminazione può dare”. 

L’evento appena concluso vuole essere solo il primo di una lunga serie da sviluppare nel 2025 uscendo anche dalla città di Milano per portare il format in tutta Italia rendendo sempre più vicina e partecipata la possibilità di incontrare role model e di lasciarsi ispirare dalla qualità dei contributi, ampliando il bacino di aziende e stakeholder coinvolti. 

Importanti sono state le aziende che hanno sposato il progetto e che ci hanno sostenuto già da questa prima edizione: Afol Metropolitana, Almaviva, ATM*, Autostrade, Edison, ELIS, Engineering, Erion, Flamma Group, Focaccia Group, Fondazione Mondo Digitale, GIGroup, IBM, IMCD Italia, Istat, Ipsos, Philip Morris, Siemens Healthineers Italia, Soldo, Stemiamoci di Confindustria, Volvo Car Italia.