Agenzie

Il Gruppo H&A chiude il 2023 a 40 mln di euro. Dalla sede italiana 25 mln, da quella Usa 15 con fatturato medio per evento di 375mila (100mila in Italia)

Nel corso dell'anno, la sede italiana ha gestito 240 eventi, quella di New York oltre 40 grandi eventi realizzati per le aziende del mercato USA.

Il Gruppo H&A, presente con due grandi realtà sul mercato internazionale, H&A Italia a Milano e H&A America a New York, chiude il 2023 con il miglior risultato di sempre: quota 40 milioni di fatturato.  H&A Italia, con 240 eventi realizzati nel corso del 2023 per il mercato italiano realizza un fatturato di 25 milioni di euro, con una quota media per evento di poco più di 100.000 euro. 

La sede di New York, con oltre 40 grandi eventi realizzati per le aziende del mercato USA, chiude un 2023 con più di 15 milioni di euro di fatturato. Qui il fatturato medio per evento è di 375.000 euro.  Una crescita a tripla cifra rispetto al 2022 che proietta il Gruppo guidato da Giancarlo Giumelli (H&A Italia, nella foto)) e Nunzio Tarantino (H&A America) ai primi posti assoluti nella Event industry Internazionale. Il 2023 è stato all’insegna di una crescita che è andata oltre quella della media del comparto ed è frutto del lavoro sinergico ed integrato delle diverse divisioni dell’agenzia. 

‘H&A Italia dice Giancarlo Giumelli (foto), ‘ha raggiunto livelli di qualità del servizio, di freschezza creativa e di proposte decisamente alti, grazie ad un team fortemente ampliato negli ultimi anni. A questo si aggiungono importanti aspetti di attenzione ai trend, di monitoraggio dei mercati e dei flussi. Oggi la nostra offerta abbraccia anche i grandi temi come la sostenibilità e l’inclusività che non devono essere trascurati o dati per scontati. Al centro poi ci sono sempre le persone partendo dalla nostra idea di motivazione come leva della passione”.  

Le persone per H&A rappresentano il cuore pulsante: i team di lavoro come i partner, gli stakeholder come i clienti e tutti coloro che prendono parte agli eventi e alle iniziative dell’agenzia. 

“Nel 2023 abbiamo servito più di 100 clienti e di questi almeno 30 erano aziende che per la prima volta davano fiducia ad H&A” prosegue Giumelli. “Ma a questo si unisce una grossa parte di clienti storici che continuano a rinnovare un rapporto che non viene scalfito dagli anni. Credo che uno dei nostri segreti stia nel clima aziendale e nello staff dirigenziale che lo compone: Vincenzo Raffaele, come Amministratore delegato, Patrizia Cannavacciuolo e Alessandro Giumelli rispettivamente alla guida del MICE e del Reparto Web. Abbiamo investito tanto sul concetto di ‘motivated people’ che rappresenta per noi un valore primario”. 

Parallelo è il percorso di H&A America, che da trent’anni lavora sul mercato USA organizzando eventi per le aziende americane. “Non è stato facile” dice Nunzio Tarantino presidente di H&A America, “farsi accettare dalle aziende americane come partner considerata la nostra estrazione di azienda italiana. Ma oggi, con questi risultati, dopo più di trent’anni possiamo dire che la scommessa è vinta. Il mercato americano degli eventi è molto differente da quello italiano ed europeo in generale: i nostri eventi vengono pianificati con anni di anticipo. Abbiamo già chiuso i contratti con i clienti per gli eventi del 2026”.

Per il futuro Giumelli e Tarantino non si sbilanciano. Sono in cantiere parecchie iniziative nuove tra cui alcune possibili acquisizioni. “Di sicuro” continua Giancarlo Giumelli “non ci limiteremo a raccogliere i frutti del momento. La nostra esperienza e lo spirito da innovatori che ci caratterizza, ci porterà ad alzare ancora il livello guidati sempre dall’obiettivo di proiettare le persone al centro con il massimo livello di motivazione”.