Premi

Ups e Pitti Immagine premiano Compl8

Pitti Immagine ha realizzato un concorso per i cento anni di UPS basato sulla reinterpretazione di un capo di abbigliamento che caratterizza l’immagine del marchio. Compl8 si è aggiudicato il premio "Delivering Fashion Into the Next 100 Years".

compl8.jpgCompl8 ha vinto Delivering Fashion Into the Next 100 Years, il concorso realizzato da Pitti Immagine per i cento anni di UPS, leader mondiale nel settore dei trasporti e partner dei più importanti operatori del tessile e del lusso. Compl8 si è aggiudicato il primo premio reinterpretando un pezzo vintage. Stampe, tinture e applicazioni hanno trasformato una giubba dell’esercito canadese in un abito da lavoro, senza tradirne la vocazione alla divisa.

La premiazione ha avuto luogo durante la cerimonia di inaugurazione di Pitti Uomo 72. La giuria composta da Beppe Angiolini, Boutique Sugar, Courtney Colavita, senior European editor DNR, Eva Desiderio, capo redattore QN moda, Linda Loppa, direttore didattico Polimoda e Gianluca Lo Vetro, giornalista di costume, ha esaminato i concept e le creazioni di otto giovani stilisti che sono stati chiamati a reinterpretare un capo di abbigliamento che caratterizza l’immagine di UPS e del suo personale in tutto il mondo. Dopo un’attenta valutazione, la giuria ha premiato il capo di Compl8, il marchio fondato da Otto Bussetti nel 2004 con la seguente motivazione: “L’impatto del capo è emozionale, perché mescola il sapore del vintage, il militare/funzionale (vedi tasconi e bottoni) e le lettere a punto pelliccia del logo UPS che rimandano a un atmosfera campus degli anni ’60. Inoltre la stessa griffe Compl8, che fonde numeri e lettere, è l’espressione del nuovo linguaggio giovanile che corre via sms.”
ups.jpg
“Il fashion contest di UPS - ha detto Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine - ci ha dato la possibilità di lavorare su un terreno, quello del workwear, che siamo convinti offrirà sviluppi molto interessanti nei prossimi anni. E realizzare questo progetto con una grande azienda internazionale come UPS, ci ha permesso di farlo nel migliore dei modi: con spettacolo e creatività”.  

“Siamo molto lieti della collaborazione con Pitti Immagine e lusingati nel vedere come otto giovani stilisti siano stati ispirati dal marchio UPS - ha dichiarato Bernhardt Wagner, managing director, UPS Sud Europa - questa partnership rispecchia il nostro impegno al servizio del mondo della moda, del tessile e del lusso, di cui da anni curiamo la logistica permettendo alle aziende nostre clienti di concentrarsi sul proprio core business”.
 
Le realizzazioni di Chris & Tibor, Compl8, Joe Rivetto, Memine, Pun Chi Man, Rifiuto Speciale, Sartoria Tramarossa, Solosali rimarranno esposte dentro la Fortezza da Basso, accanto al Lyceum, per tutta la durata del Pitti Uomo 72. L’allestimento-installazione, che si richiama al gusto minimal e al clima work in progress delle sculture di Cristo, è firmato da Marco Morosini, designer e architetto, art director di prestigiose riviste.