People

Giovanni Rana diventa dottore in Comunicazione

La Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM ha conferito oggi, 15 novembre 2006, la Laurea Honoris Causa in Relazioni Pubbliche al  "Re dei Tortellini", Giovanni Rana, presidente e fondatore del Pastificio Rana.

Laurea Honoris Causa in Relazioni Pubbliche per Giovanni Rana, classe 1937.
A conferirgliela è stato oggi l’Università IULM, nella persona del suo rettore, il professor Giovanni Puglisi che per l’occasione ha organizzato questo pomeriggio presso l’Ateneo una cerimonia alla quale hanno partecipato personalità del mondo della comunicazione, numerosi docenti della facoltà  e un nutrito numero di studenti.
Rana è già stato nominato nel 2004 Cavaliere del lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana in quanto esempio più significativo di sviluppo economico e crescita sociale del sistema imprenditoriale italiano.

laurea_G.Rana.JPG
A chi è venuto a conoscerlo ed ascoltarlo in tale contesto, Giovanni Rana, da bravo studente, ha presentato la sua Lectio Doctoralis intitolata “La mia ricetta per il successo d’impresa” nella quale ha ripercorso le tappe più importanti della sua vita di imprenditore.

“La mia ricetta per il successo? – ha esordito - è la passione, l’amore che metto da sempre in tutte le cose che faccio. La mia storia è iniziata  quarant’anni fa sui banchi di un piccolo forno di San Giovanni Lupatoto, alle porte di Verona. Oggi è approdata in questa prestigiosa Università dopo una vita dedicata a produrre tortellini, tortellini tanto buoni da meritare non solo il consenso di milioni di italiani ma anche quello di  altrettanti tedeschi, francesi, spagnoli e americani sparsi in tutto il mondo”.

G.Rana.JPG
“Da 16 anni – ha proseguito - li presento in prima persona entrando nelle case di chi ha deciso di gustarli. Lo faccio con la televisione o semplicemente firmando ogni singola confezione perché chi è sicuro del fatto suo non ha bisogno di effetti speciali o giri di parole. A tutti deve soltanto dire che si assume le sue responsabilità. E lo deve fare nel modo più chiaro, naturale e spontaneo possibile”.

“È basandomi su tale logica – ha concluso - che ho scelto anni fa il mio modo di comunicare, un modo che vedo oggi premiato anche con questa prestigiosa onorificenza e che mi onora e rende davvero felice”.

Ma Giovanni Rana nella sua “lectio” non ha solo parlato del passato. Si è più volte proiettato nel futuro tracciando una linea di sviluppo e di crescita per la “sua” società. “Quando penso a ciò quello che faccio – ha precisato -   mi piace immaginarmi un sorta di pittore di palati sempre alla ricerca di nuovi gusti, nuovi sapori da poter portare nella tavola di tutte le famiglie”.
 
Giovanni Rana è un’ uomo che ha saputo costruire una grande azienda, leader in Italia nella pasta fresca con il 35% di quota di mercato. Il Pastificio Rana oggi conta infatti più di  600 dipendenti, 4 stabilimenti, una forte presenza all’estero (in Spagna e leader di mercato e in Francia seconda) e un fatturato che quest’anno ha raggiunto  i 203 milioni di euro. 
Rana  infatti uno dei più genuini interpreti del made in Italy, avendo creato un’impresa da un’abitudine alimentare tipicamente italiana. Il suo successo è fondato sulla qualità di prodotti artigianali trasformati in industriali.

Giovanni Rana ha inoltre portato all’estero la migliore immagine dei prodotti tipici italiani con una pubblicità efficace e inedita, che ha aperto un nuovo genere nella comunicazione aziendale. Egli rappresenta oggi un esempio di imprenditore testimonial che ha rinnovato il linguaggio della comunicazione pubblicitaria, imitato peraltro da altri imprenditori operanti in settori diversi.

La gastronomia è, infatti, diventata oggi nel mondo espressione identitaria e di qualità del prodotto italiano, al punto di essere stata innalzata a dignità di percorso formativo superiore, in un Ateneo dedicato ad hoc alla preparazione dei futuri suoi addetti e protagonisti. Insieme alla moda, al design e alla “Ferrari” è oggi uno dei settori produttivi più diffusi nel mondo che contribuiscono a tenere alto in nome e il brand del nostro Paese, aiutando e aiutandosi con l’ingegno, la versatilità e l’operosità degli Italiani nel mondo.

Anche per effetto della sua innata capacità relazionale e comunicativa, Giovanni Rana ha contribuito ad accreditare nel mondo l’identità, l’originalità e la qualità del prodotto italiano. I suoi prodotti - per notorietà e gradimento - rappresentano infatti una concreta testimonianza del successo economico che può scaturire dall’efficace mix di creatività e comunicatività.

Per queste motivazioni di originalità nella realizzazione di un progetto imprenditoriale di successo attraverso la capacità relazionale e comunicativa, il Professor Puglisi propone alla Facoltà di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo, coerentemente con la sua missione culturale e formativa, di conferire a Giovanni Rana la laurea honoris causa in Relazioni pubbliche.
Alla domanda su quale sarà la prima cosa che farà con il nuovo titolo,  il “dottor” Rana ha risposto, con la sua solita autoironia, “mi toccherà cambiare tutti i miei biglietti da visita”.