Evento culturale

Al via la terza edizione di “Un Mare di Discorsi”: il festival culturale diffuso delle Cinque Terre

Ospiti ed incontri dedicati a divulgazione, musica, sport, letteratura e dibattiti sulla cultura della sostenibilità e il cambiamento climatico. Quest’anno il programma è ancora più ricco, da giugno a settembre, con nuovi appuntamenti anche a La Spezia, Campiglia, Porto Venere e Isola Palmaria. Il festival nel festival, dedicato ai più piccoli, con laboratori e attività dedicate all’ecologia, all’arte e alla cultura del riuso.

Per il suo terzo anno, il festival Un Mare di Discorsi torna ad animare l’estate allargando i suoi confini oltre il Parco Nazionale delle Cinque Terre, andando ad includere anche La Spezia e Porto Venere.  

Stessa formula vincente con ospiti del mondo della cultura, della musica, della scienza e dello sport,  stimolati a confrontarsi su temi di attualità, sempre con ironia e un pizzico di irriverenza, cifra stilistica di Dario Vergassola, direttore artistico della kermesse e spezzino DOC.  

Oltre al sostegno del Parco Nazionale, dei Comuni di Riomaggiore e Vernazza e della Fondazione Carispezia, tante le anime che renderanno possibile un calendario ancora più ricco. Nuovi partner di quest’anno il Comune della Spezia, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, il  Consorzio Marittimo Turistico Cinque Terre, Golfo dei Poeti e il Consorzio Turistico Porto Venere.  

Anno dopo anno Un Mare di Discorsi amplia la sua offerta e spazia allargando l’orizzonte culturale  e fisico, includendo nuovi territori. Quest’anno sono 4 i Comuni coinvolti per estendere, oltre all’area  del Parco Nazionale, l’offerta culturale alla costa di Porto Venere, coprendo così buona parte del  territorio Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO, passando per Campiglia, crocevia di sentieri  e porta di collegamento tra le due meravigliose zone.  

Una non stop di condivisione di cultura, musica, teatro ed eventi, da ponente a levante, dal mare al  crinale, da giugno a settembre, che abbraccia la dimensione verticale delle Cinque Terre.  

Si tratta di un festival immerso nella natura, che regala agli spettatori momenti di riflessione in un  clima di spensieratezza promuovendo la conoscenza, il rispetto e i valori della sostenibilità in questo  magnifico territorio. L’impronta green della manifestazione emerge spiccatamente grazie a incontri  dedicati alla sostenibilità ambientale, al cambiamento climatico, alla conservazione della biodiversità  terrestre e marina. Temi assolutamente fondamentali per il Parco Nazionale delle Cinque Terre che diventa laboratorio di sostenibilità a cielo aperto con iniziative di divulgazione scientifica e educazione ambientale rivolte non solo agli adulti ma anche e soprattutto ai bambini. 

Un Mare di Discorsi nasce con la vocazione di organizzare appuntamenti gratuiti e di qualità che  ampliano l’offerta culturale di questi borghi famosi in tutto il mondo rispettandone equilibri e  fragilità. Non si tratta, infatti, di grandi eventi ma di appuntamenti per un massimo di 300 spettatori, in luoghi di straordinaria bellezza, per vivere il Parco immergendosi nei valori in esso custoditi, attraverso una formula fatta di autenticità, ironia, voglia di approfondire temi di attualità, e scoprire  nuovi orizzonti di senso da punti di vista originali. 

Lo spirito della manifestazione è quello di coniugare appuntamenti culturali di qualità e rispetto per  la cornice naturale che li ospita, come ha evidenziato la presidente del Parco Cinque Terre, Donatella  Bianchi: “Per la sua connotazione di evento diffuso “un mare di discorsi” è stato fin dalla prima  edizione percepito come il festival del Parco, per i temi che tratta e per gli ospiti che anno dopo anno,  rendono l’offerta culturale locale sempre più prestigiosa. Questo festival non è solo un evento  culturale, ma un’esperienza integrata che pone al centro la bellezza e l'unicità dei luoghi e ospiti di  altissimo livello. Le piazze, i sentieri, il mare diventano il teatro di questa manifestazione in cui  natura e cultura coesistono in sinergia e si esaltano a vicenda, attraverso attività che incoraggiano  una fruizione consapevole e rispettosa del territorio. La cultura diventa così una leva potente per  promuovere un turismo più responsabile, capace di valorizzare le risorse locali senza depauperarle, e di creare un legame più profondo e rispettoso tra i visitatori, comunità locali e i luoghi”. 

“Fondazione Carispezia sostiene per il secondo anno il festival ‘Un mare di discorsi’. – dichiara il Presidente Andrea Corradino – Un evento che si inserisce nelle nostre linee programmatiche mirate  a valorizzare l’identità culturale locale, innovare i linguaggi e coinvolgere pubblici diversi e  intergenerazionali. Rientra tra le attività della Fondazione promuovere le eccellenze culturali del  territorio, collaborando con enti pubblici e realtà locali per favorire la crescita e lo sviluppo della  comunità. ‘Un mare di discorsi’ unisce incontri, spettacoli e riflessioni, abbracciando un’area vasta dal Parco Nazionale delle Cinque Terre alla Spezia e Porto Venere e affrontando temi importanti  come ecologia, sostenibilità e cambiamento climatico, con iniziative specifiche per i giovani”. 

“Arricchiamo la nostra stagione estiva di ulteriori collaborazioni e iniziative che, in termini turistici,  significa garantire opportunità diverse ai visitatori della nostra Città. – dichiara l’Assessore al  Turismo Maria Grazia Frijia - Ampliare il ventaglio delle opportunità di scelta di occasioni per conoscere il nostro territorio attraverso iniziative della portata del Festival “Un mare di Discorsi” significa aggiungere dei punti di interesse di grande pregio. La sinergia tra Enti ed Istituzioni è  sempre un grande valore aggiunto”. 

Un Festival itinerante con eventi che toccheranno i luoghi più belli e suggestivi del nostro territorio – dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini e arriverà a La Spezia con un doppio appuntamento: il 9 giugno in Piazza del Bastione si terrà un’intervista tra il comico e il dissacrante che vedrà  protagonisti Pif e Giuseppe Cruciani; mentre il 20 luglio a Campiglia un trekking esperienziale molto particolare, dove avremo modo di assistere ad una performance musicale della Compagnia Alberi  Maestri e una lezione divulgativa di Barbascura X, punto di riferimento per moltissimi giovani  appassionati di scienza e umorismo. Due appuntamenti in contesti differenti che offriranno entrambi  l’occasione di divertirsi e riflettere, così come lo spirito della manifestazione prevede.” 

Anche quest'estate Vernazza e Corniglia si trasformeranno in un vivace centro di dialogo e confronto grazie a "Un Mare di Discorsi". Un evento a misura di borgo, che offrirà l'opportunità unica di discutere di musica, arte, sport e letteratura in un contesto tranquillo e suggestivo”. – commenta il Sindaco di Vernazza Francesco Villa – “Questo evento rappresenta un'importante  occasione di arricchimento culturale e sociale, creando uno spazio di incontro dove cittadini e visitatori possono condividere idee e passioni. Un ringraziamento sincero va a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa iniziativa straordinaria, il cui successo è dovuto all'impegno  e alla collaborazione di tanti”. 

Un Mare di discorsi è un festival che attraverso la sua originalità restituisce alle Cinque terre  l’attenzione culturale che meritano”. – dichiara Fabrizia Pecunia, Sindaco di Riomaggiore – “Tratta tematiche di attualità con ironia, sagacia: così saranno le esibizioni di Elio e Vincenzo Schettini, Cecilia Sala e Carlo Lucarelli rispettivamente a Riomaggiore e Manarola che accompagneranno a  riflessione e confronto gli spettatori. #riomaggiorefacultura”. 

Abbiamo voluto qui a Porto Venere il Festival Un Mare di Discorsi, fulcro di un immaginario compasso della bellezza tra le Cinque terre e il Golfo dei Poeti. – afferma la presidente del Consorzio turistico Portovenere, Antonella Cheli.

Porto Venere sito patrimonio dell’Unesco, offrirà tra natura  e siti storici un palco naturale per gli eventi programmati nelle due giornate”. “Ricordate che anche se siete di fuori e venite a tutte le serate del festival, siete sempre foresti!”- conclude ironicamente il Direttore artistico della rassegna, Dario Vergassola

Tra gli ospiti della terza edizione di Un Mare di Discorsi: Elio, Vincenzo Schettini (La Fisica che ci piace), Pif, Giuseppe Cruciano, Cecilia Sala, Carlo Lucarelli, Dargen D’Amico, Casino Royale,  Nicola Gratteri, Brenda Lodigiani, Totò Schillaci, Gene Gnocchi, Fabrizio Biasin, Aberi Maestri,  Barbascura X, Mannarino, Luca Perri.  

Accanto al calendario di appuntamenti serali nei borghi, il festival prevede un ampio programma di  eventi pensati per i più piccoli - “Un Mare di Discorsini” – con teatro, laboratori esperienziali,  attività, radio e giochi. Inoltre, sono in calendario gli appuntamenti del Parco Letterario Eugenio  Montale, tra cui le Passeggiate naturalistico-poetiche a Monterosso al Mare, per immergersi nei  paesaggi e nelle suggestioni eternate nei versi del poeta premio Nobel. 

Quest’anno, grazie a una partnership con i battellieri del Golfo dei Poeti, sarà possibile recarsi alle  Cinque Terre con il battello usufruendo di tariffe speciali dedicate al pubblico del festival. Per la serata in programma a Porto Venere, inoltre, sarà a disposizione anche un ritorno notturno speciale appositamente creato per il rientro in città.

Tutte le informazioni su  www.navigazionegolfodeipoeti.it 

Per informazioni e aggiornamenti si consiglia le pagine social Instagram e Facebook: Un mare di discorsi.