Advertising

Guido Chiovato ad di Leo Burnett Torino

Da lunedì 3 aprile, l'ex direttore creativo di Ogilvy cambia area di operatività e si ricongiunge al presidente e amministratore delegato dell'agenzia del gruppo Publicis.

Dopo dieci anni passati alla guida creativa del Gruppo Ogilvy Italia, Guido Chiovato, 44 anni (nella foto), entra in Leo Burnett, il Gruppo guidato da Giorgio Brenna. Si ricompone così un sodalizio, iniziato nel 1996 e interrotto nel 2005, che ha visto in nove anni Ogilvy crescere del 300%. Da lunedì 3 aprile, Guido Chiovato sarà Amministratore Delegato della sede torinese di Leo Burnett.

I primi rumors di una possibile uscita di Chiovato da Ogilvy al seguito di Giorgio Brenna erano stati anticipati da ADVexpress, quasi un anno fa, quando Alessio Fronzoni aveva lasciato Leo Burnett, in cui ricopriva l'incarico di ceo (vedi notizia correlata). Già all'epoca, infatti, quando era già chiaro (anche se non ufficiale) che al suo posto sarebbe andato Giorgio Brenna - che aveva lasciato Ogilvy il giorno prima dell'ufficializzazione dell'uscita di Fronzoni -, ADVexpress dava per possibile il passaggio, al suo seguito, del direttore creativo Guido Chiovato e del direttore finanziario Marco Caserta.
L'ingresso di quest'ultimo in Leo Burnett si era concretizzato circa due mesi più tardi, poco dopo l'arrivo di Guerino Delfino al timone di Ogilvy (vedi notizia correlata). Oggi, con l'ufficilizzazione del passaggio di Chiovato a Leo Burnett, si chiude il cerchio.

Dichiara Chiovato: "So di entrare in un Gruppo forte e creativamente eccellente. Il mio lavoro terrà assolutamente conto di questo. I miei 25 anni passati come creativo nelle più grandi agenzie internazionali serviranno a guidare le scelte manageriali che farò e non andranno certo ad interferire con il lavoro dei Direttori Creativi Esecutivi. Anzi, penso che la mia esperienza sarà di grande aiuto per costruire assieme a loro un grande Gruppo capace di valorizzare ancora di più l'espressione del loro talento."

Conclude Brenna: "L'arrivo di Chiovato conferma la mia volontà di rafforzare la posizione di Leo Burnett quale miglior Gruppo italiano per lo sviluppo di progetti di comunicazione olistica, confermando l'eccellenza creativa che l'Agenzia ha conquistato in questi anni. L'ingresso di Guido Chiovato nella mia squadra costituisce un tassello importante nel mio piano di sviluppo del Gruppo Leo Burnett Italia."