UPDATE:
Cannes Lions 2024. Bartoletti (Indiana Production): "I due argenti a Coordown premiano una campagna che scardina i format tradizionali e suggerisce un valore universale"Cannes Lions 2024. Eoin Sherry (LePub Italy) sul Leone d'Oro a 'Pub Museums' per Heineken: "Una campagna che trasforma i pub storici in experience di brand"Cannes Lions 2024. Droga (Accenture Song): “Nessun timore o nostalgia: la creatività che nasce dalle ricerche è molto peggio di quella generata dall’IA”. Murati (Open AI): “Non temere la tecnologia ma sperimentarla. Lavoriamo per renderla più facile"Cannes Lions 2024. Di Bruno/Dionisi BBDO Italy: "L'Argento a Make Italy Green per E.ON riconosce un lavoro di team con il cliente e il legame forte del purpose aziendale con la mission di portare energia pulita"De Vecchi (VML Health): "Il bronzo a “Not A Lonely Journey” di VML Italy per Biogen un primo traguardo per una campagna progettata per dimostrare, tramite l’esperienza diretta dei pazienti SMA, che una condizione differente è possibile".Cannes Lions 2024. Outdoor: 3 leoni per LePub/Heineken (oro e argento a Pub Museums, bronzo a Laundromatch), argento anche a Make Italy Green di BBDO per E.ON. GP a Spagna e Nuova Zelanda. Audio & Radio: argento a Pub Museums e GP a UK. Print & P: Gp USACannes Lions 2024. Venturelli (Publicis Groupe): “Nell’era del post-purpose, vincono i brand capaci di trasformarlo in una leva di business. Nessuna invasione dell’IA, usata però per realizzare ciò che sarebbe altrimenti impossibile”A Catania la tappa italiana dell'International Recycling Tour, progetto internazionale di Every Can Counts per la raccolta "on the go" delle lattine per bevandeIGPDecaux si aggiudica un contratto di 13 anni per la metropolitana, gli autobus e i tram di RomaCannes Lion 2024 | Argento all'Italia in Health & Wellness con Small/Indiana Production per 'Assume That I Can' di Coordown. Bronzo a VML nel Pharma per 'Not a Lonely Journey' di Biogen. Premiati umorismo e purpose come leva di business e sviluppo sociale
Integrated

Ceramol presenta il primo modello anatomico al mondo della pelle interamente realizzato in mattoncini Lego®. Firma la creatività George - Kill your dragons

Il progetto, on air dal 14 maggio, sarà lanciato con un video sui canali social del brand, e si estenderà con la realizzazione di mini-kit LEGO® dell’opera destinati alla classe medica e a digital influencer del settore, e con materiali di comunicazione in farmacia e per la forza vendita.

Ceramol, storico marchio dell’azienda Unifarco, è da sempre all’avanguardia nel settore della dermocosmesi grazie allo sviluppo continuo di formule innovative, brevetti e prodotti sicuri ed efficaci per la cura della pelle.

Oggi il brand, per celebrare i suoi oltre 20 anni di difesa attiva della pelle, ha creato insieme all’agenzia George - Kill your dragons e in partnership con Riccardo Zangelmi (unico Lego® Certified Professional Italia), il primo modello anatomico al mondo della barriera cutanea, interamente realizzato in mattoncini Lego®.

Una pelle sana si costruisce insieme, mattoncino dopo mattoncino” accompagnato dall’hashtag #skinbuilding: questo il concept dell’operazione per raccontare il mondo Ceramol che, come la pelle, è fatto di tanti mattoncini formati dalle competenze di farmacisti, dermatologi e di tutti i professionisti dell’azienda che lavorano ogni giorno per offrire soluzioni sicure ed efficaci.

“Se la pelle è un muro di mattoncini - racconta Federico Demartini, direttore strategico dell’agenzia - chi meglio dei mattoncini LEGO® poteva rappresentarla? Da questa semplice intuizione, è nata un’opera tanto ludica quanto educativa, capace di raccontare a tutti la ricchezza e bellezza di un organo come la pelle.”

Un’operazione unica al mondo anche per i numeri che ne hanno caratterizzato l’ideazione e la realizzazione: oltre 400 ore di progettazione, 18 revisioni scientifiche e creative, e ben 22.883 mattoncini Lego® per rappresentare in modo assolutamente realistico la complessità della pelle umana.

“Abbiamo voluto affiancare Ceramol al marchio Lego®, un brand forte e riconoscibile, che arriva a tutti, incredibilmente forte anche nell’era digitale - aggiunge Andrea Baratto - Brand&Marketing Manager Unifarco Biomedical - un brand portatore di valori quali sperimentazione, ispirazione, educazione, apprendimento e qualità, che sono gli stessi di Ceramol e Unifarco Biomedical”.

Il progetto, on air dal 14 maggio, sarà lanciato con un video sui canali social del brand, e si estenderà con la realizzazione di mini-kit LEGO® dell’opera destinati alla classe medica e a digital influencer del settore, e con materiali di comunicazione in farmacia e per la forza vendita. Infine, il modello della barriera diventerà anche un prezioso strumento di storytelling sul mondo della pelle all’interno di fiere, convegni medici e università.

 

Credits:

Agenzia: George - Kill your dragons

Direzione Creativa: Riccardo Ciunci - Valentina Cantù

Direzione Strategica: Federico Demartini

Account Manager: Ilaria Viganò

Art Direction: Ritz Colombo, Davide Fiori, Filippo Rieder

Lego® Certified Professional Italia: Riccardo Zangelmi di BrickVision

Fotografia: Alessandro Favaron

Filmaker: Francesco Calzolari

Per Unifarco:

Gianni Baratto: Vice President & Scientific Director

Alessandro Fiorani: Direttore Business Unit Unifarco Biomedical

Andrea Baratto: Global Brand & Marketing Manager

Roberta Milani: Medical Science Liaison

Sofia Veronese: Brand Manager

Giulia Peruch: Communication & Trade Marketing Manager

Ilaria Manera: Communication & Trade Marketing Assistant

Eleonora Piva: Digital Marketing Strategist

Elena Fornasier: Product Manager

Beatrice Da Vià: Digital Communication

Daniele Tormen: Graphic Designer Manager

Roberta De Min: Graphic Designer

Federica Fant: Graphic Designer


Alessandro Favaron: Multimedia Manager