UPDATE:
Linkontro. Le Insegne della GDO nel tempo dell'incertezza. Pugliese (Conad): "I budget restano invariati ma cambia il tono della comunicazione per far sentire la vicinanza ai consumatori. Campagna di lancio per Nasce TuDay, nuova insegna di prossimità"Linkontro. Le Insegne della GDO nel tempo dell'incertezza. Pedroni (Coop): "Investimenti pubblicitari in aumento e una nuova campagna con al centro il nostro prodotto a marchio per supportare il potere d'acquisto dei clienti"Sbarca sulla terra Zaira, la meta influencer di Buzzoole per avvicinare la Gen Z ai brandLinkontro. Le aziende nel tempo dell'incertezza. D'Este (Ferrero): "Nessun taglio ai budget media, ma investimenti ai livelli di leadership di mercato. Comunicazione e rapporto con i consumatori fanno guardare al futuro con positività"NielsenIQ. In uno scenario marcato da pandemia, guerra e inflazione, peggiora il potere di acquisto: in soli tre mesi le famiglie fragili passano dal 10% al 17%. Il 96% degli italiani rivedrà le priorità di spesa. Il discount vale il 20% del mercatoIl Festival della Comunicazione torna in presenza e dà appuntamento a settembre a Camogli con l'edizione più ricca di sempreClean Up Your Bike dà il via allo Sport Tour 2022 di NuncasNielsen Linkontro 2022: Vecchioni (diversitylab.it): “Le aziende devono credere nella diversità, posizionarsi su questo tema, farlo proprio e diffonderlo, altrimenti perderanno un'importante occasione di unione con i propri consumatori”Al via Torino Digital Days 2022: oltre 60 eventi gratuiti e aperti al pubblico per la terza edizione realizzata da Tandù, Bonobo Events e HoverstateUna strategia più internazionale e integrata in tema di contenuti, media e comunicazione: nasce su queste basi la ‘Nuova Vivendi’
Digital

Cookist (Ciaopeople) si rifà il look per mettere al centro cultura del food, ricettazione e show

Un nuovo passo per la testata dedicata alla cucina che ogni mese raggiunge 6 milioni di appassionati (Comscore, novembre 2021) e condivide il piacere del cibo con una community social di oltre 40 milioni di persone. “Con Cookist stiamo costruendo una storia nuova che offre anche nuove opportunità ai brand - conclude Giorgio Mennella, Advertising Director di Ciaopeople - Il mondo del food ha ancora tanto spazio libero per raccontare e innovare sul digitale e noi vogliamo farlo con i brand partner non solo attraverso la ricettazione, ma anche con il racconto di quello che c’è dentro e intorno al piatto.”

È online il nuovo Cookist con una nuova visual identity e un restyling del sito Cookist.it, in grado di valorizzare ancora di più la visione editoriale e i contenuti originali della testata.

Un nuovo passo per la testata food di Ciaopeople che ogni mese raggiunge 6 milioni di appassionati di cibo (Comscore, novembre 2021), e condivide il piacere del food con una community social di oltre 40 milioni di persone.

L’identità visiva del nuovo Cookist prende forma attraverso un nuovo sito che, già dalla homepage, fornisce agli utenti un’idea chiara e immediata della ricchezza e varietà dei contenuti della testata. A partire dalle tre sezioni principali in cui si snoda:
- News, la sezione “culturale” che parla di nutrizione, luoghi e sapori - con un focus su eccellenze locali, storie e guide gastronomiche - ma anche eventi, ristoranti e chef, e contenuti originali che prendono forma attraverso rubriche amate dagli appassionati di food. Tra queste “Giovani e Stellati”, appuntamento settimanale con la nuova generazione di chef, quelli under 35 che raccontano la propria visione di cucina, oppure “Food Hub”, la rubrica sulle mete del futuro, territori prima ritenuti poco interessanti che, grazie alla cucina d’autore, iniziano a risplendere di luce propria.
- Ricette, la sezione ricca di nuove idee, per ispirare in cucina attraverso contenuti testuali e video che parlano di tradizione, di local, di radici, e di sperimentazione. Ad oggi sono oltre 13.000 le ricette presenti sul sito.

- Show, l’area del sito con rubriche speciali che rappresentano la voglia di Cookist di innovare nel mondo del food italiano. Ne sono un esempio “Pasta Tales”, alla scoperta del vasto mondo della pasta, dalle antiche tradizioni alle sperimentazioni attuali, e “Women on fire”, uno spazio dedicato alle donne in cucina, dai temi del sessismo, gender gap e delle discriminazioni nelle cucine professionali, alle storie di cuoche che hanno cambiato il volto della gastronomia italiana e mondiale, passando per le innovazioni e le sperimentazioni che nascono dalla creatività e dall’ingegno femminile.

EATsperience per Cookist è ricerca, tradizione, sperimentazione, socialità, piacere.

Negli ultimi anni il comparto del food & beverage ha subito dei processi di forte rinnovamento, un’evoluzione che l’ha portato a toccare ambiti prima inimmaginabili - aggiunge Francesca Fiore, direttrice responsabile di Cookist - Così come la cucina si evolve, anche chi la racconta quotidianamente deve cambiare: per rinnovarsi e comunicare meglio i propri obiettivi. Semplicità, divertimento, creatività sono da sempre valori che ci aiutano a raccontare un settore così variegato e articolato. Con questa nuova identity vogliamo allargare il nostro sguardo, puntando sull’approfondimento ma, allo stesso tempo, rendendo più accessibile, chiaro e trasparente tutto quello che ruota intorno a questo mondo. Perché la cucina, così come la cultura gastronomica e alimentare, siano davvero alla portata di tutti”.

Questa nuova identità visiva è raccontata anche oltre il Belpaese. A innovarsi è infatti anche il brand internazionale di Cookist: il progetto Cookist Wow, con il suo sito e la sua presenza social, che, con quasi 23 milioni di fan solo su Facebook, conta mensilmente 128 milioni di persone raggiunte.

“Con Cookist stiamo costruendo una storia nuova che offre anche nuove opportunità ai brand - conclude Giorgio Mennella, Advertising Director di Ciaopeople - Il mondo del food ha ancora tanto spazio libero per raccontare e innovare sul digitale e noi vogliamo farlo con i brand partner non solo attraverso la ricettazione, ma anche con il racconto di quello che c’è dentro e intorno al piatto.”