UPDATE:
Tornano le Arena Opera Festival Experience, emozioni esclusive per le aziende. Il progetto, esclusiva di Fondazione Arena, è realizzato in collaborazione con il Gruppo Noahlity“Portiamo la Street Art nello spazio”: Star Bottle lancia un museo virtuale nel Deep SpaceSigep World approda a Singapore. Al via la prima edizione di Sigep Asia. Presenti oltre 300 Brand del Food&Beverage da 31 PaesiIPG Mediabrands. UEFA EURO 2024. Per Italia - Spagna 12,3 mln di spettatori e share del 57,9%. Di Rocco (UM Italy): “Un pubblico importante incollato alla tv. Un'audience eterogenea e rilevante, una grande opportunità per aziende e brand"Chi “Al Chiaro di Luna”: l’esclusivo summer party di “Chi” illumina quest’anno il Palace Hotel di Milano Marittima che firma l’allestimento insieme all’agenzia Left&RightRadio Norba Cornetto Battiti Live: per il quarto anno consecutivo Cornetto Algida è al fianco del festival musicale più atteso dell’estateFrancesco Poletti (Publicis Italy/Le Pub): "Cannes Lions 2024 conferma che la creatività che arriva all’audience si distingue per innovazione, impatto ed efficacia"illycaffè presenta “6 minuti per farla innamorare", il cortometraggio che celebra il caffè come gesto d’amorePeroni Nastro Azzurro torna a essere protagonista dell’estate italiana con Stile Capri Wave on Tour. Roadshow a cura di TrampCannes Lions 2024. Con 2 bronzi a Small NY/Indiana per Coordown (Film) e a Michele Mari per Amnesty International (Sustainable Development Goals) il medagliere italiano tocca quota 26 Leoni, 21 dei quali targati LePub Milan
Educational

Incyte presenta l’IAI Academy per avvicinare le nuove generazioni al settore biotech e promuovere l’ingresso di giovani talenti all’interno della Business Unit

Da un’indagine condotta da Emg Different, per il 55% dei giovani studenti lavorare nel biotech offre la possibilità di dare un contributo alla salute pubblica e migliorare la vita delle persone. Il 51% non ha tuttavia familiarità con le più comuni figure professionali operanti all’interno di un’azienda biotech.

Sono 16 e hanno in media 26 anni i giovani talenti selezionati mediante il progetto dell’IAI (Inflammation and Auto Immune disease) Academy di Incyte, azienda biofarmaceutica globale focalizzata sulla ricerca di soluzioni innovative, in grado di rispondere a importanti bisogni terapeutici non ancora soddisfatti.

La task force di giovani talenti andrà a consolidare la nuova Business Unit dedicata alle patologie infiammatorie e autoimmuni, che ha l’obiettivo di trasformare il paradigma di trattamento nell’ambito di malattie dermatologiche in cui persiste un elevato unmet need, quali vitiligine, dermatite atopica e idrosadenite suppurativa.

Il progetto dell’IAI Academy nasce dalla consapevolezza che oggi realtà come Incyte hanno un ruolo più ampio e articolato, che si estende oltre i confini dell’azienda.” - commenta Onofrio Mastandrea, Vicepresidente e General Manager di Incyte Italia – “Il concetto di responsabilità sociale si traduce nella capacità di generare un valore condiviso, che impatta anche la comunità in cui l’azienda opera. L’IAI Academy è un esempio concreto di come sia possibile riunire la dimensione del business con quella sociale: attraverso l’ingresso in azienda di questi giovani talenti abbiamo aumentato la nostra competitività e, al tempo stesso, contribuito a facilitare l’incontro tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro. Incyte è un’azienda orientata al futuro, crediamo fortemente nel potenziale delle nuove generazioni e nell’importanza di investire sullo sviluppo dei giovani talenti: questo progetto ribadisce il nostro impegno, che desideriamo portare avanti insieme alle istituzioni e all’accademia”.

Con questo modello di talent acquisition, Incyte vuole inoltre contribuire ad avvicinare le nuove generazioni al biotech, un settore in forte crescita e ricco di opportunità professionali, di cui tuttavia sembra non esserci sempre piena consapevolezza al termine dei percorsi di formazione universitaria.

Un’indagine commissionata da Incyte e condotta da Emg Differentsocietà di ricerche di mercato del Gruppo Adnkronos, ha esplorato la percezione delle aziende biotech in ambito lifescience su circa 300 giovani laureati e laureandi in facoltà scientifiche con una media di 23 anni di etàOltre la metà degli intervistati ha confermato il proprio interesse a intraprendere un percorso professionale nel settore, motivato soprattutto dalla possibilità di contribuire alla salute pubblica e migliorare la vita delle persone. A fronte di ciò, il 51% del campione non ha mostrato familiarità con le figure professionali operanti all’interno di un’azienda biotech e addirittura il 73% non ha saputo citare spontaneamente alcun ruolo professionale in questo settore.

La collaborazione tra aziende e università è fondamentale per aiutare i giovani ad acquisire maggiore consapevolezza e garantire un’integrazione crescente tra formazione e lavoro, specialmente in settori altamente specializzati come quello delle biotecnologie applicate alla salute.

Su questo tema interviene Andrea Rossi, Amministratore Delegato e Direttore Generale Università Campus Bio-Medico di Roma, uno dei poli accademici d’eccellenza per l'interdisciplinarità delle scienze, che ha risposto alla call to action lanciata da Incyte: “La mission dell’Università Campus Bio Medico di Roma è legata fortemente all'idea di una formazione integrale. Puntiamo a formare non solo generazioni di validi professionisti nei campi della medicina, della salute e delle life science ma anche ad accompagnare le nostre studentesse e i nostri studenti nel loro percorso di crescita personale e avvicinamento al mondo del lavoro: la partnership con Incyte Italia si inserisce proprio in questo solco, promuovendo l’incontro tra domanda e offerta di competenze e permettendo di esprimere a pieno il potenziale dei nostri talenti”.

Una sfida che per essere vinta non può prescindere dal sostegno delle Istituzioni: “A pochi mesi dall’approvazione della legge per l’Istituzione della Settimana nazionale delle discipline STEM, di cui sono stata promotrice, veder crescere l’attenzione attorno ai percorsi universitari e professionali in materie scientifiche e tecnologiche mi riempie di orgoglio. Scuola, università, istituzioni e imprese devono intensificare la loro collaborazione per promuovere l’acquisizione e la valorizzazione di queste competenze, fondamentali per guidare il progresso scientifico e per affrontare le sfide di oggi e di domani”, ha dichiarato l’On. Marta Schifone, Membro della XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati e promotrice della legge 187/2023 sull’istituzione della Settimana STEM.