Mercato

Il Gruppo Calzedonia diventa Oniverse. Il nuovo nome individua un passaggio fondamentale per sviluppare ulteriormente le potenzialità dell’azienda

La parola rappresenta l’universo del Gruppo, composto dai suoi brand, le persone, i valori, ma è anche l’anagramma del cognome Veronesi, il fondatore della realtà nata nel 1986.

Il Gruppo Calzedonia, realtà fondata da Sandro Veronesi (nella foto) nel 1986 cambia nome e diventa Oniverse. L’azienda veronese ad oggi comprende i marchi Calzedonia, Intimissimi, Intimissimi Uomo, Tezenis, Falconeri, Signorvino, Atelier Emé, Antonio Marras e, dopo l’acquisizione di Cantiere del Pardo, Grand Soleil, Pardo e Van Dutch.

Già consolidata realtà internazionale, con la sua proposta sempre più trasversale e diversificata che spazia dal fashion al lusso, passando per la nautica e il food&wine, individua nel renaming un passaggio fondamentale per sviluppare ulteriormente le potenzialità del Gruppo.

Nasce così Oniverse, personalizzazione della parola inglese “Universe”, ovvero tutto lo spazio, il tempo e i suoi contenuti. Rappresenta l’universo del Gruppo, composto dai suoi brand, le persone, i valori. Oniverse è anche l’anagramma del cognome Veronesi, da cui tutto è partito e che ancora guida lungo il percorso intrapreso, accompagnato oggi anche dai suoi figli.

Hanno fatto parte di questo cambiamento tutti i dipendenti, anche attraverso un contest interno alla ricerca di idee creative per il nuovo naming, a conferma dell’importanza che ricoprono i collaboratori nell’evoluzione e nello sviluppo aziendale.

“Il Gruppo ha saputo crescere costantemente. Oggi siamo una realtà con una grande storia, un universo in continua evoluzione, con diversi marchi tutti caratterizzati da una propria identità. Per questo la scelta di un nome che fosse indipendente e autonomo, ma che potesse rappresentarne l’essenza di tutti. Vogliamo infatti che ogni marchio abbia la sua autonomia, pur restando parte di un Gruppo. Oniverse indica proprio appartenenza, ma anche libertà. Un insieme eterogeneo, composto da realtà differenti tra loro, ma parte dello stesso progetto” dichiara Sandro Veronesi, Presidente di Oniverse.