Media

Pozzi (Comedi): 2005 a quota 35 milioni; obiettivo 2006 +10%

In occasione del lancio ufficiale della testata Edisport Runner's World, avvenuto oggi 24 gennaio a Milano, ADVexpress ha incontrato il responsabile marketing della concessionaria Comedi Paolo Pozzi. La chiusura 2005 della concessionaria registra un più 16% rispetto all'anno precedente. Per la nuova testata, il cui budget di lancio supera il milione di euro, l'obiettivo di raccolta è 1,2 milioni nel 2006.

Il lancio della nuova rivista Runner's World, edita da Edisport in accordo con Mondadori Rodale, rappresenta una grossa novità anche per Comedi, la concessionaria che si occupa delle 15 testate Edisport, che 'coprono' le tre macro aree 'motori', sport', 'armi e tiro'.

In occasione dellla presentazione ufficiale della testata, avvenuta oggi 24 gennaio a Milano (vedi notizia correlata), ADVexpress ha incontrato il responsabile marketing  Paolo Pozzi per fare il punto sull'andamento della concessionaria, approfondire la attività promozionali per la nuova testata e scoprire gli obiettivi del 2006.

Paolo Pozzi, prima di parlare delle novità, ci dica come si è chiuso il 2005.

Il 2005 è stato un'ottimo anno per Comedi, chiuso a 35-40 milioni di fatturato, con un più 16% rispetto all'anno scorso. La crescita maggiore è stata registrata dalla testata storica Motociclismo, con una raccolta tra i 7-8 milioni di euro. Segue Automobilismo, che ha registrato una raccolta intorno ai 4 milioni.

Le previsioni per il 2006?

Il nostro obiettivo quest'anno è una crescita del 10% del fatturato. I primi segnali di crescita sono già stati avvertiti con Runner's World, il cui obiettivo di raccolta nel 2006 è di 1,2 milioni di euro.

Quali sono i segreti di una crescita così significativa?

Una delle nostre armi vincenti è lo sfruttamento di un rapporto di sinergia tra le varie testate, aspetto che può risultare molto vantaggioso per diversi investitori, interessati ad allargare il proprio target pur rimanendo nell'ambito della stampa specializzata. Per Runner's World, inoltre, stiamo pensando la realizzazione di alcune iniziative speciali, come l'inserimento di campioni di prodotto gratuiti. Questa eventualità ha già riscosso l'interesse di alcune case farmaceutiche, aziende di prodotti 'dietetici' e integratori.

Oggi Runner's World viene lanciato ufficialmente. Quali iniziative di comunicazione sono previste?

C'è una campagna stampa, pianificata a partire da domani sui periodici Mondadori, su quotidiani sportivi e generalisti e sulle principali radio nazionali. La campagna verrà riproposta periodicamente durante tre o quattro giorni a ridosso dell'uscita dei prossimi tre o quattro numeri della rivista, uscita prevista sempre tra il 25 e il 30 del mese. In questo momento stiamo pensando anche alla tv, ma su questo media non c'è nulla di definito. L'investimento per il lancio di Runner's World, ad ogni modo, supera il milione di euro".

Ulteriori novità per il futuro?

Tra i nostri obiettivi a lungo termine, c'è l'apertura verso i mercati esteri, soprattutto per quanto riguarda la vendita di contenuti. In questo senso stiamo ottenendo riscontri positivi nei paesi dell'est. Per quanto riguarda il mercato italiano, dati alla mano uno dei settori più interessanti è sicuramente quello del wellness, e noi non abbiamo certo intenzione di tirarci indietro.

Matteo Vitali