Evento pubblico

Ironman, What is the limit? 0909, firmato Emotiongroup

Dal 1 settembre 2009, al 30 settembre, Vincenzo Catalano correrà una distanza ironman al giorno, tentando di stabilire il primato mondiale di realizzare 30 ironman in 30 giorni. Location scelta per la realizzazione dell'evento, curato da Emotiongroup di Milano, Desenzano del Garda. In programma una serie di eventi collaterali.

Sarà un evento unico, mai tentato prima al mondo.
Sarà un evento di portata eccezionale, per il fisico e per la mente, dell’unico uomo al mondo capace anche solo di pensarlo: Vincenzo Catalano.
Sarà un evento che per trenta giorni metterà un atleta di fronte alle sue paure, ai suoi dubbi, alla sua voglia di farcela e di andare… oltre, di andare a testare i limiti della fisiologia umana. Dal 1 settembre 2009, al 30 settembre, Vincenzo Catalano correrà una distanza ironman al giorno, tentando di stabilire il primato mondiale di realizzare 30 ironman in 30 giorni.
aaa.JPG
Vincenzo Catalano arriverà alla prova dopo aver già disputato, nel corso del 2009, diversi ironman e ultraironman, e quindi, nel caso di successo totale, sarà l’unico uomo al mondo ad aver corso in un solo anno un numero presumibilmente superiore a 35 'ironman distance' quando per molti atleti è solo anno un numero presumibilmente superiore a 35 ironman distance, quando per molti atleti è impensabile o impossibile correrne anche solo 5 all’anno.

Sarà quindi un ulteriore motivo di interesse e un vero e proprio record nel record. Tuttavia, il tentativo di record (l’organizzazione sta cercando di avere anche i giudici del Guinness dei Primati per farlo omologare) è un’impresa seria e Vincenzo sa che andrà ad affrontare uno sforzo psicofisico decisamente stressante, che andrà affrontato con il massimo dell’impegno per arrivare al record. Pur nell’impegno a tentare il record, pertanto, sarebbe poco lungimirante non riconoscere fin d’ora che l’estremo tentativo e le caratteristiche stesse dell’evento potrebbero portare a non riuscire nel tentativo e quindi, a dover rinunciare a uno o più giorni di presenza sul circuito, per motivi medici e cautelativi del suo stato psicofisico.

Questo non andrebbe a inficiare comunque il record, minore in obiettivo, di battere i 14 ironman consecutivi già fatti. Ultima nota tecnica, il tentativo di record non è una gara, è strettamente individuale e non costituisce manifestazione agonistica a tutti gli effetti; pertanto non è da ritenersi sotto la giurisdizione di alcuna federazione.
catalano2.jpg
Questo permetterà a What is the limit? 0909 di essere una manifestazione 'aperta', che non vedrà come protagonista solo ed esclusivamente Vincenzo Catalano, ma un 'parterre de roi' composto dai migliori atleti, 'ironman' come Vincenzo e da lui invitati per prendere parte alla manifestazione, correre con lui uno o più tratti di strada e, a gruppi di 4 al giorno, a rotazione, seguirlo nell’impresa

Dal sito www.limit09.com sarà possibile scaricare un modulo di iscrizione e verificare sul terreno (o nell’acqua) le proprie doti atletiche e la propria tenuta su lunghe distanze. Chi vorrà provare, invierà il modulo e verrà valutato da Vincenzo Catalano stesso, che, magari, si farà accompagnare in un percorso di allenamento al fine di arrivare a condividere con lui un tratto di accompagnare in un percorso di allenamento al fine di arrivare a condividere con lui un tratto di fatica verso il Record. 
catalano3.jpg
E anche per questo, ma soprattutto perché il Record vuole essere una festa di valori sportivi e di condivisione, l’evento What is the limit? 0909 sarà, oltre al gesto sportivo, anche un momento di aggregazione cittadina, un’occasione per vivere insieme. A questo scopo, è in fase di studio un programma di manifestazioni ed eventi collaterali che spaziano dalla musica allo sport, dai convegni alle sfilate di moda.

Per comunicare l’evento saranno attuate tutte le forme di comunicazione idonee: dalla stampa alle televisioni; ma soprattutto ampio spazio verrà dedicato al 'popolo sportivo', con comunicazioni studiate ad hoc e presenze di marketing virale e tribale. Il sito internet attivato per la manifestazione, www.limit09.com, sarà costantemente aggiornato con comunicati, note ufficiali, aggiornamenti di servizio in merito alle partnership sul territorio che si stanno attivando, per ottenere trattamenti riservati, sconti o altri vantaggi commerciali, riservati a chi verrà a presenziare come pubblico o come atleta alla manifestazione. Allo stesso modo, una parte delle comunicazioni di servizio sarà presente anche sul sito www.emotiongroup.it/emotion/ , il sito internet della Emotiongroup di Milano, Event Producer dell’evento.

Un’ultima nota di carattere generale la meritano le cerimonie di apertura e di chiusura della manifestazione, che saranno celebrative e spettacolari e riprenderanno il tema di Ulisse, personaggio ispiratore tanto caro all’atleta. Vincenzo Catalano, infatti, con questo tentativo di record, si pone come un novello Ulisse che parte per un’impresa ai limiti dell’impossibile, oltre le 'colonne d’Ercole' della fatica e dello stress, per arrivare ai confini della fisiologia umana e verificare quale sia il limite per un uomo. E superarlo. Qual è il limite cui un uomo può spingersi nell’affrontare e superare fatica e sforzo? E soprattutto, qual è il limite di Vincenzo Catalano?

La risposta è rimandata alla notte del 30 settembre 2009.

La scelta di Desenzano come location ideale per il record, nasce dal fatto che è la terra d’adozione di Vincenzo ed un territorio che si presta naturalmente al tentativo di record. La presenza di un clima mite e temperato, il lago, le strade panoramiche, sono un invito alla pratica ginnica e un ideale incubatore di talenti sportivi. Come detto dall’Assessore allo Sport e al Turismo Diego Beda, nel convegno sul turismo sportivo tenutosi lo scorso giugno proprio a Desenzano infatti, “la città ha le potenzialità per qualificarsi come centro di eccellenza per la pratica di sport anche di nicchia rivolti a persone che condividono come centro di eccellenza per la pratica di sport, anche di nicchia, rivolti a persone che condividono il rispetto di valori sani e naturali. La convergenza geografica di colline, lago, vicine montagne, ispira alla creazione di un sistema turistico di qualità. Desenzano si presta infatti, a essere vissuta tutto l’anno da turisti capaci di apprezzarne le virtù e a non sceglierla solo ed esclusivamente per la parte più ludica”.

Vincenzo Catalano, da sempre attento al suo territorio, aveva da tempo pensato a un tentativo di record come questo. In oltre 20 anni di attività agonistica di livello, è la prima volta che Vincenzo Catalano e l’amministrazione comunale collaborano attivamente. Una testimonianza della lungimiranza politica delle persone dell’attuale giunta che hanno creduto prima di tutto nella persona di Vincenzo Catalano e attraverso di lui nella possibilità di far conoscere maggiormente e valorizzare in Italia e all’estero il territorio gardesano. Un territorio che è stato terra privilegiata per la crescita, come uomo e come sportivo, di Vincenzo, che incarna i valori di un luogo capace di creare benessere psicofisico e voglia di vivere secondo valori di impegno personale e rispetto dell’ambiente. Ulteriore notazione sulla scelta della location è la presenza, in loco, di molti prodotti che valorizzano un territorio tipicamente italiano: dal latte, al grana, ai dolciumi. Alimenti preziosissimi per un atleta che deve disporre di una forte carica energetica, durante le gare e che saranno usatissimi da Vincenzo anche in questo tentativo di record, durante i trenta giorni di fatica.

Il programma è ancora suscettibile di variazioni minime, dovute alle variabili spazio-temporali da qui al 31 agosto, ma può già avere una validità di massima. Ogni variazione sarà comunque segnalata e comunicata tempestivamente tramite i siti internet. Il tentativo di record vedrà Vincenzo Catalano impegnato in un programma che parte dalla struttura dei pluriironman per essere adattato e gestito sulla base delle proprie forze struttura dei pluriironman, per essere adattato e gestito sulla base delle proprie forze. Ogni giorno Vincenzo Catalano tenterà di correre una “ironman distance” completa, ovvero: 3,8 Km a nuoto, 42,195 Km di corsa e 180 Km in bicicletta. Al termine del tentativo, il riposo, la concentrazione e il mattino seguente la partenza per il secondo tentativo.

I percorsi. Uno è definito Multilap, in quanto verrà ripetuto più volte su una base di kilometraggio multiplo, tra piscina e circuito quasi chiuso per la parte di corsa e bicicletta. L’altro invece, definito Panoramico, vedrà l’atleta cimentarsi in un contesto decisamente più intrigante: il lago di Garda per la parte di nuoto e poi un giro quasi turistico per Desenzano, Rivoltella, Sirmione, fino al rientro in Desenzano, al traguardo comune in Piazza Matteotti. Il tutto replicato per trenta giorni, indipendentemente dal percorso scelto che verrà deciso e comunicato alcuni giorni prima, sulla base della percorribilità delle strade, dei flussi turistici e delle condizioni meteo del lago. Naturalmente, proprio perché soggetta a condizioni meteo influenzanti, la scelta di uno dei due itinerari, potrà essere cambiata anche il mattino stesso della prova, senza che ciò vada a inficiare il record in quanto i percorsi sono identici in kilometraggio e impegno.

Il tentativo di Record del Mondo di ironman vuole essere un momento di gioia, di allegria, di festa e condivisione. Pertanto è allo studio un programma di eventi che faranno da collante al gesto atletico che ogni giorno Vincenzo porterà a compimento.