Evento sportivo

Il Giro d’Italia fa il pieno di sponsor e svela le tappe della 106esima edizione con un evento al Teatro Lirico Giorgio Gaber di Milano. Enel, Mediolanum, Made in Italy e Intimissimi tra le aziende al fianco della Corsa Rosa

Partenza dall’Abruzzo il 6 maggio 2023 e arrivo a Roma il 28 maggio per la competizione ciclistica che viene vista in oltre 200 paesi nel mondo e vanta una community sui Social Network che coinvolge oltre 4 milioni di persone. Sul palco del teatro milanese, un talk show presentato da Cristina Fantoni e Paolo Kessisoglu, che ha coinvolto volti noti dello sport, dello spettacolo, delle istituzioni e delle aziende.

In uno dei salotti storici nel centro di Milano, il Teatro Lirico Giorgio Gaber, è stato presentato il percorso del 106° Giro d’Italia. Partenza dall’Abruzzo il 6 maggio 2023 e arrivo a Roma il 28 maggio per la competizione ciclistica che anche quest'anno fa il pieno di sponsor, tra cui i maggiori investitori sono EnelMediolanumMade in Italy e Intimissimi.

All'evento, presentato da Cristina Fantoni e Paolo Kessisoglu, hanno partecipato molti volti noti dello sport, dello spettacolo, delle istituzioni e delle aziende che fanno e faranno parte della grande famiglia del Giro d’Italia.

ll

Sul palco del teatro sono intervenuti anche il vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, Jai Hindley, l’ultimo vincitore della Maglia Ciclamino, Arnaud Demare, il vincitore dell’ultima Maglia Azzurra degli scalatori, Koen Bouwman oltre a due grandi campioni che hanno fatto la storia della Corsa Rosa come Vincenzo Nibali e Alberto Contador.

Durante l'evento è andato in scena un talk show con i direttori del Corriere della Sera, Luciano Fontana; de La Gazzetta dello Sport, Stefano Barigelli; del quotidiano spagnolo, Marca, Juan Ignacio Gallardo, ha evidenziato come un grande evento internazionale - non solo sportivo – viene trattato dai media in tutte le sue sfaccettature e di come il modo di fare giornalismo sia cambiato col passare degli anni.

A fare gli onori di casa il Presidente di RCS Mediagroup Urbano Cairo assieme all’Amministratore Delegato di RCS Sport Paolo Bellino e al Direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni.

ko

Paolo Bellino, Amministratore Delegato di RCS Sport: "Il Giro d'Italia, oltre ad essere una grande competizione sportiva, è anche una piattaforma mediatica importantissima. La nostra corsa viene vista in oltre 200 paesi nel mondo e la nostra community sui Social Network coinvolge oltre 4 milioni di persone. Attraverso le immagini, che l'anno scorso sono state prodotte da noi per un totale di oltre 100 ore di diretta, esportiamo il Made in Italy e le sue eccellenze nei cinque continenti."

"Avremo 700 milioni di telespettatori, per quello che è l’evento degli italiani. Saremo in grado di far vedere cose uniche. Abbiamo una piattaforma media che allarga incredibilmente la nostra visibilità”, conclude Paolo Bellino.

Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo: “E’ un onore ospitare il via - spiega - Le montagne abruzzesi non hanno nulla da invidiare alle Alpi, non a caso nelle ultime due edizioni chi ha vinto la tappa sulle montagne abruzzesi ha poi vinto il Giro”.

Urbano Cairo, Presidente di RCS Mediagroup: “Un Giro d’Italia bellissimo, complimenti a Mauro Vegni che l’ha disegnato con tante tappe di montagna che sono le più emozionanti. Per me andare al Giro è un qualcosa di incredibile, vedere le persone sulle strade che aspettano la Corsa Rosa mi emoziona sempre. La tappa delle Tre Cime di Lavaredo mi ricorda la vittoria di Gimondi nel 1967. Poi Pantani mi ha risvegliato tutto l’amore per il ciclismo, quando penso a lui mi commuovo.”

Il percorso prevede 8 tappe per velocisti, 7 tappe di montagna, 3 prove contro il tempo ed un intero stivale da percorrere, con uno sconfinamento anche in Svizzera l’arrivo in salita a Crans Montana. 

Roma torna ad essere, per la quinta volta, la tappa finale del Giro d’Italia. Sarà invece il 49° arrivo di una tappa nella città eterna.

“Con l’arrivo della tappa finale del Giro, Roma torna davvero ad essere Capitale dei grandi eventi e una delle principali piazze al mondo -  ha commentato l’assessore allo sport ed ai grandi eventi Alessandro Onorato - puntiamo su un’immagine nuova, moderna e competitiva per la nostra città, in grado di generare ricadute importanti in termini turistici e di indotto economico”.

Secondo rumors di settore, ci sarebbe l’intenzione di rendere definitivo l’appuntamento tra l’evento ciclistico più importante del Paese e la Capitale. “Con Rcs – ha spiegato Onorato – l’impegno è portare la tappa finale a Roma anche nei prossimi anni per rendere l’arrivo stabile nella Capitale così come avviene a Parigi per il tour de France”.

“Stiamo mettendo a punto un percorso che metta in mostra la ‘Grande Bellezza’ di Roma, dalla periferia al centro. Sarà un evento diffuso, che coinvolgerà tutta la cittadinanza. Per l’occasione, vestiremo di rosa i quartieri e – ha promesso l’assessore Onorato – organizzeremo eventi per promuovere lo sport e la mobilità su due ruote”. La conclusione di questa 106esima edizione sarà, secondo il programma appena annunciato, in via dei Fori Imperiali.

Enel, Mediolanum, Made in Italy e Intimissimi sono i Top sponsor; NamedSport. Castelli, Tissot, Astoria, Bianchi, Sara, ACI, EOLO, ENIT, Novi, Toyota, Trenitalia, GLS, Mipaaf, New Holland Agriculture, Italia NFT, Valsir, LAURETANA, Cofidis, Autostrade, Regione Calabria e RAI sono gli sponsor.

Gli official partner: LILT, Yahama, Shimano, Selle Italia, Parmigiano Reggiano, 3B Meteo, Raspini, ENEL GREEN POWER, Enel X, Enel Distribuzione, Viessman, Trellebrog, Faema, LOLLO CAFFE', Mollo, GR Generale Ristorazione, RANA, Technogym, Drone Hopper, PWC, Anas, RCS Academy, La Gazzetta dello Sport, Corriere della Sera e Oggi.