UPDATE:
Medallia lancia quattro innovazioni rivoluzionarie nel campo dell'intelligenza artificialeAl via l’edizione primaverile di “La Lettura Intorno – BookCity tutto l’anno”, ideato con Fondazione Cariplo. Dal 21 al 24 marzo oltre 50 appuntamenti in tutti i Municipi della cittàLactalis lancia il programma “DISrACTIVE” per educare e agire contro le condizioni di fragilità e disagio e a favore dell’inclusioneEugenio De Marco è il nuovo Direttore di Facile.itOMG nel 2023 supera il miliardo di billing (+12%) e segna +15% dei ricavi. Il 2024 anno della svolta: attesa ulteriore crescita del +10% e focus su dati, martech & AI, retail media, misurazione, CSR e nuovi modelli di sviluppo global. Mercato adv a +2,5%Rai Pubblicità presenta la politica commerciale per la primavera 2024. Previsto un recupero di ascolti di due punti sul 2023. Listino in continuità rispetto al primo trimestre, con una variazione del 3,5% di cpg a prodotto omogeneoGruppo Matches sbarca in Sardegna. All’agenzia romana la co-organizzazione di una stagione di eventi sportivi, con l’apertura di un corner nell’isolaUn’analisi di GfK su IA generativa e AR/VR racconta i due trend emergenti che potrebbero risollevare il mercato della Telefonia. Nel 2023 le vendite totali di dispositivi legati al Metaverso diminuite del 2% a unità, i ricavi generati a +15%Agricoltura e cibo: le donne che guidano la transizione ecologica al centro della “Festa del BIO” di Milano, organizzata da FederBio, in programma per sabato 9 marzoComma3 festeggia 25 anni di attività con la riorganizzazione, la gara di Primadonna Collection e nuovi ingressi tra i quali quello di Debora Ferranti nel ruolo di Project Manager
Evento sportivo

Torino City Marathon: ai blocchi di partenza l'evento con un nuovo percorso, 6mila runner e half marathon. Jeep, main sponsor della competizione per il secondo anno

Il connubio tra il marchio della gamma di SUV leader in Italia nel comparto Plug-In Hybrid, Team Marathon e Torino Road Runners ASD si fonda su un sistema valoriale condiviso, lo stesso che anima chiunque si cimenti in sport di resistenza. Si corre per la prevenzione: parte di ogni quota di iscrizione della Torino City Run verrà devoluta alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus. L’evento si svolgerà domenica 5 novembre.

Manca poco alla Torino City Marathon, la 42 chilometri del capoluogo subalpino che si correrà domenica 5 novembre.

Presentato oggi ai Musei Reali – Palazzo Reale nel cuore della città, il “marathon day” del capoluogo piemontese è entrato nel prestigioso calendario internazionale AIMS (Association of International Marathons and Distance Races), un riconoscimento che premia la qualità di un’organizzazione che di anno in anno ha saputo ulteriormente migliorare i servizi offerti al maratoneta e che attesta una crescita costante, possibile grazie all’impegno del comitato organizzatore, sostenuto fattivamente da Regione Piemonte, Città di Torino e i Comuni di Beinasco, Nichelino e Moncalieri, tutti toccati dal percorso della manifestazione.

Per l’edizione 2023 gli organizzatori puntano a raggiungere, nel complesso delle tre gare, la quota di 6.000 iscritti: «I numeri sulla maratona e sulla mezza, a tre settimane dall’evento, ci fanno ben sperare. Rispetto allo scorso anno sono cresciuti, e molto. Per la 42 km siamo già oltre i 1.500 iscritti e a 1.000 per la mezza. Con gli iscritti alla stracittadina arriviamo, a oggi, a circa 3.500 in totale. E l’esperienza ci ha insegnato che gli ultimi giorni, soprattutto per la 7 km, sono quelli più “caldi” in fatto di iscrizioni. Stiamo diventando sempre più internazionali, a oggi le nazioni rappresentate sono 25. Un risultato, questo, ottenuto grazie all’impegno e al lavoro di più realtà. A cominciare dai Comuni coinvolti per continuare con le società sportive e quelle di volontariato. Basti pensare che solo sul percorso avremo 1.200-1.300 persone» ha spiegato in conferenza Luca Vergnano di Team Marathon.

«So che gli iscritti stanno aumentando e questo non può che farci piacere. Voglio dire grazie alla Torino City Marathon e alla Città di Torino, perché senza di loro questi eventi non ci sarebbero, ma anche a Nicola Russo, artista del TOH, opera meravigliosa e simbolo della città. Promuovere l’attività fisica è fondamentale. Pensate che i ragazzi fino a 17 anni dovrebbero praticare attività fisica intensa per un minimo di un’ora al giorno. Questo purtroppo non sempre succede ed eventi come questo possono sicuramente essere un boost per tutta la popolazione piemontese e italiana», le parole di Andrea Tronzano, Assessore al bilancio Regione Piemonte.

Domenica 5 novembre 2023 si correranno come da tradizione la maratona e la stracittadina non competitiva di 7 km, a cui – novità di quest’anno – si affiancherà la mezza maratona. Torino City Marathon, Torino City Half Marathon e Torino City Run 7k: sono queste quindi le tre gare che animeranno, nella stessa mattinata, le strade della città. Tre distanze che confermano la volontà e il desiderio degli organizzatori: fare correre e divertire tutti i tipi di runner, anche chi a cronometro e velocità preferisce camminare, accompagnato da bambini e ragazzi.

«Mi piace pensare a questo evento come a una narrazione, a una storia di ricerca e prevenzione, di sport e di arte e cultura. E poi cosa c’è di più bello che attraversare il centro storico di una città correndo? So che tanti cittadini mal sopportano manifestazioni di questo genere. Con gli organizzatori abbiamo messo a punto un percorso che da una parte salvaguarda la cittadinanza, dall’altra consegna ai maratoneti un tracciato meraviglioso», le parole di Domenico Carretta, Assessore a sport, grandi eventi e turismo della Città di Torino.

Quando si tratta di esplorare nuove strade e di spostare in avanti ogni limite, non si può non pensare al brand Jeep, che infatti è Major Sponsor della manifestazione. Il logo del marchio Jeep spiccherà sulla t-shirt tecnica ufficiale della Torino City Marathon, della Torino Half Marathon e della Torino City Run. Ad animare lo sfondo a tinta unita è il TOH, l’opera dell’artista Nicola Russo che si ispira al Toret, l’antica fontanella dell’acqua pubblica con una testa di toro sulla fronte e uno dei simboli della città. Per la 42 km è stato scelto il colore verde, per la 21 km nero e per la 10 km rosso.

Una partnership, quella tra il marchio della gamma di SUV leader in Italia nel comparto Plug-In Hybrid, Team Marathon e Torino Road Runners ASD, si fonda su un sistema valoriale condiviso fatto di caparbietà, resilienza, spirito volitivo, le qualità che animano ogni podista. Il 5 novembre i maratoneti affronteranno un tracciato inedito con partenza e arrivo nella maestosa Piazza Castello, nel cuore della città, e la stessa mattina si correrà anche la Torino Half Marathon (21,097 km) – novità di quest’anno – e la Torino City Run, la stracittadina non competitiva di 7 km, che daranno modo ai runner di tutte le distanze e ai camminatori di interpretare al meglio la propria passione.

Il percorso lambirà il Design Studio Jeep Europe di via Plava, nel quartiere di Mirafiori, dove è stata disegnata la nuova Jeep Avenger, il primo SUV 100% del marchio Jeep concepito fuori dagli Stati Uniti.

«Essere Major Sponsor di questa manifestazione è per noi un motivo di profondissimo orgoglio – ha dichiarato Novella Varzi, Country Manager Jeep® Italia -. Jeep è il brand più affine al mondo degli sport di resistenza e della maratona: i nostri SUV sono famosi in tutto il mondo perché dimostrano da oltre ottant’anni di saper affrontare ogni sfida nella massima sicurezza e garantendo grande divertimento, con lo stesso spirito di resilienza e volontà che anima i podisti. Non solo: siamo felici di poter contribuire alla ricerca insieme a Team Marathon, che anche quest’anno è al fianco della Fondazione Piemontese per la ricerca sul cancro onlus: 5 euro di ogni iscrizione alla Torino City Run saranno devoluti alla Fondazione, ed è un contributo importante alla lotta contro ogni forma tumorale. Infine, a Torino giochiamo in casa e grazie al percorso del brand verso la libertà a zero emissioni possiamo idealmente sfilare in città in modalità elettrica con la nostra gamma di SUV 4xe Plug-In Hybrid, le vetture ibride plug-in più vendute in Italia, a proprio agio in centro così come nell’off road più estremo».

Il Torino City Marathon Village sarà ospitato a Palazzo Carignano, uno degli edifici storici più importanti della città con Palazzo Reale e Palazzo Madama e storica sede del Parlamento Subalpino (1848-1861) e del primo parlamento del Regno d’Italia (1861-1864).
Il village sarà aperto venerdì 3 novembre dalle 14:00 alle 19:00; sabato 4 novembre dalle 9:00 alle 20:00 e domenica 5 novembre dalle 7:00.
Al Marathon Village sarà presente anche Cerba HealthCare Italia che, parte di un gruppo internazionale dedicato alla diagnostica ambulatoriale e alle analisi cliniche presente in 16 nazioni, è specializzata nei settori dei laboratori analisi, medicina dello sport, medicina del lavoro, radiologia, poliambulatori e service lab. Allo stand atleti e spettatori potranno così conoscere tutti i servizi dei centri incontrando il personale di Cerba e interagendo con la mascotte Voilà, che distribuirà materiale informativo e gadget.

«Anche quest’anno siamo orgogliosi di sostenere un evento che ai valori dello sport unisce un’attenzione completa alla salute, al benessere e all’inclusione – commenta Federico Cataldo, amministratore delegato Piemonte di Cerba HealthCare Italia –. Sport e salute infatti sono un binomio inscindibile, che dev’essere per tutti; al centro di questa filosofia ci sono diagnostica e prevenzione. Questo messaggio è condiviso da tutte le nostre persone e, proprio per questo, una rappresentanza di Cerba HealthCare Italia si metterà in gioco partecipando alla corsa, come ormai da tradizione per questo tipo di manifestazioni.»

Anche quest’anno a dissetare i maratoneti ci penserà Valmora che, attenta alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente, fornirà, in ogni punto ristoro sul percorso della maratona e della mezza maratona, l’acqua in bottigliette riciclabili. 
Novità invece nel ristoro finale, dove i runner potranno brindare “al traguardo” gustando una birra del Birrificio Artigianale Balladin.