UPDATE:
In attesa della 60a edizione, Bologna Children’s Book Fair con BolognaBookPlus e Bologna Licensing Trade Fair/Kids protagonista di un tour che tocca quattro fiere del libro in diverse parti del mondoBea World Festival 2022. Meulendijks: “Il metaverso? Ci siamo già immersi. Nei prossimi 4 anni vedremo 100 anni di cambiamenti”Bea World Festival 2022. 'Events on Trial': a giudizio l'approccio alla sostenibilità delle agenzie. Dal 'giudice' i consigli per il futuro“envy non è una mela, è un’esperienza”. A cura di Grey, Milano ha fatto da cornice alla prima attivazione speciale sul territorio che mette al centro i consumatori e i loro sensiBea Italia Festival 2022. Location: l'evoluzione passa da territorio, tecnologia e sostenibilitàCourmayeur presenta Welcome Winter 23: il kickoff dell’inverno con Sky TG24 e la cantante AnnalisaDAZN e Cronache di spogliatoio insieme per una contaminazione editoriale che porta i tifosi nel salotto social dei MondialiTER –Tavolo Editori Radio apre le adesioni per le rilevazioni degli ascolti radiofonici in Italia per il 2023. Domande entro il 16 dicembreI migliori wedding planner italiani e internazionali ospiti di Byblos Art Hotel Villa Amistà per un evento organizzato dal team del cinque stelle lusso e PalazzoEventiContinua il successo di ascolti della FIFA World Cup 2022. Brasile-Serbia tocca il 30% di share. La platea tv registra un +10% rispetto alla settimana precedente durante l'on air delle partite. Boom di traffico digital su RaiPlay
Nielsen

Nielsen. Il mercato pubblicitario in Italia chiude il mese di aprile a -0.2%. Raccolta del primo quadrimestre 2022 a + 2.3%. Dal Sasso: "La previsione per fine anno resta ancora con segno positivo"

Se si esclude dalla raccolta web la stima sul search, social, classified e degli “Over The Top”, l’andamento nei primi quattro mesi risulta flat -0.1%. Riguardo ai mezzi, la TV è in calo del 5.3% ad aprile e del 3.3% nei primi quattro mesi. I Quotidiani nel mese sono in negativo -3.0% (consolidato -1.2%), mentre i Periodici calano dell’ 1.0% (quadrimestre -1.7%). Cresce la Radio ad aprile 7.8%.

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di aprile a -0.2%, portando la raccolta pubblicitaria del primo quadrimestre 2022 a 2.3%. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e dei cosiddetti “Over The Top” (OTT), l’andamento nel 1° quadrimestre 2022 risulta flat -0.1%.

“Si apre il secondo trimestre delle misurazioni con uno “stallo” – dichiara Alberto Dal Sasso (nella foto), Adintel Mediterranean Cluster Leader di Nielsen – che potrebbe essere un segnale incoraggiante visti gli eventi in corso. Va anche detto che il trend di lungo periodo che si era intrapreso nei primi due mesi si è interrotto, se andiamo infatti a vedere il confronto con l’ultimo anno di “normalità” che risale ahinoi al 2019 siamo a -3,8% sul cumulato dei primi quattro mesi”.

Relativamente ai singoli mezzi, la TV è in calo del 5.3% ad aprile e del 3.3% nel quadrimestre. I Quotidiani ad aprile sono in negativo -3.0% (quadrimestre -1.2%), mentre i Periodici calano dell’ 1.0% (quadrimestre -1.7%). Cresce la Radio ad aprile 7.8% (quadrimestre 4.2%).
Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del web advertising nel primo quadrimestre 2022 chiude con un +6% (+1.5% se si considera il solo perimetro Fcp AssoInternet). È in ripresa l’Out of home (Transit e Outdoor) che conferma l’andamento positivo con un +118.5% nel 1° quadrimestre. In positivo anche la Go TV che chiude il quadrimestre a +41.1% e il Direct mail +0.7%. Continua la ripresa degli investimenti pubblicitari sul mezzo Cinema.
Sono 13 i settori merceologici in crescita nel mese di aprile, il contributo maggiore è portato da
Abbigliamento (+50%), Bevande/Alcoolici (35.7%), Turismo/Viaggi (+343.6%) e Cura persona (+40.6%). In calo a aprile gli investimenti di Automobili (-49.6%), Alimentari (-22.8) e Finanza (- 33.6%). Relativamente ai comparti con una maggiore quota di mercato, si evidenzia, nel 1° quadrimestre 2022, l’andamento positivo di Distribuzione (+4.3%), Abitazione (+7.7%) e Media/Editoria (+24.9%).

“Ci aspettavamo un bimestre - dopo il famigerato 24 febbraio - più complicato per la nostra industria, che al momento sembra reggere il contraccolpo come dicono i numeri. Tutto si giocherà nella seconda parte dell’anno ed è evidente che gli sviluppi politici del conflitto avranno una influenza diretta in positivo o in negativo, e non dobbiamo dimenticare che, a fine anno, avremo i mondiali di calcio e anche senza gli azzurri, rappresentano un bacino interessante per tutta l'industry e per le aziende che comunicano. La nostra previsione per fine anno al momento vede ancora un atterraggio in segno positivo, visto anche l’andamento dei primi due mesi di conflitto”.