Advertising

“Green Hospitality” di Vaielettrico, un appello per creare la mappa delle infrastrutture turistiche che accolgono la mobilità elettrica in Italia

Il portale s’impegna a raccogliere le segnalazioni e a pubblicarle sul proprio sito, in modo da realizzare un elenco per ogni regione, da condividere con i lettori. In questo modo, si possono aiutare le persone che desiderano mettersi in viaggio con un’auto o una moto elettrica a pianificare con cura il soggiorno vacanziero

Il portale Vaielettrico.it promuove la campagna “Green Hospitality”. Si tratta di un’iniziativa aperta al pubblico per segnalare le strutture turistiche italiane (come hotel, campeggi, ristoranti…) che offrono servizi di rifornimento per i veicoli elettrici dei propri ospiti. Gli interessati possono scrivere all’indirizzo info@vaielettrico.it, fornendo il seguente materiale:

- quantità e stato del punto di ricarica (accesso libero o riservato alla clientela);

- tipologia (colonnina oppure wall-box) e livelli di potenza per effettuare la ricarica;

- tariffa applicata per kWh;

- immagini che raffigurano il punto di ricarica durante l’utilizzo e la struttura turistica in cui è collocato. 

Vaielettrico s’impegna a raccogliere le segnalazioni e a pubblicarle sul proprio sito, in modo da realizzare un elenco per ogni regione, da condividere con i lettori. In questo modo, si possono aiutare le persone che desiderano mettersi in viaggio con un’auto o una moto elettrica a pianificare con cura il soggiorno vacanziero. L’appello è valido durante l’intera stagione estiva, fino al 15 settembre, così da poter raggruppare progressivamente i contributi e costruire la mappa della “Green Hospitality”.

La sostenibilità sta infatti ridisegnando il comparto turistico, rendendo la tutela dell’ambiente il denominatore comune con cui progettare l’esperienza vacanziera: dall’architettura green all’alimentazione biologica e biodinamica, fino alla mobilità. Peraltro, l’opportunità di poter effettuare il pieno d’energia in hotel o presso un ristorante rappresenta una notevole comodità per gli ospiti, poiché possono dedicarsi ad altre attività durante il rifornimento. Ma anche un fattore sempre più strategico di business per il futuro. A maggio 2021 sono oltre 150.000 i veicoli elettrici e ibridi (BEV e PHEV) circolanti in Italia (fonte Motus-E), mentre erano poco più di 50.000 soltanto dodici mesi fa.

Tra le prime segnalazioni vi sono, ad esempio, l’Hotel Federico II di Jesi nelle Marche e l’agriturismo La Cascina Faletta a Casale Monferrato in Piemonte. Entrambi sono dotati di una infrastruttura di ricarica con presa di tipo 2 (da 22 kW) e tipo 3A, ad accesso pubblico.

Spostandosi in Toscana, a Montalcino, l’azienda agricola Il Paradiso di Frassina offre gratuitamente una wall-box per i propri clienti, con una potenza erogata di 11 kW. Sul Lago di Garda, invece, a Lazise, il Camping Spiaggia D’Oro propone due colonnine, ciascuna dotata di due prese da 22 kW di potenza (tipo 2). La ricarica è gratis per tutti la clientela del campeggio, ma è fruibile anche da parte di utenti esterni.

E ancora, a Rimini, l’UP Hotel sta installando una colonnina di ricarica (da 22 kW) con servizio a pagamento. Ma è già in grado di fornire ai propri ospiti mezzi come e-bike e monopattini, oltre alle più tradizionali bici a propulsione muscolare. Andando in Sicilia, l’hotel Marina di Petrolo, a Castellammare del Golfo, dispone di quattro infrastrutture di ricarica. Si tratta di un Destination Charger Tesla e Porsche, aperto anche a tutti i mezzi con presa di tipo 2 La ricarica è gratuita per i clienti dell’hotel.