Out of Home

Mediamond entra in Audioutdoor e amplia la sua offerta nel quartiere CityLife di Milano in partnership con SmartCityLife

Grazie alla presenza del più grande distretto urbano dedicato allo shopping in Italia, il brand allarga il suo raggio d’azione con una proposta che prevede, ad oggi, la presenza di nove totem full digital (18 schermi) da 75’’, dal design moderno e coerente con le linee architettoniche dell’area, che guidano i visitatori attraverso il parco in veri e propri percorsi di ingaggio.

Le città, nel loro percorso verso il concetto di ‘smart city’, concorrono ad aumentare l’attenzione degli advertiser verso l’Out Of Home. Il mezzo assume una valenza sempre più attrattiva nel mondo della comunicazione, grazie alla capacità di connettere i brand con i consumatori durante gli spostamenti quotidiani, raggiungendoli in punti nevralgici del territorio, e alle tecnologie digitali avanzate in grado di conferire alle campagne pubblicitarie caratteristiche innovative e di forte impatto.

Proprio per sottolineare la centralità di questo mezzo nelle strategie di comunicazione e rispondere alle crescenti esigenze del mercato di valutarne l’efficacia, Mediamond ha di recente introdotto due grandi novità: da un lato, l’ampliamento dell’offerta al prestigioso quartiere CityLife di Milano, e, dall’altro, l’ingresso nel sistema di misurazione Audioutdoor.

 

La nuova offerta in Citylife grazie alla partnership tra SmartCityLife e Mediamond

La recente partnership tra Mediamond e SmartCityLife S.r.l., la società che, in accordo con il Comune di Milano, ha preso in carico la manutenzione e gestione del parco e delle aree pubbliche del quartiere CityLife, ha dato vita ad un piano di iniziative ambizioso.

Modernità, sostenibilità e una nuova idea di vivere gli spazi della città sono infatti i concetti guida di Citylife, il progetto di riqualificazione urbana della ex Fiera Campionaria che, con le sue iconiche tre torri, ha ridisegnato lo skyline del capoluogo lombardo. Con un mix di uffici, residenze, negozi, servizi e aree verdi, il quartiere rappresenta un’area strategica per intercettare un pubblico vasto e trasversale, non solo dal profilo business ma anche amante dello sport, dell’arte e della vita all’aria aperta nonché dello shopping, grazie alla presenza del più grande distretto urbano dedicato allo shopping in Italia. Ed è proprio qui che Mediamond allarga il suo raggio d’azione con una proposta che prevede, ad oggi, la presenza di nove totem full digital (18 schermi) da 75’’, dal design moderno e coerente con le linee architettoniche dell’area, che guidano i visitatori attraverso il parco in veri e propri percorsi di ingaggio.

I nuovi schermi di ultima generazione, che possono ospitare creatività sia statiche che video e prevedere attivazioni anche in programmatic, rendono l’offerta OOH di Mediamond ancora più capillare e prestigiosa. Inoltre, per l’estate è prevista un’ulteriore estensione con l’installazione di 29 schermi ledwall distribuiti nella zona di CityLife Shopping District. Questi ultimi, in particolare, saranno dotati di standard tecnologici evoluti che garantiranno elevata visibilità anche in condizioni di illuminazione sfavorevole, ridotto impatto ambientale e, grazie all’utilizzo di innovativi sensori video e algoritmi avanzati, consentiranno di generare metadati nel pieno rispetto della privacy dei dati personali.

L’intero progetto CityLife offre, dunque, ai brand nuove opportunità per pianificare campagne ad elevato tasso di coinvolgimento e in grado di generare un’esperienza pubblicitaria altamente visibile ed emozionale, dal presidio del parco alle domination immersive in Piazza Tre Torri e nella Galleria Anna Castelli Ferrieri.

 

Rilevazione certificata Audioutdoor

In continuità con lo storico approccio del Gruppo di adottare metriche di misurazione riconosciute e partecipare alla rilevazione delle diverse “Audi”, Mediamond ha recentemente scelto di entrare a far parte del sistema Audioutdoor, avviando il processo di certificazione degli asset che compongono la propria offerta Out Of Home, a partire dalla metropolitana M4. Il JIC, infatti, rileva le audience dei diversi ambienti del mezzo OOH (roadside, transit, aeroporti, metropolitane, autostrade) con uno standard condiviso da tutte le componenti del comparto, consentendo agli investitori e ai loro centri media di accedere a dati di audience, contatti e OTS in fase di pianificazione.

“In un contesto che vede il comparto Out Of Home conquistare, di anno in anno, volumi significativi di investimenti pubblicitari (+13% nel 2023 vs 2022 – Dati Osservatorio Politecnico di Milano 2024), è fondamentale che gli operatori del settore cooperino allo sviluppo di metriche e modalità di misurazione condivise”, afferma Nicola Lussana AD Mediamond. “L’ingresso di Mediamond in Audioutdoor evidenzia non solo la rilevanza che il mezzo acquisisce progressivamente all’interno di un’offerta multi-mediale sempre più solida e innovativa, ma dimostra anche il costante impegno della concessionaria nel garantire ai brand la trasparenza dei dati. Un impegno che ricalca l’approccio applicato dal Gruppo anche agli altri mezzi, tradizionali e digitali, nell’adottare currency certificate dai relativi JIC e restituire informazioni imparziali sulle campagne pubblicitarie”.