Foreign Office

Wpp: nei primi cinque mesi fatturato in crescita del 17%

A valuta costante, il fatturato cresce del 13%. Tutte le aree geografiche, ad eccezione del Regno Unito, mostrano una crescita a due cifre. Direct, internet e interactive pesano ora per quasi il 18% del fatturato del Gruppo guidato dal ceo Sir Martin Sorrell.

Prosegue nel 2006 la crescita di Wpp sotto il profilo fatturato, dei profitti e dei margini. Lo ha dichiarato il chairman Philip Lader nel corso dell'Annual General Meeting tenutosi oggi a Londra, a mezzogiorno, persso il Claridges Hotel. Nei primi cinque mesi dell'anno, il fatturato worldwide registra un incremento del 17%, che diventa +13% a valuta costante. Tutte le aree geografiche, ad eccezione del Regno Unito, mostrano una crescita a due cifre. In particolare, gli Usa segnano quasi un +12%, l'Europa Continentale oltre il +11%, Uk +6%, l'Europa dell'Est oltre un +49%, Asia Pacifico, America Latina, Africa e Medio Oriente quasi un +23%.

La crescita organica negli Usa sfiora il 4%, mentre Asia Pacifico continua a rafforzarsi con una crescita organica dell'8%. Non sono stati, invece, forniti i dati relativi alla crescita organica in Europa e Uk. Distinguendo per settori, advertising e media crescono di oltre l'11%, relazioni pubbliche e public affairs oltre il 12%, branding, healthcare e comunicazione specialistica oltre il 20%. Direct, internet e interactive pesano ora per quasi il 18% del fatturato del Gruppo: in crescita, dunque, rispetto al 15% dello scorso anno.

Nello stesso periodo il gruppo ha effettuato acquisizioni o accresciuto la propria quota in società di pubblicità e media in Usa, Uk, Germania, Sud Africa, Israele, Cina, Hong Kong, Singapore, Brasile; in società di rp in India, e di direct, internet e interactive in Usa. Nessun riferimento, infine, alla contesa giudiziaria che da mesi vede contrapposti la holding, con il suo ceo Sir Martin Sorrell, e l'ex country manager per l'Italia Marco Benatti, a causa della quale, secondo quanto si legge oggi sul Corriere della Sera, Wpp sarebbe sul punto di perdere alcuni contratti.