Csr

Sperlari si unisce a Too Good To Go e sigla il Patto Contro lo Spreco Alimentare

Con questa scelta il brand rafforza ancora il proprio impegno etico convinta che ogni singolo contributo possa fare la differenza per un mondo più etico e sostenibile. Ogni anno un terzo del cibo prodotto nel mondo per uso umano viene gettato prima di arrivare a tavola, ovvero 88 milioni tonnellate di cibo, di cui il 53% a livello domestico in Europa. Contrastare questo fenomeno è quindi un passo importante verso modelli di consumo più sostenibili, oltre che rappresentare un prezioso alleato contro le emissioni dei gas serra e quindi il cambiamento climatico.
Sperlari rafforza il proprio impegno etico diventando partner di Too Good To Go, l'applicazione mobile che collega i clienti a ristoranti e negozi che hanno eccedenze alimentari invendute, sottoscrivendo il Patto contro lo Spreco Alimentare.
 
L’azienda cremonese ha deciso di compiere questa azione concreta con la convinzione che combattere lo spreco alimentare sia oggi una necessità più che mai importante e che, al tempo stesso, ogni singolo contributo possa fare la differenza per un mondo più etico e sostenibile. 
 
L’impatto dello spreco alimentare è enorme: 820 milioni di persone soffrono la fame ogni giorno, eppure ogni anno un terzo del cibo prodotto nel mondo per uso umano viene gettato prima di arrivare a tavola, ovvero 88 milioni tonnellate di cibo, di cui il 53% a livello domestico in Europa. Sprecare cibo significa anche sprecare risorse naturali con le quali è stato prodotto, generando così un impatto ambientale in termini di emissioni di CO2.
Contrastare lo spreco alimentare è quindi un passo importante verso modelli di consumo più sostenibili, oltre che rappresentare un prezioso alleato contro le emissioni dei gas serra e quindi il cambiamento climatico.
 
“Il gusto di fare la differenza in Sperlari passa anche dalla riduzione degli sprechi alimentari. L’azienda ha deciso di aderire a Too Good To Go e al Patto Contro lo Spreco Alimentare perché coerenti con il proprio approccio etico – ha dichiarato Elisabetta Pezzotta, HR Director di Sperlari - consideriamo parte del nostro lavoro stimolare gli altri a impegnarsi insieme a noi contro lo spreco e per un futuro migliore. Lo spreco alimentare – ha dichiarato Elisabetta Pezzotta – riguarda ognuno di noi; salvare il cibo è un atto concreto per prenderci cura del nostro pianeta. Insieme!”
 
Con l’adesione al Patto, Sperlari s’impegna ad attuare una serie di iniziative formative e informative per sensibilizzare consumatori, collaboratori, clienti e partner sull’impatto dello spreco alimentare e dare utili consigli su come contrastarlo. Sperlari fornirà inoltre a Too Good To Go i propri prodotti, ancora buonissimi, per la loro distribuzione attraverso le Magic Box XL.
 
Sperlari è uno dei maggiori player del mercato dolciario e da sempre propone prodotti di qualità, realizzati con ingredienti speciali e nel rispetto dei criteri di eticità e sostenibilità.
 
Quest’anno, in occasione del 185° compleanno di Sperlari, fondata nel 1836 in uno storico negozio di Cremona dall’imprenditore visionario Enea Sperlari, l’azienda è stata inserita nel Registro dei Marchi Storici di interesse nazionale, istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico per tutelare la proprietà industriale delle aziende produttive di eccellenza e storicamente collegate al territorio nazionale e valorizzare il Made in Italy nel mondo.