Eventi

Nel primo incontro italiano The Frontier, edizione Formal, organizzato da Type One Ventures in partnership con Trousdale Ventures e Banca Investis si discute del futuro della space economy e della mobility

All'incontro, leader, esperti del settore, investitori, imprenditori, manager e policymaker che hanno avuto l’opportunità di discutere degli sviluppi e delle sfide che caratterizzano il settore dell'esplorazione spaziale e della mobilità avanzata sia sulla Terra che nello spazio.

A fine maggio, dal 22 al 24, nella suggestiva cornice di Villa Pliniana sul Lago di Como, si è tenuto il primo incontro italiano The Frontier, edizione Formal, organizzato da Type One Ventures in partnership con Trousdale Ventures e Banca Investis. L’evento è stata l’occasione per riunire ospiti d’eccellenza da tutto il mondo e discutere insieme del futuro della space economy e della mobility, favorendo un dialogo innovativo e creando nuove partnership su queste tematiche.

Frontier Formal ha riunito thought leader, esperti del settore, investitori, imprenditori, manager e policymaker che hanno avuto l’opportunità di discutere degli sviluppi e delle sfide che caratterizzano il settore dell'esplorazione spaziale e della mobilità avanzata sia sulla Terra che nello spazio. Tra gli altri, hanno partecipato ai vari panel e tavole rotonde esponenti di molte aziende come Lunar Outpost, Gravitics, Argo Space, CesiumAstro, Meyer Manx, McLaren, Cuby Technologies, Axiom Space e Interstellar Lab, che hanno raccontato agli ospiti gli ultimi progressi fatti e le tendenze future che vedono sul settore.

Il partner filantropico della tre giorni è stata Space for Humanity. Inoltre, Interstellar Lab & the Antoine de Saint Exupéry Youth Foundation hanno presentato la loro nuova partnership, Mission Little Prince, che mira a coltivare rose sulla Luna e a stimolare la curiosità delle generazioni più giovani nei confronti dell'esplorazione dello spazio.

Siamo entusiasti dei risultati di The Frontier Formal”, ha dichiarato il Managing Partner di Type One Ventures Abdo John Hajj. “Fin dall'inizio, The Frontier è stato progettato per ispirare ed educare sui settori dello spazio e della deep tech. Il nostro obiettivo è continuare a espandere the Frontier senza limiti geografici. Non vediamo l'ora di partecipare a molti altri eventi e, speriamo, agli impatti tangibili che ne deriveranno”.

Simone Alfredo Garofalo, CIO Alternative Investments di Banca Investis ha aggiunto: “Siamo davvero orgogliosi di aver preso parte a una tre giorni così stimolante, con partner di eccellenza come Type One Ventures e Trousdale Ventures. Siamo certi che questo è stato il primo di una lunga serie di appuntamenti che organizzeremo insieme per raccontare ancora il nostro impegno in questi settori così sfidanti e pieni di potenzialità”.